fbpx
Menu
A+ A A-

La "verità" sui socialnetwork

Sigfrido Ranucci REPORT 350 mindi Stefano Balassone - Report (21 e 28 ottobre) ha posto alla pubblica attenzione l’intreccio fra democrazia, giustizia sociale, internet e social network. Come al solito, ha incorniciato l’argomento “impegnativo” tra servizi di interesse più immediato, dalle diverse miscele dei caffè alla fuffa del sale colorato, pagato cento volte il prezzo di quello bianco grazie alle impurità che ne variano l’aspetto. Sta di fatto che la risposta dell’audience è stata molto alta e costante anche riguardo ai social, comprese le parti più “da esperti”, come la compravendita dei follower e via scoprendo.

L’inchiesta, quando si dice “il caso”, è arrivata a puntino per istruirci a capire qualcosa di un paio di eventi straordinari che nei giorni scorsi hanno riguardato Facebook e Twitter. Gli ingegneri dell’algoritmo che regola il funzionamento di Facebook si sono dati una mossa scrivendo all’azienda (“che è anche nostra”) per chiederle di smettere di esentare dai normali controlli qualsiasi puttanata promossa a pagamento per conto della politica. Zuckerberg per ora continua ad incassare, ma farfuglia. E intanto Twitter annuncia che dal 22 novembre escluderà la politica dai propri pagati cinguettii.

Ovviamente Trump ci vede un attentato alla “libertà di espressione”; quella sua in particolare, che su Twitter spara balle a tutto spiano. Ma il punto é chiaro: una azienda dei social non può fare lo gnorri e promuovere – pagata – ogni politica menzogna, mentre invece controlla gli annunci commerciali. Stanno arrivando al pettine, in sostanza, molti nodi finora sottaciuti nell’entusiasmo del giocattolo tutto nuovo. Ed è notevole che la buona vecchia tv riesca a porre il tema, in un lampo, all’attenzione dell’opinione pubblica più larga.
Di temi non meno importanti dei social ce ne sono peraltro a iosa, che possono dare smalto, in tv e altrove, al “giornalismo investigativo”; al di là dello sguazzare nei faldoni, fra le tante carte bell’e pronte che tracimano dagli uffici giudiziari.
da La Repubblica, Onda su onda, 5 novembre 2019

Questa volta la rubrica Report, ci sembra, che abbia semplificato, contrariamente alle complesse indagini a cui ci ha abituato e una precisazione vgliamo farla. Si può leggere qui

Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici