Menu
A+ A A-

Una leggera coltre di nebbia (poesie)

  • Scritto da  Giuliano Sera

nebbia 350Giuliano Sera - Ritrovo queste due poesie pubblicate su fb un anno fa. In questi giorni tutti impegnati in singolar tenzone sembrano come pesci fuor d'acqua.
Eppure mi sembrano opportune...

 

Stil nuovo

Una voce che mi chiama,

dolce, soave, fresca

come l'acqua di un ruscello

che lentamente scorre

a portare la speranza nei campi

a valle, riarsi dal sole.

Gli occhi miei increduli

ti cercano d'intorno,

il petto vacilla

scosso da un cuore stretto

che forte ancor batte.

Par che voglia uscir

dalle membra mie.

La bocca tremante

risponde al tuo saluto,

come volesse chieder scusa.

Guido, io vorrei che tu,

Lapo Gianni ed io...

nella mente mia ritornano

i versi di cui da giovine

ero innamorato.

Come un dolce stil,

sempre nuovo.

30 luglio 2014

 

Una leggera coltre di nebbia

Una leggera coltre di nebbia

avvolge la mia casa

come una nuvola

la nasconde da sguardi indiscreti.

Milioni di piccole goccioline d'acqua

vaganti nell'aria

bagnano i miei capelli,

e tutto il mio corpo

tremante osserva un paesaggio

quasi spettrale.

Le luci dei lampioni

e delle case lontane

creano un'atmosfera da favola:

mi vengono in mente le storie

che mio padre mi raccontava

di cavalieri, maghi e streghe malvage.

Uno spicchio di luna crescente

alto nel cielo

osserva instancabile

da milioni di anni

questa stanca terra,

sempre più stanca,

che lentamente si traforma

e ne ascolta i lamenti

che noi umani con grande fastidio

cerchiamo di coprire

con la nostra grave superficialità.

27 novembre 2014

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici