fbpx
Menu
A+ A A-

Mastracci: Cos'è stato UNOeTRE.it per me?

Daniela Mastracci, docente di Storia e Filosofia al liceo di Ceccano. E' stata impegnata anche nella Redazione di UNOeTRE.it

20anni1e3it minHo saltato il giorno perché i giorni, in questi giorni, passano quasi in uno stato di torpore adrenalinico.
Lo so, è una contraddizione in termini, ma forse restiamo a bocca spalancata dinanzi alla contraddizione perché non siamo più abituati a vederle, a sentirle, a pronunciarle. Il discorso si fa piano, lineare, senza increspature, quasi a specchiare una realtà altrettanto piana, lineare, senza increspature. Illusione, soltanto una menzogna lenitiva, ci fa star tranquilli e fiduciosi che la realtà non sia pregnante e vibrante di non detto, di non fatto, non visto, e però quel non visto si fa tanto più magmatico e potente, perché celato allo sguardo di chi non vede doppio, come quando si fissa lo sguardo davanti a sé verso un punto lontano e all'improvviso quel punto si sdoppia e non capisci più quale sia vero e quale un'illusione ottica. Ecco qui sta il punto: forse in quel doppio c'è il vero, in quel vedo e non vedo, in quelle pieghe sfumate, in quei contorni indefiniti. ....allora forse dire torpore adrenalinico può riuscire più comprensibile: un così tanto da fare che addormenta le facoltà del giudizio, della memoria, dell'attenzione all'altro, delle relazioni, delle cose importanti della vita: un fare senza fine, addormenta i sentimenti, dilaziona, rimanda...e allora poi dimentichi.

Ma ad un certo punto dici basta: ora mi fermo e ricordo, ora penso agli amici, penso ai pezzi della mia vita che non voglio perdere: alla memoria va la custodia degli affetti, delle persone che mi hanno dato e a cui spero di aver dato, relazioni vissute in reciproca fiducia e stima, in accordo, impegno, determinazioni in comune, amicizia...danielamastracci 350 260 min

E allora ho saltato il giorno ma non ne salto ancora, e scrivo che Unoetre è stato incontrare, scrivere, inviare, parlare, organizzare, invitare, leggere, studiare, correre, correggere, non rimandare, rispettare... Condividere, e nel senso più umano e concreto, nel senso di idee insieme, di progetti insieme, di scambio, di consigli, di obiettivi...di forze che si sono fatte forza una con l'altra.
E tutto questo non si dimentica, è scritto dentro, in quel posto dove non arriva vento a spazzarlo via.
Ringrazio Ignazio Mazzoli e Angelino Loffredi perché sono stati loro a farmi incontrare Unoetre.

Pubblicato in MessaggiVentennale
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici