fbpx
Menu
A+ A A-

Oggi l’Italia festeggia il ritorno alla libertà di Silvia Romano

“Sono stata forte. Ho resistito”

silvia romano 390 min“Silvia Romano è stata liberata” è forse la frase più bella che abbiamo ascoltato negli ultimi mesi. Dopo giorni di numeri, nuovi positivi, vittime e bagarre politica sull’emergenza Covid-19, la notizia della liberazione della cooperante italiana arriva ad illuminare la cronaca del nostro Paese.

È il premier Giuseppe Conte a dare la felice notizia, tramite una nota che, dopo 18 lunghissimi mesi di prigionia ed incertezze, ci restituisce il coraggio ed il sorriso di una giovane grande italiana.
“Sono stata forte. Ho resistito”, queste le prime parole di Silvia Romano dopo la fine dell’incubo. Un anno e mezzo nel quale non abbiamo avuto notizie sulle condizioni della nostra connazionale. 536 giorni di silenzio, di angosce e di speranze. Di dolore per i familiari, per gli amici, e per tutti quegli italiani che credono fortemente nel valore dell’impegno civico e del volontariato.
Dopo questo lungo calvario Silvia Romano torna a casa, da donna libera. Donna che dovrebbe essere un orgoglio per tutti gli italiani. Dovrebbe essere, appunto.

Invece, dopo nemmeno un’ora dall’annuncio della sua liberazione, canali e giornali della galassia sovranista sono stati letteralmente invasi da centinaia di commenti pieni di odio, violenza e livore da parte dei soliti odiatori del web.
“Quanto c’è costata?”
“Se avesse fatto volontariato a casa sua, avremmo risparmiato soldi per il Coronavirus.”
“Potevano tenersela i suoi amici... Ora ricchi.”

Questi sono solo pochi dei messaggi che hanno tempestato la rete dopo la diffusione della notizia. Neanche di fronte ad un meraviglioso accadimento come questo si riesce a provare gioia, empatia, oppure, in caso di semtimenti contrari, semplicemente tacere.

Non c’è rispetto nemmeno per una ragazza costretta per 18 mesi a vivere in balia dei propri rapitori. Non si dimostra vicinanza al dolore di una madre e di un padre che per un anno e mezzo non hanno avuto notizie della propria figlia, che temevano di non poter più riabbracciare.
Nel pensiero comune del più basso livello c’è sempre qualcosa o qualcuno dietro, che ha degli interessi “che non vogliono raccontarci”. C’è sempre un complotto che spunta per l’occasione. C’è, soprattutto, sempre il nemico di turno da riempire di insulti, in particolar modo se giovane, donna e dedita al volontariato e all’assistenza verso chi ha meno di nulla.

La vicenda di Silvia Romano ci insegni a rivalutare il nostro atteggiamento verso il prossimo. La giovane cooperante milanese e il suo impegno meritano rispetto e grande ammirazione. Il giorno in cui ognuno di questi professionisti dell’odio da tastiera avrà fatto per gli altri solo un centesimo di quello che ha fatto questa ragazza, allora e solo allora, con garbo e rispetto, potranno aprire bocca.
Fino a quel momento, solo silenzio.

Oggi l’Italia festeggia il ritorno alla libertà di Silvia Romano, e questa è davvero l’unica notizia che conta.

 

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

Files:
zip.png Modulo di autocertificazione
(0 voti)

Modulo di autocertificazioine. Mininterno 26 marzo 2020

Data 2020-03-11 Dimensioni del File 456.82 KB Download 87 Scarica

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Cronache&Cronache
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici