fbpx
Menu
  • Sport
A+ A A-

Il Frosinone concede il bis, battuta la Spal a domicilio

FROSINONE CALCIO

Per il Frosinone ultima “fatica” allo “Stirpe”, il 7 alle 14,00: Lanerossi Vicenza

di Tommaso Cappella*
Gioia Novakovich 380 minNemmeno il tempo di gioire per la ritrovata vittoria interna contro il Pisa dopo quasi cinque mesi di digiuno, che ha permesso di fare un decisivo balzo verso la salvezza, e il Frosinone va a vincere per 1-0 anche a Ferrara al cospetto della Spal. Tre punti che consentono di raggiungere la matematica salvezza, anche perché l’Ascoli ha pareggiato 2-2 in quel di Reggio Calabria e il Cosenza è uscito sconfitto nettamente per 4-0 da Empoli, con quest’ultima promossa matematicamente in serie A con due turni di anticipo. Una gara giocata in modo gagliardo e determinato parte dei giallazzurri i quali, anche grazie quindi a questa vittoria, possono tirare un sospiro di sollievo dopo le tante vicissitudini che li hanno accompagnati nel corso di questa stagione. A due giornate dal termine la classica quindi è tranquilla e non desta più preoccupazioni.

Per questa trasferta il tecnico Grosso ritrova Salvi che ha scontato il turno di squalifica, ma deve rinunciare agli infortunati Vettorel, Curado, Luigi Vitale e Baroni, ai quali in settimana si è aggiunto D’Elia. Rispetto al vittorioso match con il Pisa apporta solo due novità: in difesa Ariaudo rileva Szyminski, mentre il rientrante Salvi prende il posto dell’acciaccato D’Elia. Entrando nell’analisi della gara, a parte un’entrata killer di Sernicola su Brighenti nei primissimi minuti di gioco, accade poco o nulla fino al 12’ quando proprio Sernicola indirizza a rete, ma Bardi è bravissimo a deviare in angolo. Il Frosinone agisce di rimessa e ogni tanto si affaccia dalle parti della porta difesa da Berisha. I ritmi bassi non consentono comunque di assistere ad azioni degne di nota, con i giallazzurri che giocano tranquilli senza tanti patemi d’animo. Prima frazione che pertanto si conclude sul nulla di fatto.

In avvio di ripresa Frosinone vicinissimo al gol con Salvi, ma il suo gran destro dal limite trova il piede di Okoli e pallone in angolo. Il vantaggio ospite arriva però al 4’: Novakovich serve Parzyszek in area che viene travolto da Mora prima di impossessarsi del pallone, il conseguente calcio di rigore è trasformato proprio dall’attaccante americano. La squadra di Rastelli non ci sta e si riversa nella metà campo avversaria alla ricerca del pari. Il tecnico biancazzurro inserisce Asencio e Paloschi, quest’ultimo in passato autentica “bestia nera” dei giallazzurri. Ma è ancora il Frosinone a rendersi pericoloso al 20’ quando Zampano sulla sinistra entra in area, tira in diagonale e Berisha si deve superare. Al 27’ proprio il neo entrato Asencio divora il gol del pari; solo davanti a Bardi spedisce la sfera sopra la traversa. Dopo due favorevoli occasioni non sfruttate da Ciano e Tribuzzi la gara si chiude con il meritato successo, il secondo di fila, per i ragazzi di Grosso.

Ed ora si torna subito in campo. Per il Frosinone ci sarà l’ultima “fatica” allo “Stirpe” dove venerdì alle ore 14,00 arriva il Lanerossi Vicenza, reduce dalla sconfitta 3-0 tra le mura amiche con il Brescia. Da Brighenti e compagni ci si aspetta chiaramente il terzo successo di fila, il secondo interno, e altri tre punti che consentirebbero di risalire in classifica per conquistare una posizione più consona ai valori di una squadra che avrebbe dovuto recitare un ruolo da protagonista in questo disgraziato campionato di serie B. Ma così non è stato.

*Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione

Pubblicato in Frosinone Calcio
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici