fbpx
Menu
A+ A A-

Lo zio spergiuro

  • Scritto da 

Cronache&Cronache

"...cantare 'Faccetta nera' nella trasmissione 'La zanzara'.."

di Aldo Pirone
ElenaDonazzan 350 minElena Donazzan è assessore all’istruzione della Regione Veneto. Siccome è una nostalgica del fascismo si è messa a cantare “Faccetta nera” nella trasmissione “La zanzara” per testimoniare il suo amore per i tempi “del quando c’era Lui caro lei”.

La Donazzan sa del fascismo quello che le hanno raccontato a casa. Cioè un sacco di balle. Dice di essere appassionata di storia ma non la conosce nemmeno un po’. Siccome a scuola le insegnavano tutt’altro di quello che ascoltava in famiglia, un giorno – racconta - chiese chiarimenti al proprio zio che era stato un militare fascista.

Perché zio sei stato dall’altra parte? Gli chiese. “Bambina – rispose lo zio che si chiamava Costantino" - si giura una volta sola. E la Donazzan aggiunge: “E io lo amo. Punto”. David Parenzo, ebreo, uno dei due conduttori della trasmissione radiofonica ha avuto buon gioco a far notare all’assessore all’istruzione Donazzan che “Se lo zio Costantino avesse vinto io non ci sarei. I miei sono dovuti scappare in Svizzera, grazie anche allo zio Costantino. Mio nonno nel ’42 è dovuto scappare, perché qui non gli facevano fare più l’avvocato. Comunque ringraziamo lo zio Costantino per il grande contributo dato all’Italia”. Il nonno di Parenzo fu fortunato perché oltre a poter continuare a fare l’avvocato fra gli svizzeri evitò anche la camera a gas a cui furono mandati moltissimi ebrei italiani, compresi donne e bambini, consegnati dai fascisti ai nazisti.

A parte questo, che non è poco, anzi è la questione maggiore, l’interrogativo collaterale che sorge su zio Costantino è: ma quante volte ha giurato quest’uomo tanto amato dalla Donazzan? Perché se avesse giurato una sola volta, come fece intendere alla nipotina ignorantina, sarebbe stata quella al re per “adempiere – come diceva la formula del giuramento nell’esercito regio - tutti i doveri del mio stato, al solo scopo del bene inseparabile del Re e della Patria”. Ma essendo stato “dall’altra parte” di giuramenti deve averne fatto un altro che così recitava: ”Giuro di servire e difendere la Repubblica Sociale Italiana nelle sue istituzioni e nelle sue leggi” compresa quella che nella Carta di Verona dichiarava gli ebrei, anche quelli italianissimi, Nazione nemica. In parole povere zio Costantino disse alla nipotina una balla per fare la figura dell’uomo tutto d’un pezzo che tiene alla parola solennemente data. In realtà fu uno spergiuro che collaborò con gli occupanti nazisti a far fuori italiani di ogni confessione religiosa, soprattutto ebraica.

Morale. Primo. Essendo Elena Donazzan assessore all’istruzione nella Regione Veneto, vien da dire: povera istruzione e povero Veneto. Secondo. Le bugie sono costitutive del costume fascista: zio Costantino docet.

 

malacoda 75

Aldo Pirone, redattore di malacoda.it

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Cronache&Cronache
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici