fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Galeotta la cena e....le cose che non quadrano

CRONACHE&COMMENTI

Un fatto di cronaca politica nazionale con alcuni interrogativi senza risposte

di Ignazio Mazzoli
obiettivomisterioso 390 minSui tg, da qualche giorno è stato trasmesso il video di una serata maledetta, svolta qualche tempo addietro (si sostiene circa 2 mesi fa, esattamente il 1° giugno a Frosinone). Virginia Piccolillo, sul corriere.it, riferì di un “litigare furiosamente fuori da un ristorante di Frosinone” fra Albino Ruberti, capo di gabinetto del sindaco di Roma Roberto Gualtieri (e soprannominato «Rocky») e per quanto se ne sa fino ad ora, con Vladimiro De Angelis, un tal Adriano, alla presenza anche di Sara Battisti, Vicesegretaria Regionale del PD laziale e consigliera regionale e Francesco De Angelis presidente del Consorzio industriale regionale e fratello di Vladimiro. C’è anche un video che fa conoscere la lite registrata.

Non è di molti secondi quello che i più conoscono (poco più di 120).

Ma è dalle prime ore della mattinata del 18 agosto '22 che prolificano i post, su tutti i social, con questa notizia, a cui è quasi sempre allegato il video che contiene molte urla e un linguaggio non degno certo della compagnia che vi abbiamo descritto, formata da politici titolati. Questo fatto è divenuto cronaca politica nazionale.

Risuonano frasi del tipo: «Inginocchiati o ti sparo». «Me devono venì a chiede scusa per quello che mi hanno chiesto a cena... A me non me dicono ‘io me te compro’. Je dò cinque minuti pe venì a chiedeme scusa in ginocchio. Se devono inginocchià davanti a me e chiedere scusa. Altrimenti io lo scrivo, a tutti, quello che sti pezzi de m... mi hanno chiesto. Non se devono permette de dimme ‘me te compro’. Io li sparo, li ammazzo» (Ruberti). Basta così. Ma chi è il destinario di questa “prosa”? Sembrerebbe essere Vladimiro De Angelis.Schermata IlRiformista min

L’interesse generale, però, non può che soffermarsi su qell’ “Altrimenti io lo scrivo, a tutti, quello che sti pezzi de m... mi hanno chiesto”. Qui, intanto, appare un secondo aspetto, è che il destinatario non è più uno solo: quanti sono e chi? E, poi, tutti sono curiosissimi di sapere cosa “hanno chiesto” “sti pezzi de m...” a Ruberti?

Bisogna dedurne che per ora si conosce solo una parte di registrazione. Esiste un video più lungo? Se si forse è già in mano alla magistratura?

Cosa gli era stato chiesto a Ruberti per scatenare tanta ira? Non si può arrivare a minacce così rabbiose e feroci senza una motivazione assai seria e offensiva. Allora bisogna che tutti la conoscano, anche se nulla giustifica, in ogni caso, questi sfoghi di rabbia.

Nel video di pochi secondi, non si capisce di cosa si fosse parlato. Certo risulta un po’ difficile credere alla motivazione fornita al giornale Il Foglio, diretto da Claudio Cerasa: «Diverbio calcistico».

Albino Ruberti, funzionario di alto rangro profesionale, oggi capo di gabinetto del sindaco di Roma Roberto Gualtieri, aveva già avuto lo stesso ruolo a fianco del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Sembra abbastanza ragionevole pensare che non è della Roma né della Lazio l’oggetto dello scontro. E’ difficile credere, nel 2022, che il tifo calcistico possa provocare una richiesta di scuse senza le quali si può essere minacciati di morte. Mentre viene scandito l’ultimatum, per evitare quella che evidentemente è una minaccia: dire a tutti ciò che gli è stato detto durante la cena.

Urlando, dà cinque minuti per chiedere scusa «in ginocchio» di quel «me te compro»: «Cinque! Cinque! Cinque!». Qualcuno dice che sono stati chiamati i carabinieri.
Non manca un richiamo d’amore per placare il Ruberti. Lei (Sara ndr) cerca di farlo tacere: «Amore basta». Minaccia di lasciarlo. Ma la replica è dura: «Sara. Fai la tua scelta. Se stai co’ sta gente non stai con me. Io prendo le conseguenze». Infine si sente un urlo lancinante. Di donna. «Oddioooooooo». Il video si interrompe lì.

Dal PD si parla di «caso gravissimo che non può restare senza conseguenze». Dal Terzo Polo, Carlo Calenda, si toglie la soddisfazione di un tweet: «Ecco il soave ambientino del PD romano». Poco più tardi arrivano le dimissioni di Ruberti: «Non posso permettere che una strumentalizzazione tale possa gettare ombre sul mio lavoro ma soprattutto sull’onorabilità del Sindaco e dell’istituzione». Quanto a Francesco De Angelis, Ruberti assicura: «Non c’è stato tra noi nessun litigio. Durante la cena da parte sua non vi è stata nessuna richiesta, l’estratto del video mostra il mio intento di ricordare a tutti i presenti il rapporto proficuo con Francesco, negli anni di lavoro in Regione Lazio, dimostrato da atti pubblici che possono confermare la leale e corretta collaborazione tra noi due». Il Pd ne ha ritirato la candidatura alle elezioni. Il Segretario del Pd, Enrico Letta ha commentato: «Scelta giusta e doverosa». Basta così?? Oggi più di qualcuno e non si tratta solo di partiti avversari come F.dI. e P.R.C. a chiedere che lasci l'incarico di Presidente del Consorzio industriale regionale, ma anche autprevoli ditrgenti nel PD.

Ogni tentativo di minimizzare appare oggi come la classica pezza peggiore del buco.
Non resta che aspettare di conoscere la famosa “richiesta”, sicuramente inopportuna, se tanta furia ha scatenato.
Come non pensare che abbia qualche collegamento con la scadenza del 25 settembre e quella del prossimo voto regionale nel Lazio?

Può darsi che ancora una volta possa aver ragione Andreotti? Ci sono delle testimonianza e attestazioni di vicinanza che non sembrano proprio necessarie né richieste, sia da parte di Ruberti, che su FB e sulla stampa. Per tempistica posso far pensare anche alla preveggenza.
Ci ritorneremo appena ne sapremo di più.

Per ora aggiungo alcune domande: questo video girato più di due mesi fa perché viene reso noto ora, poco prima della scadenza per la presentazione delle liste dei candidati che parteciperanno al voto del 25 settembre '22? C'è un nesso o ... è una stana casualità? Chi è l'autore del video e perché è stato consegnato a Il Foglio? Solo a Il Foglio o ce l'hanno altre testate? Nessuna testata in provincia di Frosinone ne era a conoscenza? Chi l'ha consegnato a Il Foglio e perchè proprio a lui? Questa consegna ha a che vedere con la collocazione politica di destra di questo giornale?

ilfattoquotidiano.it del 19 agosto '22 in questo brano che riprendiamo alcune risposte le da. "Il video risale al 1° giugno. Il Foglio lo pubblica due mesi e mezzo dopo. A liste del Pd chiuse, ma non depositate. Tra i candidati alla Camera, nel collegio Lazio 1 (quindi a Roma) c’era anche Francesco De Angelis, che il 16 agosto si è lamentato a Radio Cusano Campus dei criteri utilizzati. Sara Battisti due giorni fa, in un post su Facebook – in cui gli mostra ammirazione e stima – afferma che De Angelis “ha firmato l’accettazione della candidatura senza alcun tipo di garanzia”. Ieri De Angelis ha rinunciato alla candidatura, ma non si è dimesso da presidente del Consorzio Industriale del Lazio, ruolo di riferimento avuto nel 2021 da Nicola Zingaretti.

Interessante è questa cronaca di TGR Lazio che proponiamo. Esiste anche un video ripreso (da "fuoco amico" dice qualcuno?) la notte della cafonissima e violentissima litigata in strada, nella via Marco Minghetti di Frosinone, da dietro una finestra, che limita molto le immagini, ma consente tuttavia un buon ascolto.
Cercheremo di procurarcela per farla conoscere ai nostri lettori. E' più lunga della registrazione resa pubblica da Il Foglio che dura poco oltre i 120 secondi, mentre questa dura oltre i 300 secondi e circola per Frosinone sin dal giorno dopo la lite. Sembra sia stata offerta, (?) in piena campagna elettorale per le amministrative del capoluogo ad avversari del PD che l'avreb-bero rifiutata come si può leggere nelle cronache di alcune testate locali presenti nelle edicole. Che cavalleria! Perchè ne parlano solo ora? Si commette gravissimo peccato a pensare che il divieto prima e la pubblicazione dopo sia l'opera di qualcuno che "governa" le fortune politiche di potere in provincia di Frosinone? La cavalleria è poco credibile, ma una consorteria di elargitrice di favori (?) a credito può sembrare più realistica?

Insomma qualcuno o qualcosa deve esistere per forza, ben consapevole degli effetti dirompenti della pubblicazione, ha gestito la diffusione di questo video a lunghezza variabile .

 

Ripreso dal televisore durante il TG3 Lazio

ultimo aggiornamento il 23 agosto 2022 ore 08:29:42
youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Pubblicato in Cronache&Commenti
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.