Menu
A+ A A-
Promozioni Google AdSense

Storia di Gatta e altre avventure... cap 9

  • Scritto da Loredana Ferri

Indice articoli

L'orafo sviene dopo aver urtato la testaQuando si riprese si accorse che le tartarughe erano sparite e disperato cominció a cercarle. Alla fine scoraggiato non gli restó che pregare la dea Lakshmi, dea dell'abbondanza e della fortuna. In ogni casa e bottega vengono accesi dei lumini per favorirvi l'ingresso.
Pregando disse: «Dea Lakshmi, fammi trovare le tartarughe di smeraldo. Io ti prometto che a ottobre, mese della tua festa, ti porterò un diamante.» Una voce all'improvviso echeggiò: «va nello stagno dietro casa tua li, le troverai». Così fece: corse verso lo stagno e con stupore trovò due tartarughe che vi nuotavano.
Disperato si portó le mani sulla testa e disse: «Dea Lakshmi, queste tartarugne sono vere! Dove sono quelle che ho fatto io con gli smeraldi del maharaja?» Poco dopo udì la voce della dea che gli rispose: «vedrai: nel momento in cui il maharaja le appunterà sul suo turbante, si trasformerannoL'orafo e le tartarughe ... vive di nuovo in due meravigliosi smeraldi».
Arrivò il giorno delle nozze, e l'orafo si diresse alla reggia con una piccola scatola con dentro custodite le tartarughe ancora vive. Entrando a palazzo le venne incontro di persona il maharaja con in mano il turbante. «Su presto, cosa aspettate ad appuntarmi gli smeraldi sul turbante?» All'orafo cominciarono a tremarle le mani. Aprendo la scatolina vide che le tartarughe erano ancora vive e così pensò di dire al maharaja, di chiudere gli occhi fin quando la spilla non era appuntata sul turbante. Il maharaja chiuse gli occhi e l'orafo appoggiò le tartarughe sul turbante, attese un po' pregando ancora la dea Laksmi e magicamente le tartarughe si trasformarono in due splendidi smeraldi. «Puó aprire gli occhi maharaja!» disse l'orafo soddisfatto.

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici