fbpx
Menu
A+ A A-

Frosinone, immeritato ko con l'Udinese

Dionisi dopo il gol a Udinese 350 mindi Tommaso Cappella* - Aria di smobilitazione in casa Frosinone che subisce un altro ko interno, questa volta per mano dell'Udinese che, a due giornate dal termine del campionato di serie A, deve però ancora lottare per la salvezza, dopo la vittoria dell'Empoli in casa della Sampdoria. I giallazzurri, retrocessi al termine della sfida pareggiata 2-2 in casa del Sassuolo, hanno affrontato la squadra di Tudor con la mente ormai rivolta altrove e, quindi, senza gli stimoli giusti per cercare magari di conseguire un risultato positivo. Una gara che ha visto Paganini tra i migliori in campo e il ritorno al gol dopo un lunghissimo digiuno da patte di Dionisi, anche se non è servito per evitare la sconfitta.

Primo tempo comunque in balia dei friulani. Dopo un tentativo di Pinamonti con l'ex De Maio a liberare in angolo, all'11' l'Udinese passa: azione del tutto personale di Okaka che parte dai trenta metri, protegge col fisico la sfera e va via a Sammarco e Capuano, tirando in diagonale sul secondo palo. Il Frosinone si scuote e ci provano i vari Paganini, Valzania e Ciano, quest'ultimo soprattutto su calcio piazzato. Si da un gran da fare anche Daniel Ciofani, ma al 41' la squadra di Tudor raddoppia. Da calcio di punizione De Paul crossa sul secondo palo, palla facile per Samir che schiaccia di testa in fondo al sacco. E poco prima del riposo arriva addirittura il tris. Ancora De Paul recupera palla a centrocampo e pesca Lasagna in area di rigore, su di lui esce Bardi lasciando la porta vuota, lo stesso Lasagna serve così Okaka al centro dell'area di rigore che libero, trova facilmente il tap-in. Nella ripresa l'Udinese contreolla la sterile reazioin e del Frosinine. Al 20' entra Dionisi per Daniel Ciofani. Alla mezz'ora tenta il tap-in Paganini, Musso respinge con i piedi, Frosinone anche sfortunato, non riesce a trovare il gol. Al 40' però i giallazzurri vanno a segno: da calcio d'angolo il colpo di testa proprio di Dionisi sorprende Musso. Finisce così 3-1 per l'Udinese.

A due giornate dal termine del torneo, per il Frosinone ci sarà domenica prossima alle ore 18,00, a meno di posticipo alle 20,30 come richiesto dalla società rossonera, a San Siro l'impegno con il Milan, in lotta per un posto in Champions League, per poi chiudere allo “Stirpe” con il già da tempo retrocesso Chievo Verona. E' chiaro che ci si aspetta una prova d'orgoglio da parte dei giallazzurri, proprio perché hanno tutto da guadagnare e nulla da perdere contro una squadra blasonata come lo è sicuramente il Milan. Se lo augurano soprattutto i tifosi i quali si apprestano a vivere di nuovo una stagione tra i cadetti che ci si augura possa essere di passaggio per poi tornare nella massima serie già a giugno dell'anno prossimo. Nel corso della gara contro l'Udinese, tra l'altro, la parte calda del tifo giallazzurro ha anche esposto uno striscione con scritto: “Il nostro amore il finale ignora, cio' che conta è noi due ancora”. Chiaro messaggio d'amore da parte di tifosi a squadra e società.

*giornalista volontario in pensione

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici