fbpx

Continua la mobiltazione dei lavoratori Whirlpool

 LOTTE E VERTENZE

Whirlpool: gli operai di Napoli continuano a presidiare, manifestare e bloccare...

di Rossana Germani*
Whirlpool 27lug21 390 minWhirlpool: gli operai del sito di Napoli tengono fede al loro motto “Napoli non molla!” continuando a presidiare, manifestare e bloccare ogni giorno una parte vitale dell’Italia. Ieri hanno bloccato il molo Beverello di Napoli impedendo la partenza di traghetti ed aliscafi verso le isole. E sempre ieri, sul palco dove Antonio Bassolino stava tenendo il comizio in quanto candidato a sindaco, Vincenzo Accurso, lavoratore Whirlpool e Rsu Uilm ha affermato: “Noi riteniamo che la vertenza dei lavoratori Whirlpool riguardi tutti i candidati a sindaco perché è un problema sociale che riguarda tutta la città e soprattutto parla del futuro del lavoro nel nostro territorio".

Venerdì scorso erano saliti sul palco del candidato di centrosinistra e M5s Gaetano Manfredi. Hanno intenzione di essere sui palchi di tutti i candidati a sindaco perché è un problema che deve riguardare tutta la politica. "Bloccare la multinazionale vuol dire trovare nuove regole per fermare la fuga delle multinazionali e anche le fughe dei napoletani verso il Nord del Paese, vuol dire difendere quei presidi di legalità e luoghi di democrazia, vuol dire combattere contro le ingiustizie sociali e a favore dell'emancipazione delle donne che in quella fabbrica hanno lavorato e oggi lottano alla stessa stregua degli uomini. Vuol dire emancipazione di un Sud che non ha mai abbassato la testa e ha sempre dimostrato di essere migliore di come hanno cercato di dipingerla, sempre". "Questa è una lotta di lavoratori che difendendo il proprio lavoro, difendono i diritti di tutti i lavoratori italiani, e rappresenta quella voce vera quella parte sana della Napoli che non si è mai arresa. Napoli non molla".

Nei giorni precedenti hanno bloccato l’aeroporto, la stazione, l'autostrada e sono andati anche davanti al carcere di Santa Maria Capua Vetere per avere risposte chiare e impegno dal presidente Draghi.
Sabato 24 hanno portato la loro solidarietà ai lavoratori fiorentini della GKN. Hanno sempre sostenuto che lasciar chiudere Whirlpool senza un valido motivo di crisi aziendale visti i profitti che continuano ad aumentare (proprio il settore degli elettrodomestici nei primi tre mesi del 2021 ha visto una crescita del 30%) senza far rispettare l'accordo siglato col nostro governo e le parti sociali, avrebbe significato dare un esempio negativo alle altre multinazionali. Si sta verificando proprio quello che avevano previsto.

Così, Francesco Petricciuolo, operaio Whirlpool di via Argine, ai microfoni degli organizzatori della manifestazione a Firenze della GKN: “Vediamo la nostra città qui, vediamo Napoli. Vedo tanta gente unita. Lottate fino in fondo per un solo obiettivo, quello comune, quello che vi dovrà portare fino alla fine! Dovete vincere, ma resistere…resistere! Ce la faremo!”

E Italia Orofino, l’operaia battagliera simbolo delle lavoratrici napoletane, al megafono in testa al corteo: “Siamo qui in primis come cittadini, poi come lavoratori. Come cittadini perché pensiamo che da Nord a Sud ogni lavoratore si dovrebbe sentire GKN, Whirlpool, Gianetti e tutte quelle aziende piccole che non hanno purtroppo voce. Uniti contro questo scempio, noi e la politica tutta, uniti contro queste multinazionali che vengono qui e fanno quello che vogliono senza rispettare il paese. Siamo un paese che si rispetta con delle regole. Quando vogliono ce le fanno rispettare e devono farle rispettare anche a queste multinazionali. È ora di dire basta!”

Alla protesta si sono unite anche alcune sardine raggiunte dal loro capo simbolo del movimento Mattia Santori.

 

Whirlpool GNK 650 min

 

*Rossana Germani fa parte della redazione di CiesseMagazine e per essa cura anche la rubrica di cultura, libri e poesia.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

 

Pubblicato in Lotte e Vertenze
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici