fbpx
Menu
  • Sport
A+ A A-

Il Frosinone conquista un buon punto a Vicenza

Frosinone calcio

 Ed ora il Frosinone è atteso dal delicato match interno con la Reggina

di Tommaso Cappella*
Novakovich contrastato 370 minPari e patta per il Frosinone. Alla ripresa delle ostilità, dopo la pausa di due settimane e reduci dalla immeritata sconfitta interna con la Spal, i giallazzurri, in attesa di recuperare la gara con il Pisa, rinviata per il Covid-19, escono comunque con un punto dal “Menti” al cospetto del Lanerossi Vicenza, allenato dal cassinate Mimmo Di Carlo, e capace di andare a vincere alla grande in casa del quotato Brescia, prima della sosta. Un pareggio che però, almeno per il momento, mette in serio pericolo un posto addirittura nei playoff.

Per questa trasferta il tecnico Nesta, dopo aver recuperato, nella gara interna con la Spal, sia Brighenti che Novakovich, negativi dopo il doppio tampone di controllo al Covid-19, per lo stesso motivo ritrova anche tutti gli altri elementi della rosa. Assenti quindi per infortunio i vari Capuano, Ciano, Luciani e Baroni. A disposizione invece il neo acquisto Millico che però parte dalla panchina. Rispetto al ko con la Spal, l’allenatore giallazzurro presenta quindi tre novità, tornando al 3-5-2: dentro Ariaudo, Carraro e Novakovich, fuori Gori, Vitale e Tribuzzi. In avvio ritmi bassi e prima occasione che capita comunque al Frosinone al 10’: grande azione di Boloca che semina il panico e salta un paio di avversari, cross a rimorchio per Novakovich il quale tira ma Grandi si supera. I padroni di casa cercano di impensierire la retroguardia ospite, molto attenta e concentrata comunque. Al 24’ Carraro è in buona posizione per un tiro, ma svirgola e l’azione sfuma. Risponde il Vicenza al 33’ con Da Riva che innesca in area Meggiorini il quale però calcia alto di mancino. Senza eccesivi sussulti su chiude il primo tempo sul nulla di fatto.

Nella ripresa il Frosinone cerca di alzare i ritmi, ma il Vicenza si fa rispettare e al 9’ Cinelli s'inserisce in area, il suo colpo di testa è debole, para Iacobucci. Rispondono i giallazzurri con una conclusione potente ma imprecisa di Beghetto, palla sul fondo. Al 10’ esordio del neo acquisto Millico che subentra a Parzyszek. La gara non decolla e Vicenza che prova a far male. Al 16’ clamoroso errore di Iacobucci che rinvia sul corpo di Gori, sulla seconda palla l'attaccante calcia e il portiere respinge con il piede. Tre minuti dopo, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, gran tiro di Da Riva dalla distanza, palla fuori di un niente. La squadra di Mesta non incide e accusa anche un tantino di stanchezza. Ci credono i biancorossi e provano a passare, con il Frosinone che fa fatica ad imbastire azioni degne di nota. E così, dopo tre minuti di recupero, le due squadre chiudono le ostilità sullo 0-0.

Ed ora il Frosinone è atteso dal delicato match interno con la Reggina, in programma sabato prossimo alle ore 14,00, valido pe la l’ultima giornata di andata del campionato di serie B. Con la rosa che è tornata a disposizione di Nesta e con il mercato aperto, è innegabile e auspicabile che da Brighenti e compagni ci si aspetti un immediato ritorno alla vittoria. La classifica è alquanto deficitaria e ci vorrà un Frosinone a mille in vista soprattutto del girone di ritorno per tornare nei quartieri nobili della stessa.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

Pubblicato in Frosinone Calcio
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici