fbpx
Menu
A+ A A-

Dal Prefetto: perchè senza alcun reddito da gennaio

Pagamenti della mobilità in deroga.

vertenza frusinate definitivoL’emergenza Covid-19 non interrompe le necessità dei disoccupati ciociari di Vertenza Frusinate, ormai dal mese di gennaio senza alcun reddito e in totale balia dell’incertezza procedurale in merito alle determine relative ai pagamenti della mobilità in deroga.

Per ottenere chiarimenti e delucidazioni, il comitato ha chiesto un incontro con i rappresentanti sindacali, tenutosi giovedì 28 maggio presso la sede della Cisl di Frosinone, dove una strettissima delegazione ha potuto interloquire con i segretari. Per l’occasione presenti Anselmo Briganti (CGIL), Pasquale Legnante (CISL), Anita Tarquini (UIL) ed Enzo Valente (UGL).

I rappresentanti hanno ascoltato la posizione di Vertenza Frusinate, affidata al solito Gino Rossi, che in un accorato discorso ha racchiuso le richieste e le necessità dei disoccupati. “Esiste un problema umano che investe tutti noi e le nostre famiglie, vivendo da sei mesi senza reddito. Le promesse di vicinanza e sostegno da parte di politica ed istituzioni ci sembrano parole al vento, non seguite dai fatti”. “Abbiamo la percezione” - continua Rossi - “che la politica locale si sia stancata di Vertenza Frusinate e abbia abbandonato la tutela della nostra sopravvivenza. Chiediamo di parlare con l’unico uomo delle istituzioni che ci ha sempre dimostrato disponibilità, che è il Prefetto Ignazio Portelli, perché abbiamo bisogno di dirgli che 800 famiglie hanno fame”. Gino Rossi conclude il suo intervento parlando delle determine di pagamento. “Non abbiamo alcuna informazione in merito. Avevamo avuto rassicurazioni su un iter più rapido, che si sta dimostrando, però, più in ritardo del solito”.

Dopo l’intervento di Gino Rossi, Pasquale Legnante ha fornito una piccola delucidazione sulla questione del sit-in in Prefettura. “Abbiamo consigliato di evitare una manifestazione nei pressi della Prefettura non per mancanza di volontà, ma con coscienza dell’oggettiva complessità dovuta all’emergenza in corso”. Anche sulle risorse in campo Legnante dice che “con quelle attualmente in campo, considerando anche gli scarti, si dovrebbe arrivare a coprire anche più dei sei mesi previsti. Ciò non toglie che ci sia bisogno di trovarne altre”.

Ad Anselmo Briganti, a nome di tutte le sigle, il compito di tirare le fila per quel che riguarda la situazione. “Tutti noi lavoriamo perché si trovino le soluzioni attraverso strategie e percorsi comuni. Chiediamo che questa strada di collaborazione venga seguita da tutti gli attori in campo: politica, istituzioni e associazioni datoriali. Il problema della povertà crescente sul nostro territorio va affrontato con serietà e senza divisioni”. Briganti continua sul problema delle determine. “Ieri (mercoledì 27 maggio, ndr) il Ministero ha rispedito i documenti in Regione. Entro una settimana le determine saranno, quindi, spedite all’INPS per i pagamenti. Purtroppo il ritardo è stato causato dall’inserimento di situazioni nuove che hanno causato la necessità di una ulteriore ripulitura delle stesse”. Anche Anselmo Briganti conferma la posizione di Legnante sulle risorse, aggiungendo che “la priorità è quella di arrivare al 2 gennaio 2021, per legare la vostra situazione al prossimo rinnovo annuale della mobilità in deroga. La sollecitazione da parte delle organizzazioni sindacali è costante e l’impegno è trasversale, condiviso da tutte le sigle.. Assieme all'obiettivo del 2 gennaio 2021, c’è quello di ottenere il prima possibile il saldo delle cifre dovute per questo semestre di mobilità”. In chiusura Briganti, insieme ai suoi colleghi segretari, si assume l’impegno “di chiedere un incontro al Prefetto qualora, tra una settimana, non si dovesse arrivare alla risoluzione del problema“.

Ancora una settimana, dunque, in cui racchiudere tanti sentimenti contrastanti per chi vive da mesi senza percepire un reddito. Sette/otto giorni nei quali attendere con ansia un positivo riscontro da parte dell’Inps, in merito ai pagamenti delle somme dovute.
In caso di ulteriori intoppi, come già detto precedentemente, per parola dei segretari sindacali, l’ennesimo tentativo di interlocuzione con il Prefetto Portelli.

Al termine di questo primo semestre del 2020, con una partita ancora aperta, una che sta per cominciare, dove si dovrà affrontare la questione dei successivi sei mesi dell’anno, vitali per arrivare al tanto agognato 2 gennaio 2021, conditio sine qua non per avere la speranza di un riaggancio alla prossima mobilità per l’annualità 2021.

Nonostante i mesi di quarantena forzata e l’emergenza ancora in corso, gli ex lavoratori di Vertenza Frusinate non osano mollare sulla lotta per difendere i loro diritti. Battaglia nella quale bisogna sempre registrare l’assenza, sempre più ingiustificata e ingiustificabile, di una classe politica locale lontana dai bisogni primari dei cittadini. Una “rappresentanza”, parlamentare e regionale, che non ottempera al proprio dovere morale e costituzionale di assistenza e vetrina delle problematiche sociali ed economiche del territorio.

Il percorso per questo primo semestre sembra poter volgere ad uno sbocco positivo, con l’auspicio che le lungaggini e gli intoppi burocratici non continuino a privare i disoccupati e le loro famiglie del diritto alla sopravvivenza.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici