fbpx
Menu
A+ A A-

Frosinone fermato in casa anche dal Cosenza

Ciano atterrato in area da Bittante 350 mindi Tommaso Cappella - Nemmeno contro il Cosenza, penultimo in classifica, il Frosinone riesce a conquistare la vittoria. Dopo il pari interno e il ko a Perugia nel turno infrasettimanale, i giallazzurri non vanno oltre il pareggio anche contro calabresi dell’ex Braglia. Ed ora è crisi nera. Occorrerà la classica scossa in un ambiente che evidentemente ancora non riesce a superare la delusione per la retrocessione dalla serie A. Una squadra demotivata e che avrebbe bisogno invece di invertire una rotta che, almeno fino ad oggi, tarda ad arrivare. Anche contro il modesto Cosenza si è assistito ad un incontro nel corso del quale i giallazzurri hanno evidenziato ancora una volta limiti di tenuta e di idee.

Avvio di gara comunque buono da parte del Frosinone che va vicino al gol in un paio di occasioni con Trotta. Poi il Cosenza comincia a prendere le misure e abbassa i ritmi con possesso palla. Al 14’ occasione per Citro, pescato da Vitale: nell'uno contro con Perina tira, palla sul fondo. Al 24’ i padroni di casa passano. Dalle retrovie gran lancio di Brighenti per Ciano che entra in area e viene steso da Bittante. E’ calcio di rigore e questa volta il fantasista giallazurro non sbaglia. Al 35’ uona occasione in attacco per il Frosinone.

Protagonista Zampano con una galoppata sulla fascia sinistra, che ha preceduto il cross rasoterra, poi messo fuori in mischia dalla difesa del Cosenza. Poco prima del riposo occasione per il Cosenza: cross dalla fascia sinistra, per il taglio dell'esterno opposto, Bittante, che cerca il piatto sul secondo palo, palla fuori di pochissimo. Nella ripresa non passano nemmeno cinque minuti che gli ospiti pareggiano: Baez serve Carretta il quale, con un controllo di tacco, elude la marcatura di Zampano, conclusione in rete e Iacobucci è battuto. Il Frosinone accisa il colpo e fa fatica a portare pericoli alla porta calabrese. Nel finale c’è arrembaggio canarino: al 39’ cross di Paganini, sponda di Novakovich e tiro di Citro, parato. L’occasionissima arriva al 45’ quando il neo entrato Tribuzzi tira dai 25 metri ma la palla si stampa sul palo e gara che si conclude quindi sul’1-1.

Ora, con la classifica che continua ad essere preoccupante, il Frosinone è atteso dalla difficile trasferta in casa della Salernitana e su un campo che è sempre risultato ostico per i colori giallazzurri.
Magari l’auspicio è che, in un solo colpo, si possa sfatare il tabù “Arrechi, si colga il primo successo esterno e, soprattutto, si lasci una situazione da classifica che questo Frosinone, per il valore del suo organico e per i suoi meravigliosi tifosi, non merita affatto. Ma ci vogliono forza, coraggio e intraprendenza, oltre ad una buona dose di fortuna, che, fino ad oggi, non ha proprio assistito Gori e compagni.
Tommaso Cappella
Giornalista volontario in pensione

Pubblicato in Sport notizie
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici