fbpx
Menu
A+ A A-

Il cretino e Berlinguer

  • Scritto da 

Una “boutade” di Salvini, esilarante, penosa e provocatoria insieme

salvini divora ciliege 350 mindi Aldo Pirone - “A ciascun giorno basta la sua pena”, dice Matteo nel suo Vangelo riferendo parole di Gesù. A noi capita di non passare giorno senza dichiarazioni penose e anche esilaranti di un altro Matteo per niente evangelico: Salvini. L’altro giorno, prendendo spunto dall’apertura di una sede leghista a via delle Botteghe oscure, dove per oltre cinquanta anni dimorò la sede del Pci, il “bauscia” ha detto che lui e la Lega hanno raccolto “I valori di una certa sinistra che fu quella di Berlinguer, i valori del lavoro, degli operai, degli insegnanti, degli artigiani”.

In quella via il popolo romano si è raccolto molte volte per festeggiare storiche avanzate e vittorie elettorali, altre volte per difendere la sede comunista dagli assalti dei fascisti, altre ancora per sfilare commosso salutando col pugno chiuso e col segno della croce le bare di Togliatti, Longo e Berlinguer. Uomini che hanno incarnato valori diametralmente opposti a quelli di Salvini. Leader protagonisti della costruzione democratica della Repubblica fondata sul lavoro che giganteggiano rispetto ai nanerottoli di oggi dediti allo sfascio dell’Italia, come il “bauscia”. E che sovrastano di molte spanne anche i loro incredibili eredi della sinistra di oggi.

Dovendo dar credito alla inconsapevole e provocatoria “boutade” di Salvini, esilarante, penosa e provocatoria insieme, dovremmo immaginare Berlinguer, affacciato al balcone del “bottegone”, che invece di parlare di progresso sociale, di solidarietà, di diritti dei lavoratori e di quelli civili e di libertà come faceva alla folla che lì si raccoglieva la sera delle gioie elettorali, ringhiasse contro gli immigrati di allora, i meridionali, invocasse la ruspa contro i baraccati (ce n’erano tanti a Roma), inneggiasse alla flat tax per i ricchi, al nazionalismo sovranista e xenofobo, al bigottismo controriformista cattolico ecc.. Cioè ai disvalori leghisti: l’egoismo individuale, l’anti solidarismo cosmico, il populismo becero istigatore all’odio contro i più deboli, gli indifesi, gli “scarti” umani, come dice Papa Francesco. Insomma una rappresentazione orripilante degna del miglior horror cinematografico.

Salvini è la dimostrazione lampante che in Italia la madre dei cretini è sempre molto prolifica. Purtroppo.

 

malacoda 75

Aldo Pirone, redattore di malacoda.it

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Cronache&Cronache
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici