fbpx
Menu
A+ A A-

Appello Alteri, Galeone, Notarcola e Pellecchia: Adesioni

  • Scritto da  Bene Comune per Cassino

 

Condividiamo analisi e obiettivi

di Bene Comune per Cassino
Il lavoro per rinascereL’appello promosso da Alteri, Galeone, Notarcola e Pellecchia, cui ha aderito Unoetre.it ci sembra opportuno e condivisibile, per cui anche l’Associazione Bene Comune per Cassino ritiene di poterlo condividere e di dover contribuire alla sua diffusione. Vanno condivisi sia l’analisi da cui esso scaturisce si agli obiettivi che vengono indicati per contribuire ad un rilancio del territorio provinciale duramente colpito dalla crisi che stiamo vivendo vieppiù aggravata dalla pandemia che amplifica, come è ormai palese, le situazioni e le condizioni di difficoltà socioeconomica storicamente endemiche che caratterizzano la provincia di Frosinone. Ci sembra però giusto contribuire anche con alcune riflessioni e proposte che sono il risultato di una analisi e di una elaborazione che portiamo avanti dalla nascita della Associazione, ormai da alcuni anni.

Anche noi siamo convinti che Il territorio abbia bisogno di robusti Piani di investimento pubblico volti a ristrutturare il mondo del lavoro e le infrastrutture tradizionali; a creare quelle tecnologicamente nuove nel rispetto della green economy, che deve essere l’obiettivo cui tendere per sviluppare una nuova stagione del rilancio e della crescita economica. Occorre, a nostro avviso utilizzare al meglio le opportunità che offre la scelta che ci viene dal governo col cosiddetto “superbonus” per la riconversione green dell’edilizia pubblica e privata: si potrebbe cominciare con l’elaborazione di un grande Piano di riconversione del patrimonio edilizio pubblico (Scuole, ospedali. edilizia sovvenzionata e convenzionata ecc.). In senso più generale, va chiesto ai Partiti e al Sindacato, pilastri della nostra democrazia, uno sforzo straordinario di rinnovamento, condizione imprescindibile per una ripresa della fiducia nelle Istituzioni e nella politica, una ripresa, cioè, delle forze progressiste mortificate dalla supina e acritica adesione al pensiero unico e alle verità del neoliberismo. Queste forze debbono inoltre porsi l’obiettivo non più rinviabile di elaborare la proposta di un nuovo Welfare capace di colmare il gap con il mondo del lavoro e con la società per comprendere le nuove forme che ormai da decenni ha assunto il lavoro sotto l’impulso delle nuove tecnologie e alla luce dei nuovi bisogni di una società profondamente modificata a cavallo dei due secoli. Così come debbono porsi l’obiettivo di regolamentare in modo nuovo e più adeguato alle nuove richieste ed esigenze la rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro e la rappresentanza civile e politica nella società.

Un ruolo più incisivo va richiesto in questa fase ai Comuni per la loro vicinanza ai cittadini e ai loro problemi ed esigenze. A essi va richiesto un impegno straordinario per l’elaborazione di proposte serie per l’utilizzo dei fondi del recovery che, pare, arriveranno per la prossima primavera-estate. Ogni comune dovrà, a nostro avviso, partire organizzando una Convenzione dei Beni Comuni per il miglior utilizzo dell’immenso patrimonio (storico-culturale e naturalistico-ambientale), vera e propria ricchezza-risorsa di cui dispone il nostro Paese.

Siamo d’accordo anche sul fatto che la Scuola e la Sanità pubblica debbano essere al centro dello sforzo necessario che lo Stato, in tutte le sue articolazioni, deve impegnare per uscire dalla crisi drammatica che sta vivendo. Sia la Scuola che la Sanità debbono essere gestite centralmente dallo Stato, per assicurare uguaglianza di trattamento a tutti i cittadini e per evitare di assistere a spettacoli indecorosi come quello cui abbiamo assistito in piena pandemia nelle scorse settimane, quando ogni “governatore “ sembrava diventato proprietario della sanità della sua regione, mostrando di avere a cuore più la necessità di controllare quella che è la voce più importante del bilancio regionale, piuttosto che la salute pubblica e la parità di trattamento dei cittadini sancita dalla Costituzione. La Scuola ha il compito centrale e strategico di formare quella che oggi è chiamata cittadinanza attiva, oltre che il compito di formare i cittadini in modo che acquisiscano gli strumenti culturali che li metteranno in grado di essere sempre all’altezza di padroneggiare le evoluzioni e gli sviluppi che il progresso tecnologico e scientifico impone al lavoro, salvaguardando così la loro dignità. Il diritto alla Salute, infine, deve diventare sempre più un diritto fondamentale garantito per tutti e la sua fruizione non può essere legata al reddito di ciascuno. Occorre pensare sempre più ad una dimensione territoriale e di vicinanza di essa, magari (e ciò specie nella nostra Regione) recuperando e riaprendo all’uso tutti i piccoli ospedali chiusi per recuperare il deficit che una conduzione dissennata del sistema sanitario pubblico regionalizzato aveva portato, negli anni passati, sull’orlo del fallimento.

Cassino, 16 novembre 2020.

Bene Comune per Cassino
Luigi DI MARCO -Presidente
Ernesto COSSUTO -Segretario

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Lotte e Vertenze
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici