fbpx
Menu
A+ A A-

Al Presidente del Consiglio Matteo Renzi

matteo renzi lingua 350 260Nadeia De Gasperis - Caro Presidente del Consiglio,
“caro” è un ossimoro ma di figure retoriche è più esperto lei. Ancora una volta ha perso una buona occasione per tacersi. L’italietta che ripudia, quella che si occupa di cose piccole come una elezione amministrativa, suona in assonanza con “siparietto”, quello dei funzionari di partito, che nel corso della campagna elettorale, arrivati dalla capitale, hanno solcato le strade della mia cittadina-ina per elargire larghi sorrisi ai cittadini –ini-ini chiamati all’impegno del voto. Certo l’impresa non è valsa la spesa, visto che il paesello di montagna ha partorito il topolino. “Parturient montes, nascetur ridiculus mus”. A proposito di ridicolo, e di italietta e di siparietti, la marcia su Sora, promossa da un gruppetto di “camicie nere” che hanno appoggiato insieme al PD la coalizione del sindaco di turno, canticchiando canzoncine fasciste, rimandava alla memoria di una nostalgica esibizione a cui ci sottoponeva la maestra di ginnastica nel lontano ’83. Nel cortile interno della scuola elementare Arduino Carbone sembravamo tante piccole balilla.
Ma le manovre, non quelle composte della marcetta, quelle che ratificano gli apparentamenti, non sono poi governate dall’alto delle stanze dei bottoni? O non riuscite più a tenere le fila?
Certo anche lei è stato sindaco di una città, prima che gli argini cedessero, e dovrebbe sapere bene che l’italietta che è chiamata al voto delle amministrative, decide del fututo del Paese, salvo poi essere eletti per volontà divina come è accaduto a lei, e infatti per ogni nuovo gesto di efferata democrazia che ci riserva ci viene da escalmare “che Dio gliene renda merito”.
Ma sulla scia delle azioni volte ad espugnare la democrazia, si potrebbe tentare anche di ripristinare un suffraggio ristretto e scegliere quale popolino escludere dal voto.
Sì, a volte verrebbe voglia di assecondarla, quando per esempio esponenti del suo partito, davanti ai seggi, portavano i registri dei presenti, per quello slancio di gratitudine che vi contraddistingue, forse per ringraziare gli elettori uno a uno.
Quel partito, che sotto l’egida della coscienza pura si è consacrato a una “santa alleanza” con la destra becera, precludendosi qualsiasi contatto con la sinistra.
L’Italietta che ripudia è quella degli uomini e delle donne che rinnovano contratti di lavoro ogni due giorni, delle donne che firmano contratti in bianco, degli operai incatenati ai cancelli del proprio futuro, degli insegnanti che distribuiscono volantini davanti a un discount, dei precari che compiono 800 km per un concorso farsa, dei pensionati che rovistano nei cassonetti, delle guerre tra poveri, dei cervelli in fuga e delle anime in pena.
Anche dalla distanza che si prende dal popolo, nasce la disaffezione per la politica, ma per fortuna esiste una buona politica che declina le proprie azioni sul bisogno di serenità della gente. A volte si potrebbe guardare all’italietta per trovare spunti di rinnovata compostezza.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo UNOeTRE.it

regime-attività

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici