fbpx Clicky
Menu
  • Il Capoluogo
A+ A A-

Centri storici: Residenti senza diritti

 CAPOLUOGO E CENTRI STORICI

Nel frusinate è in atto un vero e proprio esproprio dei diritti dei residenti nei centri storici

di Annalisa Sorrentino
Frosinone alle 17 domenica 6 giugno 21 360 minI residenti di Frosinone alta non ci stanno e hanno deciso di passare dalle parole ai fatti.

Il crescente malcontento deriva dalle misure introdotte dal Comune capoluogo che, dal prossimo 17 giugno fino al 31 di ottobre, impediranno ai cittadini che vivono in Corso della Repubblica, Via Belvedere, Via Tiravanti e buona parte del centro storico, di accedere presso le loro abitazioni dalle 20.00 alle 24.00 per quattro giorni a settimana. Gli interessati hanno deciso così di avviare una petizione di firme. Nel documento viene infatti menzionata, più e più volte, la violazione del diritto alla libertà di movimento.

L’ordinanza del Comune parla chiaro: divieto assoluto di accesso per i residenti nelle fasce orarie suindicate per i prossimi quattro mesi, oltre al divieto di sosta eFrosinone alle 17 domenica 6 giugno 21 350 min circolazione adottato dal 2 maggio fino al 31 ottobre, e dunque per ben cinque mese, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20 di domenica. La polemica non accenna a diminuire, si allarga invece a macchia d’olio fino a via Giordano Bruno, dove andrà a confluire tutto il traffico veicolare nelle giornate interessate e in piazza Santa Maria dove pare siano in programma ulteriori tagli dei posti auto.

“Siamo allibiti dall’indifferenza e dalla cortina di incomunicabilità che hanno alzato i nostri amministratori nei confronti delle esigenze di tutta la parte alta della città - riferiscono i residenti - Veniamo tacciati di una scarsa emancipazione quando tra noi ci sono professionisti, gente che ha abitato tanti anni fuori e che conosce dunque molto bene altre realtà, giovani che studiano, persone che si documentano. Qui non si parla di un cambio di mentalità, ma di violazione dei nostri diritti! E nella fattispecie del diritto di libertà di movimento del quale saremo e siamo totalmente privati dallo scorso anno! L’assessore Testa - precisano - dimostra una conoscenza dei fatti assai discutibile: a Isola Liri c’è una Ztl che agevola i residenti e i domiciliati a vantaggio degli avventori. Parliamo di un centro storico notevolmente ridotto nella sua estensione, dove però pullulano esercizi pubblici di ogni genere. E dove, per l’appunto, i residenti possono entrare e uscire dalle proprie abitazioni tutto l’anno a qualsiasi ora, poiché la circolazione viene garantita su almeno tre strade ed è naturale parcheggiare a un massimo di 30 metri da casa. Viene riconosciuta evidentemente una dignità diversa ai cittadini se si pensa poi che, in particolare d’estate, ogni sera viene garantito il servizio di ordine pubblico grazie alla protezione civile e alle guardie giurate”.

Nel frattempo aumentano i sottoscrittori della petizione che punta a Frosinone alta all’istituzione della Ztl con la dotazione di pass: “Non ci fermeremo - concludono gli intervenuti - andremo avanti fino a coinvolgere tutte le Istituzioni interessate di ogni ordine e grado, oltre agli organi di informazione utili al caso. Lo faremo soprattutto per scampare il pericolo che questa Giunta lasci in eredità alla prossima Amministrazione cittadina, un provvedimento tanto scarsamente democratico e invalidante a danno dei residenti”.

La protesta non accenna a diminuire e c’è anche qualcuno pronto a giurare di aver chiamato tutte le province del Lazio per un resoconto dettagliato sulla viabilità nei centri storici: in ogni dove, a Roma, Rieti, Viterbo e Latina i residenti sono stati dotati di autorizzazioni al transito. A Frosinone no.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Capoluogo
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici