fbpx
Menu
A+ A A-

Come allocare le notevoli risorse stanziate dal “Recovery Plan”?

  • Scritto da  I Firmtari dell'appello

 

Appello alla partecipazione e all'iniziativa

recovery fund next generation eu 360 minIl 26/02/2021, alle ore 17, ha avuto luogo un incontro con accesso da remoto tra i firmatari dell’appello del 2 febbraio u.s. alle forze politiche, sociali e sindacali e alle associazioni di base per uscire da una crisi sociale, economica e culturale provocata dagli
effetti della pandemia (cfr.Unoetre.it). Alla riunione, che ha fatto seguito a quella del 19 febbraio, hanno partecipato anche alcuni rappresentanti di associazioni studentesche delle scuole medie superiori e universitarie, nonché responsabili delle associazioni sindacali e di cittadinanza attiva del territorio.

L’iniziativa ha lo scopo di coinvolgere l’intera cittadinanza ciociara nella definizione dei criteri e delle procedure per l’allocazione delle notevoli risorse stanziate dal “Recovery Plan” per la provincia di Frosinone. Essa pertanto, è ben lontana dal prefigurare una funzione di surroga o di supplenza nei confronti delle rappresentanze istituzionali -politico-amministrative e sindacali - alle quali spetta la responsabilità ultima delle scelte e delle decisioni da intraprendere; piuttosto, tende ad estendere la partecipazione consapevole all’importante appuntamento della determinazione dei piani di investimento, che comporterà radicali cambiamenti nella vita concreta di tutti i cittadini, con prevedibili, sostanziali conseguenze per le future generazioni.

La preoccupazione dei promotori, che auspicano un progressivo ampliamento della partecipazione nelle prossime riunioni, è motivata soprattutto dalla ineludibile necessità di avvalersi di una proficua rete di interlocuzione con la base sociale e con le strutture produttive del territorio, affinché le risorse finanziare del piano non vengano dilapidate nei mille rivoli di soluzioni occasionali di tipo assistenziale, o peggio, in distribuzioni clientelari e parassitarie.

Non sono mancati, a questo riguardo, interventi critici che hanno rammentato l’uso spesso distorto che nel passato ha riguardato i fondi della Cassa del Mezzogiorno e dell’IRI, che avrebbero dovuto e potuto costituire una specificazione del piano Marshall per l’Italia meridionale, e che, complessivamente, nonostante alcune fulgide eccezioni, non sono riusciti a rivolvere lo squilibrio tra il Nord e il Sud del nostro Paese.

Un particolare accento critico ha connotato l’analisi della insufficiente qualità e autorevolezza della classe dirigente della Ciociaria, che è apparsa spesso incongrua e inadeguata alle esigenze di rinnovamento civile, culturale e democratico dei nostri territori.

In questo tipo di interventi si è fatto esplicito riferimento sia al ceto politico e alle organizzazioni sindacali, la cui capacità di rappresentanza è venuta erodendosi nel corso degli ultimi decenni ma il cui ruolo rimane essenziale, sia al ceto imprenditoriale, che ha mostrato scarsa lungimiranza, badando quasi esclusivamente allo sfruttamento del credito agevolato e limitandosi ad una funzione ausiliaria e di supporto nei confronti delle strutture produttive decentrate delle imprese multinazionali. Questa situazione di precarietà ha ostacolato o impedito sia la costruzione di un’autentica classe imprenditoriale, in grado di delineare strategie industriali sulla base di analisi e di dati disaggregati relativi alla popolazione ciociara, sia la formazione di una classe operaia consapevole dei diritti e delle prospettive nella composizione del mondo del lavoro.

Ed è appunto per evitare il ripetersi di queste situazioni di ristagno che i promotori dell’appello auspicano il coinvolgimento attivo delle associazioni di base di cittadinanza attiva, degli studenti e degli operatori economici, alle quali partecipano altresì docenti, studiosi e ricercatori dell’Università degli Studi di Cassino (specialmente dei Dipartimenti di Economia e Commercio e di Ingegneria). Da questi soggetti qualificati possono venire studi, analisi e proposte innovative per i piani di investimento dei fondi europei e per il rilancio del lavoro e dell’occupazione durevole nel nostro territorio.

Frosinone 27/02/2021
1. Ivano Alteri
2. Associazione Frosinone Bella e Brutta (David Toro)
3. Associazione Gottifredo (Tarcisio Tarquini)
4. Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (Giovambattista Martino)
5. Associazione Oltre l'Occidente (Paolo Iafrate)
6. Associazione Rigenesi (Riccardo Spaziani)
7. Aut-Frosinone (Luciano Granieri)
8. Pasquale Beneduce
9. Alfonso Cardamone
10. Marcello Carlino
11. Mario Cerroni
12. Cittadinanza Attiva- Tribunale del Malato Frosinone (Luigi De Matteo)
13. Consulta Provinciale degli Studenti Frosinone (Camilla Volante, Presidente)
14. Coordinamento Sanità Disuguale (Stefano Fabroni)
15. Donato Galeone
16. L'inchiesta (Stefano Di Scanno)
17. Francesco Notarcola
18. Osservatorio Peppino Impastato Frosinone (Francesco Notarcola)
19. Fausto Pellecchia
20. Rete degli Studenti Medi Frosinone (Giacomo Felici, Coordinatore Provinciale)
21. Rete Studenti Medi Lazio (Jacopo Nannini, Esecutivo Regionale)
22. Annunziata Sanseverino
23. Giovanni Trinca
24. Unoetre.it (Ignazio Mazzoli e Redazione)

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Lavoro e Lavoratori
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici