Menu
A+ A A-

Opes, il “Giardino dei Cinque Sensi” riapre i battenti

Giardino dei cinque sensi 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Tra le attività presso la struttura di Corso Lazio a Frosinone, gestita dall'Opes, è da annoverare anche il “Giardino dei Cinque Sensi”. Uno spazio verde a ridosso dei campi di calcio e calcio a5 che è prossimo ad avere la sua definitiva funzionalità. Ci sono voluti tempo, lavoro e anche risorse economiche da parte dello stesso ente di promozione sportiva per farlo tornare efficiente e aperto al pubblico. E' Massimiliano Armellini, presidente provinciale dell'Opes, ad illustrare la situazione. 

«Abbiamo in gestione gli impianti di Corso Lazio – esordisce il responsabile provinciale – dopo la gara d'appalto indetta dal Comune di Frosinone. Oltre al campo di calcio e a quello di calcetto, l'appalto, espletato nel 2016, prevedeva anche la gestione del “Giardino dei Cinque Sensi”, uno spazio verde con tanto di parco giochi e un piccolo campo di pallacanestro. Naturalmente era in un grave stato di abbandono soprattutto per quel che riguarda la flora. Ci siamo messi con tanta pazienza, cura e un investimento di 5 mila euro, tanto che abbiamo notato con stupore che l'erba e le piante riprendevano vita».

Nonostante tante difficoltà, anche burocratiche, ora siete quindi in grado di mettere a disposizione delle famiglie e dei bambini questo polmone verde in una zona come Corso Lazio?
«Debbo dire che, quando siamo entrati in possesso di questa struttura, le condizioni generali lasciavano a desiderare. Il campo di calcio versava in condizioni precarie, tanto che il manto erboso è stato rimesso a nuovo. I lavori hanno riguardato il lasso di tempo tra giugno e ottobre 2016. Il “Giardino dei Cinque Sensi” è stato invece fatto oggetto di atti vandalici, tanto che abbiamo dovuto chiuderlo. Per cui avevamo chiesto all'amministrazione comunale e ai cittadini il rilascio di un tesserino assicurativo al costo di 8 euro l’anno per l'accesso alla struttura, ma la proposta non è stata recepita, anzi è stata rifiutata in modo drastico. Occorre tenere presente che, in caso di incidenti o infortuni all'interno dell'impianto, è responsabile l'Opes. E' comunque in funzione la video sorveglianza, e questo è già un buon risultato. Nei prossimi giorni provvederemo alla tinteggiatura e a dotare gli spazi con scivoli e attrezzature varie. Sarà in funzione anche il piccolo campo di basket. Nonostante il bastone tra le ruote attuato da qualcuno, dobbiamo dire che il nostro impegno concreto, non è mai mancato e quindi le risposte che stiamo dando sono sotto gli occhi di tutti».

Intanto sta per partire anche l'attività agonistica con tutti i campionati al via?
«Siamo pronti per una nuova stagione che ci auguriamo possa essere ancora una volta foriera di risultati e soddisfazioni - conclude Massimiliano Armellini – Si partirà con il calcio a11 e via via tutte gli altri campionati. Tengo a ribadire che stiamo investendo molto su questo impianto, proprio per dare risposte alla città per quanto riguarda lo sport e il tempo libero. Senza dimenticare che siamo vicini a chi ha più bisogno come nel caco del Comitato Italiano Paralimpico-CiP Lazio, e sta per partire il Servizio Civile con due addetti. Ma soprattutto siamo orgogliosi e felici di aver contribuito a far tornare a casa il Frosinone calcio, dal momento che tutta l'attività di base si svolge qui a Corso Lazio».


*giornalista volontario in pensione

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici