Menu
A+ A A-

Frosinone in vantaggio, incamera tre punti e conserva la seconda piazza

  • Scritto da  Tommaso Cappella

Maiello Raffaele 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Alla vigilia quella contro il Venezia rappresentava una sorta di ultima spiaggia per il Frosinone alla disperata difesa di quel secondo posto che porta alla promozione diretta in serie A. Per come si è messa la gara contro i lagunari di Pippo Inzaghi (per l'occasione costretto a soffrire in tribuna) è sembrato che il periodo-no dei giallazzurri potesse continuare dopo il ko di Palermo e due pareggi a reti inviolate contro Salernitana e Ternana. E questo perché nel primo tempo, proprio nel momento migliore dei ragazzi di Longo, è arrivato il vantaggio del Venezia per una sfortunata deviazione di testa di Ariaudo che ha spiazzato anche Vigorito. A quel punto al 'Benito Stirpe' si è pensato al peggio, con la prospettiva di doversi rassegnare ai playoff che il Frosinone, anche se non ancora matematicamente, ha comunque praticamente centrato.

All'intervallo nello spogliatoio mister Longo ha evidentemente 'fatto la voce grossa' perché, al rientro in campo i giallazzurri sono apparsi trasformati. Grinta, pressing, belle giocate, azioni pericolose, fino ad arrivare, dopo una decina di minuti, al gran gol di Maiello il quale ha così pareggiato la contesa. Come se non bastasse un gran colpo di tacco di Citro, elemento capace, quando viene chiamato in causa, di 'spaccare la gara', ha permesso al Frosinone di andare in vantaggio, incamerare i tre punti, conservare la seconda piazza e scacciare i fantasmi della vigilia.
Ora, a nove giornate dal termine e con un calendario non proprio proibitivo, la formazione giallazzurra intanto deve credere nelle proprie potenzialità. E' pur vero che il giorno di Pasquetta il Palermo, che insegue ad una sola lunghezza, recupera la gara con il Parma, rinviata per la morte di Astori. In caso di vittoria i rosanero si porterebbero in seconda posizione con due punti di vantaggio sui canarini . Naturalmente l'auspicio è che ciò non accada e magari i ducali possano fermare la 'corazzata' di Tedino. E' chiaro che il Frosinone deve guardare in casa propria e non sperare nelle disgrazie altrui. Lo deve fare perché ha un organico di livello per questa serie B, nonostante il grave infortunio di Daniel Ciofani, e una società tra le più professionali e lungimiranti del panorama calcistico nazionale.

A cominciare dalla trasferta di sabato prossimo proprio a Parma. Ma soprattutto Dionisi e compagni possono sempre contare su un tifo eccezionale che ancora una volta ha dimostrato un attaccamento commovente verso la squadra. Come dimostrato con la presenza massiccia e l'incitamento incessante contro il Venezia, nonostante la squadra fosse reduce dalla deludente prestazione di Terni. E già questa considerazione rappresenta la garanzia tangibile che questo Frosinone merita a pieno titolo la serie A. Ma guai ad abbassare la guardia!

*Tommaso Cappella
giornalista volontario in pensione

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici