fbpx Clicky
Menu
A+ A A-

Il Parlamento si occuperà della protesta dei somministrati di Amazon

  • Scritto da  Luca Vizzaccaro

 

VERTENZE, Dlgs 81 del 2015

Art. 31.Somministrazione di lavoro a tempo indeterminato e determinato

Comitato manifestazione ex lavoratori somministrati Adecco/Amazon Finalmente qualcuno ha portato all’attenzione del Parlamento la somministrati minquestione dei contratti di somministrazione dei lavoratori svantaggiati utilizzati da Amazon, legata alla particolarità dell’articolo 31, comma 2 del decreto legislativo 81 del 2015, che ne permette l’utilizzo precario illimitato. Si tratta di un emendamento di modifica dell’articolo di legge suddetto, presentato nel decreto Sostegni bis, articolo 49 e 49-bis, in materia di lavoro somministrato, dal gruppo PD della Camera, a nome dei deputati Cantone Carla, Viscomi, Mura, Gribaudo, Lacarra e Lepri, in cui si chiede la soppressione del terzo periodo del comma 2, quello che appunto prevede l’utilizzo illimitato dei lavoratori svantaggiati, sostituendolo con un nuovo periodo che prevede anche in questo caso un tetto di utilizzo fino al 50%. Cosa comporterebbe tale cambiamento? Nello specifico, esamineremo le possibili conseguenze solo per Amazon e non per ulteriori aziende di cui al momento non conosciamo i contratti lavorativi esistenti. Nella norma attuale l’utilizzo di somministrazione a tempo determinato prevede un tetto massimo del 30% rispetto ai lavoratori a tempo indeterminato dell’azienda e consente un uso illimitato della somministrazione nel caso dei lavoratori svantaggiati e delle altre tipologie di lavoratori previste, cosa che Amazon ha sfruttato per usufruire proprio del precariato usa e getta di migliaia di lavoratori svantaggiati esclusi dal tetto e appositamente selezionati dalle agenzie per il lavoro. La nuova modifica lascia intatto il tetto del 30% o meno, se previsto dal contratto, ma consente l’utilizzo dei lavoratori svantaggiati fino comunque a un limite del 50%. Attualmente Amazon, non solo nei cosiddetti periodi di picco, ma in tutti i periodi dell’anno si serve di personale somministrato a tempo determinato con percentuali ben al di sopra del 50% (per il magazzino di Colleferro si stima adesso una percentuale sopra al 200%, mentre nel periodo del dicembre scorso le percentuali superavano addirittura il 1000%). Come reagirebbe Amazon davanti a una simile modifica che gli imporrebbe di poter usufruire solo fino al 50% di lavoratori somministrati a tempo determinato rispetto ai propri dipendenti a tempo indeterminato? Al di là di ulteriori escamotage trovati dall’azienda, l’ipotesi più ottimistica potrebbe lasciar supporre l’aumento dei dipendenti a tempo indeterminato effettuabile da Amazon, dato che finora ha basato la sua forza lavoro soprattutto sul personale somministrato a tempo determinato, e quindi si troverebbe improvvisamente costretta ad aumentare i propri dipendenti stabili pur mantenendo una percentuale di lavoratori somministrati a tempo determinato molto inferiore a quanto ha fatto e fa adesso. Nelle note negative, bisogna purtroppo dire che la modifica di legge abbassa evidentemente il numero di somministrati precari usa e getta di cui può fornirsi l’azienda, ma non incide in alcun modo sul turnover esasperato a cui ricorre Amazon, con contratti da 1 a 3 mesi e con ricambi continui di nuovo personale somministrato precario in sostituzione di quelli mandati via dopo pochi mesi. Quindi, sì, è effettivamente un passo in avanti, ma non completamente risolutivo del problema del precariato dentro Amazon. Di seguito si elencano il comma 2 della legge attuale e la versione modificata dall’emendamento (in rosso la parte soppressa e in blu quella eventualmente sostituita dall’emendamento):

Comma 2 attuale
Salva diversa previsione dei contratti collettivi applicati dall'utilizzatore e fermo restando il limite disposto dall'articolo 23, il numero dei lavoratori assunti con contratto a tempo determinato ovvero con contratto di somministrazione a tempo determinato non può eccedere complessivamente il 30 per cento del numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza presso l'utilizzatore al 1° gennaio dell'anno di stipulazione dei predetti contratti, con arrotondamento del decimale all'unità superiore qualora esso sia eguale o superiore a 0,5. Nel caso di inizio dell'attività nel corso dell'anno, il limite percentuale si computa sul numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza al momento della stipulazione del contratto di somministrazione di lavoro. E' in ogni caso esente da limiti quantitativi la somministrazione a tempo determinato di lavoratori di cui all'articolo 8, comma 2, della legge 23 luglio 1991, n. 223, di soggetti disoccupati che godono da almeno sei mesi di trattamenti di disoccupazione non agricola o di ammortizzatori sociali e di lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati ai sensi dei numeri 4) e 99) dell'articolo 2 del regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, come individuati con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

Nuovo Comma 2 (modificato dall’emendamento)
Salva diversa previsione dei contratti collettivi applicati dall'utilizzatore e fermo restando il limite disposto dall'articolo 23, il numero dei lavoratori assunti con contratto a tempo determinato ovvero con contratto di somministrazione a tempo determinato non può eccedere complessivamente il 30 per cento del numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza presso l'utilizzatore al 1° gennaio dell'anno di stipulazione dei predetti contratti, con arrotondamento del decimale all'unità superiore qualora esso sia eguale o superiore a 0,5. Nel caso di inizio dell'attività nel corso dell'anno, il limite percentuale si computa sul numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza al momento della stipulazione del contratto di somministrazione di lavoro. Detti limiti quantitativi possono essere superati nel caso di utilizzo di somministrazione a tempo determinato di lavoratori di cui all'articolo 8, comma 2, della legge 23 luglio 1991, n. 223, di soggetti disoccupati che godono da almeno sei mesi di trattamenti di disoccupazione non agricola o di ammortizzatori sociali e di lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati ai sensi dei numeri 4) e 99) dell'articolo 2 del regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, come individuati con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, comunque non oltre la percentuale del 50 per cento.

 

Comitato manifestazione
ex lavoratori somministrati
Adecco/Amazon di Colleferro
(, tel. 3294742806)

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Lotte e Vertenze
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici