fbpx
Menu
A+ A A-

Il progetto del 'Grande Capoluogo'

Provincia Frosinone 350 260Ivano Alteri intervista il Segretario del Psi - Nelle settimane scorse, Unindustria ha presentato uno studio commissionato, per iniziativa del suo presidente Giovanni Turriziani, ad un gruppo di docenti dell'Università di Tor Vergata, coordinato dalla Prof. Maria Prezioso, allo scopo di contribuire alla creazione di una “unione di comuni per un nuovo capoluogo” con al centro Frosinone. L'Unione, secondo lo studio, dovrebbe comprendere, oltre allo stesso capoluogo, le città di Alatri, Ferentino, Supino, Patrica, Ceccano, Torrice e Veroli, per un totale di oltre 150 mila abitanti. L'idea di una “città intercomunale” di tal fatta era già stata promossa dai socialisti frusinati qualche anno fa. Abbiamo perciò chiesto un parere al segretario provinciale del PSI, Vincenzo Iacovissi.

Come commenta lo studio commissionato da Unindustria?

Il progetto del “Grande capoluogo” ha il merito di aver riportato al centro del dibattito il tema, per noi socialisti fondamentale, della città intercomunale.

Perché è così importante?

Intanto, per invertire il calo della popolazione della città. Come noto, infatti, Frosinone subisce da anni uno spopolamento senza precedenti. Le statistiche al riguardo sono impietose: la popolazione residente nel 2018 nel capoluogo risulta pari a 46.063 (dati Istat), con un ulteriore calo di circa 3000 abitanti rispetto al 2001.

Cosa significa tutto questo per Frosinone?

Le cifre dimostrano quanto la città non solamente continui inesorabilmente a vedere diminuire la propria popolazione, ma abbia perso l’attrattività che esercitava negli ultimi decenni del secolo scorso. Da queste considerazioni noi socialisti siamo partiti già nel 2009 per lanciare la proposta di città intercomunale, ed io personalmente lanciai la proposta di città intercomunale durante la mia campagna elettorale da candidato sindaco del partito socialista nel 2016-2017.

Ritiene che la creazione della città intercomunale, tecnicamente un'Unione di comuni, possa davvero risollevare le sorti di Frosinone e circondario?

È evidente che creda fortemente nelle potenzialità di un simile progetto. Con la sua realizzazione si potranno mettere insieme i principali servizi, da quelli amministrativi alla raccolta dei rifiuti, in linea con le esigenze di razionalizzazione imposte dal tempo.

In pratica?

In tal modo, pur nel rispetto delle singole municipalità, si potrebbe coniugare il contenimento dei costi con l’assicurazione di migliori servizi ai cittadini. La città intercomunale consentirebbe di essere più competitivi anche e soprattutto per l'accesso ai fondi comunitari, che nel difficile scenario attuale restano le uniche forme di finanziamento eppure continuano ad essere ignorate. L’idea, tra l’altro, risponde pienamente alle indicazioni del Legislatore, che vanno proprio nel senso della riorganizzazione territoriale italiana e nell’aggregazione degli enti locali.

Ma l'Unione dei comuni riguarderebbe soltanto otto città della provincia. Cosa ne verrebbe a tutto il resto del territorio provinciale?

La città intercomunale consentirebbe all’intera provincia di accrescere il proprio peso specifico nei riguardi degli altri livelli politico-istituzionali, considerando che rappresentare 150 mila abitanti conferisce un quid di rilevanza oggi purtroppo assente.

Come giudica i rapporti intercorrenti, oggi, tra Frosinone, città e provincia, e le istituzioni sovraordinate?

Purtroppo dobbiamo constatare che Frosinone non riesce ad assumere lo spessore richiesto ad un capoluogo. L'occasione per esercitare una leadership positiva verso il territorio è proprio la città intercomunale. A patto che si agisca presto e con determinazione.

Quali sono i limiti, secondo i socialisti?

Bisogna lavorare affinché ai presunti limiti si sostituiscano concreti vantaggi per tutti gli attori coinvolti. Perché è un processo che investe il futuro della nostra terra.

Ritiene che il progetto dell'Unione di comuni sia realistico, viste le caratteristiche storiche, culturali, sociali, economiche del nostro territorio?

Il disegno è ambizioso e affascinante, ma anche difficile da realizzare, poiché si scontra con resistenze e localismi.

Quindi, cosa consiglia agli amministratori locali?

Di avere coraggio e voglia di guardare lontano, rifuggendo da vacui campanilismi, perché l’unica via per lo sviluppo del nostro territorio passa inevitabilmente per pratiche virtuose e innovative che colleghino lo sviluppo di una città a quello di un intero territorio, senza dubbi né rancori. Noi su questa partita ci siamo e ci saremo.

Quali iniziative politiche intende intraprendere il PSI a sostegno del progetto?

Come socialisti continueremo a fornire il massimo sostegno a questa iniziativa, sperando in uno spirito di collaborazione da parte delle amministrazioni in carica nei comuni coinvolti, sollecitandole all'azione. Senza primogeniture ma con pari dignità fra tutti coloro che intendono impegnarsi seriamente.

Frosinone 11 gennaio 2019

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici