fbpx
Menu
  • Sport
A+ A A-

Frosinone impatta in casa con il fanalino di coda Pescara

Frosinone calcio

Gara noiosa.I giallazzurri non vanno oltre il pareggio

di Tommaso Cappella*
Kastanos Dessena 390 Fr 19.2.21Non si ripete il Frosinone in casa addirittura contro il fanalino di coda Pescara del neo tecnico Grassadonia, subentrato in settimana a Breda. Dopo aver spezzato il lungo digiuno con la vittoria in quel di Chiavari contro la Virtus Entella, i giallazzurri non vanno oltre il pareggio contro gli abruzzesi al termine di una gara molto noiosa e che ha riservato pochissime emozioni. Giornata storta soprattutto da parte di alcuni elementi chiave, capaci di sbagliare anche le cose più semplici. E così la classifica torna a farsi preoccupante, con i playoff che si allontanano nuovamente. E torna in discussione anche la posizione del tecnico Nesta.

Quest’ultimo, rispetto al vittorioso match di Chiavari, ritrova Capuano che ha scontato la giornata di squalifica e il portiere Iacobucci, ma deve rinunciare ancora agli acciaccati Tribuzzi, Millico e Brignola, ai quali si è aggiunto in settimana D’Elia, oltre agli infortunati di lungo corso Baroni, Luciani e Ciano. Presenta quindi tre novità: dentro Brighenti per Curado, Capuano per Ariaudo e Salvi per D’Elia. Subito in avanti il Frosinone e ospiti che si difendono con qualche affanno. Al 18’ avanza Iemmello e dal limite tira con Fiorillo costretto a mandare in angolo. Il Pescara tenta di impensierire la retroguardia giallazzurra, ma non trova sbocchi. Ci prova Rodhen al 27’, palla alta. Al 38’, per un fallo di Dessena su Kastanos, batte la punizione dal limite Salvi, sfera di un niente sopra la traversa. Subito dopo cross di Rohden, anticipa tutti Iemmello di testa, ma non inquadra la porta. Sul nulla di fatto termina la prima frazione di gioco.

Nella ripresa, dopo soli cinque minuti, Pescara vicinissima al gol: perde palla Brighenti a vantaggio di Odgaard il quale entra in area ed è eccezionale Bardi nel respingere il suo tiro. Risponde il Frosinone al 9’: mischia in area e palla messa fuori dalla difesa ospite, poi tiro a rimorchio di Maiello, ancora una volta in curva. Gara comunque molto noiosa. Al 24’ scambio tra Salvi e Brighenti con quest’ultimo che di testa manda incredibilmente a lato. Si scuote il Pescara e, vista anche la sua precaria classifica, decide di giocarsela, riversandosi nella metà campo avversaria. Al 31’ Machin tira sul primo palo da posizione defilata, quasi impossibile, palla sul fondo. Insistono gli ospiti, ma sono i padroni di casa a mancare la vittoria e tre punti in pieno recupero: Fiorillo perde il pallone in uscita dopo aver agguantano il cross di Maiello, è lesto Boloca sulla respinta ma la palla finisce alta, a porta vuota.

E adesso il Frosinone, per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie B, è atteso dalla insidiosa trasferta allo “Zini” contro la Cremonese degli ex Terranova, Valzania e soprattutto dell’indimenticato bomber Daniel Ciofani. Ci si aspetta naturalmente la solita squadra da trasferta, dove ha colto cinque delle otto vittorie sin qui ottenute. All’andata i giallazzurri vinsero di misura grazie al gol di Rohden al 38’ della prima frazione di gioco. Ci sono in ballo credibilità e, soprattutto, un posto nei playoff da centrare assolutamente.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

Pubblicato in Frosinone Calcio
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici