Menu
A+ A A-

The Good Doctor ha spopolato ieri, martedì, su Rai1

The Good Doctor 350 260 mindi Stefano Balassone, da Left Wing - The Good Doctor ha spopolato ieri, martedì, su Rai1. Noi eravamo impegnati a farci prima una partitella di burraco e poi a rileggerci Don Chisciotte, ma avendone intravisto il trailer abbiamo capito che il protagonista è un chirurgo dotato di super poteri grazie all’autismo. Un tipo di eroe già conosciuto col Rain Man di Dustin Hoffman, l’ennesima variazione sul tema del “difetto” che rende possibile una qualche straordinaria virtù. Tant’è che le fiabe sono piene di situazioni in cui l’accorto protagonista (Principe, Principessa, Avenger, etc) se la cava se e in quanto sappia riconoscere l’aiuto fatato nascosto sotto una pelle d’asino, una condizione umile, un qualsiasi tipo di handicap.

Cosa ci suggerisce questo meccanismo? Che non dobbiamo disprezzare nulla a priori perché da dove meno te lo aspetti può scappar fuori il tipo che ci guarisce, arricchisce, sfama, illumina? Oppure che se un signore caratterizzato da una grave “anormalità” guarisce i moribondi e raduna cinque milioni di spettatori, anche i limiti della nostra personalità, quelli che cerchiamo giornalmente di camuffare, ad esempio limiti di conoscenza o ruvidezze di carattere, anziché limiti siano promesse di virtù, e quindi virtù punto e basta?

Insomma, la positività inaspettata del difetto ci induce all’accoglienza o all’autosufficienza? Alla collaborazione globalista o all’autoreferenza sovranista?
Come sempre accade in materia di comunicazione, è probabile che la risposta esatta sia: entrambe. Nel senso che chi è di per se aperturista troverà nelle imprese del Good Doctor la conferma della propria progressista lungimiranza. Mentre chi si sente assediato da un mondo che gli rinfaccia le inadeguatezze, rovescerà in positivo quel che gli viene rinfacciato come negativo.

Il punto è che le situazioni mass mediatiche, dalla folla confluita in una piazza fino alle audience televisive sono aggregati di singoli che se la cantano e suonano qualsiasi cosa avvenga sui palchi o negli schermi. Perché siamo noi che “manipoliamo” la comunicazione e non, come ingenuamente ma imperdonabilmente si pensa, il contrario. Chiamatela, se volete, teoria della predestinazione di senso, rubando al protestantesimo il meccanismo della predestinazione alla Grazia.

Però, dai pulpiti come dagli schermi, il dubbio della predestinazione non esime dallo sforzo della verità, dal dovere di cercare di dinamizzare le opinioni correnti, anziché lasciarle a se stesse e lisciarle per quel che ci pare che siano. Questa e una delle due staffe, quella eroica fino alla velleità, che coincide con il quid culturale del Servizio Pubblico. Mentre la seconda staffa riguarda il campo delle strategie industriali.

Se il top Rai di fresca nomina riuscisse a tenere i piedi in entrambe le staffe grideremmo al miracolo. Ma, visto che il Good Doctor fa quel che fa, noi, contro tutte le attese, stiamo già irragionevolmente aguzzando la vista in attesa dell’improbabile prodigio.
18 luglio 2018

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici