fbpx
Menu
A+ A A-

I nostri patrimoni non sono minacciati dal fondamentalismo islamico ma dalla incuranza e dalla inadeguatezza della loro conservazione

majadesnuda francisco goya n degasperis 30gen16 350 260Nadeia De Gasperis - Il mio trisavolo, Tommasino Giacchetti, dipingeva affreschi nelle chiese di roma. Alla fine di ogni commessa, lasciava a margine delle sue opere il suo personale commento,un piccolo inferno, a un angolino del dipinto, dove amava collocare vescovi, cardinali e membri dell’alto clero. Questa espressione dei vizi di cui circondava il calvario di Cristo, degna di un pittore fiammingo, gli valeva ogni volta la revoca del suo compenso. Così, avendo ormai disperato e affamato la famiglia, i figli, ormai adulti, presero la loro strada, lasciarono la capitale recandosi in luoghi diversi. Tra questi, il mio bisnonno Aristodemo e alcuni fratelli raggiunsero Sora. Nella città seguirono le orme del padre, salvo le esecrabibli iniziative che avevano compromesso il suo talento. Dipingevano affreschi nelle chiese ma collocando ognuno al suo posto, o almeno, al posto assegnato, senza prendersi la briga delle eventuali peregrinazioni tra inferno e paradiso.
Il gennaio del 1915, il bisnonno Aristodemo salvato il salvabile, non appena fece per uscire dal portone della sua casa, si lasciò alle spalle le macerie del crollo totale. Con essa, gli affreschi alle pareti. Come lascito della regina, furono assegnate ai terremotati delle nuove abitazioni.

Il vecchio rimedio di coprire la realtà

Il modo migliore che conosceva per addomesticare quelle pareti e conferire un fregio di familiarità alla casa, fu quello di affrescare le pareti con i suoi soggetti preferiti: veneri nude. Ma la bisnonna Giulia, con il suo temperamento autoritario, ordinò lui di coprire con dei veli le donne ignude, che quella indecenza non doveva dimorare un minuto di più nel suo soggiorno.Maja vestita In fondo nonno aveva conservato, seppure in forma recessiva il gene della trasgressione, lo pensavo ogni volta che osservavo un quadro che dominava il salottino di nonna Maria. Una scena familiare di una donna e due bambini, che io sin da piccola ritenevo una sua interpretazione personale della famiglia “sacra”, che non poteva essere ingabbiata in una convenzione iconografica di pochi eletti. Sebbene fosse una scena familire come un’altra, nessuno potrà affrancarmi da quella convinzione.
Veli pietosi sullo “stato dell’arte”, in Italia, dovevano essere calati molto tempo prima.
il nostro patrimonio artistico è stato minacciato non dal fondamentalismo islamico ma dalla incuranza e dalla inadeguatezza della sua conservazione, ma ci accorgiamo del valore delle cose solo quando ci sentiamo minacciati. Il valore della famiglia, quando qualcuno rivendica il diritto di farsene una un po’ diversa dalla nostra, il valore dei “valori”, quando sono minacciati da un altro credo, il valore della donna, quando diamo la caccia spietata al mostro, il valore della vita, quando un padre, in virtù della forza del suo amore, aiuta una figlia a lasciare la terra con dignità, o quando dobbiamo dare la caccia alle streghe. Con questa storia delle statue coperte, mi viene in mente quel gioco, dove si copre una immagine e bisogna ricordarne i dettagli... ricordiamo i contorni della donna/uomo che amiamo? la nuda fragilità delle vite che ci passano accanto? i dettagli della nostra identità?

30 gennaio 2016

cliccare sulle foto per ingrandirle

 
Vuoi dire la tua su unoetre.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

regime-attività

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici