fbpx
Menu
A+ A A-

Frosinone, Ceccano, Anagni, un grande progetto politico per sconfiggere l’inquinamento

  • Scritto da  Pietro Alviti

S.Maria a fiume 390 260 mindi Pietro Alviti, Professore Vice Preside del Liceo Scientifico di Ceccano  - La schiuma e la puzza colpiscono i nostri sensi e subito ci ribelliamo, scriviamo, contestiamo, chiediamo interventi. Purtroppo però quella che, abbandonato lo splendido nome geografico di Valle Latina, ormai è chiamata Valle del Sacco, aggiunge a tali inquinanti avvertibili, tante altre terribili sostanze che sono state sparse in tutto i territorio soprattutto per l’incapacità della politica di controllare e gestire il territorio. I comuni sembrano essere gli uni contro gli altri, come se non respirassimo la stessa aria, non fossimo tutti esposti al lindano, non vedessimo tutti la schiuma che compare sui corsi d’acqua.

Dovremmo imparare dalla storia che troppo spesso dimentichiamo. Alla fine degli anni 80 la parte bassa di Ceccano era ossessionata da un puzzo indicibile, in confronto del quale gli effluvi attuali sembrano profumi. Era sufficiente avvicinarsi a Piazza Berardi per essere presi alla gola da una sensazione di mancanza di respiro, con la meraviglia di vedere gli abitanti della zona che ci convivevano per assuefazione. Ebbene in quei mesi nacque un movimento di opinione, forte dell’alleanza di tutti gli schieramenti politici che portò ad un interessamento diretto del governo con l’approvazione di un grande progetto di disinquinamento del fiume Sacco: 5 depuratori, da Colleferro a Ceccano, affidati alla Termomeccanica di Genova.

Il progetto partì con grandi ambizioni: i depuratori avrebbero restituito al Sacco acqua potabile. Se ne costruì uno soltanto e non completamente, quello di Ceccano. Gli altri 4 bloccati dalla burocrazia e dal disinteresse delle popolazioni che vivevano apparantemente lontano dal fiume. Si svegliarono vent’anni dopo con le mucchie avvelenate nei campi. Proprio da questa storia dobbiamo capire che non è possibile lottare contro l’inquinamento se le comunità e le forze non si uniscono a cominciare da una grande mobilitazione contro le polveri sottili. Non possiamo combattere le condizioni meteo e l’assenza di vento ma possiamo abbattere fortemente la produzione di pm10 derivante dagli impianti di riscaldamento, la grande maggioranza dei quali alimentati da legna e da pellet. Eppure la nostra valle è completamente metanizzata: il gas naturale arriva dappertutto o quasi ed invece le famiglie si scaldano con la legna perché è più economica.

Ecco la funzione della politica: una grande rivendicazione dello stato di emergenza da polveri sottili, per tutte le conseguenze che hanno sui costi del sistema sanitario e sulla salute dei cittadini, e perciò la richiesta di un forte abbassamento delle accise sul metano per ridurne drasticamente il costo e renderlo più conveniente rispetto alla legna e al pellet; incentivi ulteriori per l’installazione di energie rinnovabili, convenzioni con le banche per il prestito delle somme necessariie a tassi convenienti; ed anche installazione controllata di filtri per le canne fumarie dei camini. Si tratta di una grande operazione politica che avrebbe immediati effetti benefici sull’aria che respiriamo ma regione, provincia e comuni devono essere un unico fronte compatto.

 

questo brano è pubblicato anche su =  https://pietroalviti.com/2019/01/27/frosinone-ceccano-anagni-un-grande-progetto-politico-per-sconfiggere-linquinamento/

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici