fbpx
Menu
A+ A A-

Incontro con Massimiliano Smeriglio al Museo Archeologico di Sezze

  • Scritto da  Comitato Sezze Benecomune

Smeriglio a Sazze 350 260 minComitato Sezze Benecomune - “Verso Pizza Grande”, La rigenerazione parte da qui.
Le diverse personalità che si sono confrontate durante il dibattito politico che si è svolto nel pomeriggio di giovedì 20 settembre al museo archeologico di Sezze (LT), sono state mosse dalla volontà di iniziare un dialogo con spirito di condivisione, che potrebbe generare nuovi scenari politici.

I relatori presenti sono stati Carla Amici (sindaco di Roccagorga), Damiano Coletta (Sindaco di Latina), Simona D’Alessio, Gennaro Di Fazio, Rosa Giancola, Edvige Gioia, Carlo Pietrosanto, Emiliano Scinicariello. Ha concluso i lavori Massimiliano Smeriglio (Vicepresidente della Regione Lazio) e sono stati coordinati da Rita Palombi (Consigliere Comunale del Movimento civico di Sezze).

In questo delicato momento storico, stare “affacciati sulla riva del fiume” non rappresenta un atteggiamento responsabile e uno dei mali che ha generato muri tra le varie forze politiche, si chiama “pregiudizio”.

Le rappresentanze politiche hanno deluso le aspettative delle comunità, tanto da contribuire in maniera negativa all’affermazione di climi alimentati dall'odio, dal livore e dalla paura nei confronti di chi vive una condizione umana peggiore della nostra. Nel tempo che stiamo vivendo, caratterizzato da confronti/scontri sui social all'ordine del giorno, la politica va resa pragmatica nell'ottica di valorizzare i contenuti del confronto dialettico senza mai perdere di vista il rispetto delle regole civiche e il contatto con la realtà che ci circonda. I valori che accomunano e rendono collegiale una proposta politica, nascono dalla volontà di essere più inclusivi e sensibili alle esigenze del prossimo e per poter riflettere sugli scenari futuri che si vanno definendo è fondamentale ritrovare il senso comune della democrazia.

“Lo smarrimento generale potrebbe risolversi con una unità d’intenti sui temi e rigenerando la politica con le persone e il loro bagaglio di vita”, afferma Massimiliano Smeriglio nel suo discorso, “lasciando spazio alle nuove figure che si affacciano sul panorama politico e ripensando così ad una piazza che vede protagonista un movimento popolare.”

“Per essere incisivi, inoltre, si deve ripartire dalle scuole perché è in quel luogo che si formerà la società futura ed è in quei luoghi che è più sviluppato il processo d’integrazione affinché si possa affermare una società più inclusiva, plurale e progressista .”

Anche la nutrita e rappresentativa platea è stato un segno positivo per poter proseguire un cammino sicuramente lungo e articolato ma necessario per il superamento di questa crisi di valori umani.

Pubblicato in Latina e provincia
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici