fbpx
Menu
A+ A A-

Gli eletti e i doveri verso il territorio

Parlamento 460 47kdi Ermisio Mazzocchi - I sette eletti di Lega e M5S diventino fattivi interlocutori.
L'accorata invocazione del presidente di Unindustria, Giovanni Turriziani, a rivolgere una attenzione particolare a questioni vitali per la provincia di Frosinone, è comprensibile e merita un approfondimento. Lo stesso presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini, ha evidenziato la criticità della FCA e gli impegni assunti dalla Regione per fare fronte alla situazione divenuta preoccupante, assolvendo pienamente al suo ruolo istituzionale, come istituto regionale, per rispondere alle esigenze del territorio e per sollecitare il governo a compiere quanto è di sua competenza.

Rimane scoperto il fronte dei partiti politici che assolvono ai loro compiti direttamente in rapporto alla funzione che essi svolgono nella società e nelle loro rappresentanze istituzionali. Esistono le diversità e le collocazioni storiche, culturali, tra i partiti che ne caratterizzano la loro identità politica e si fanno carico delle responsabilità che essi assumano nelle strutture democratiche del paese.

Oggi due partiti, Lega e 5S, di segno acclarato di destra, hanno avuto un mandato elettorale di governare il paese. Nel lungo periodo di governo, questi partiti hanno dimostrato la loro conflittualità, l'insipienza governativa, l'arroganza e una pericolosa deriva a destra anticostituzionale. Questi sono responsabili in modo chiaro e netto di non avere svolto nessun compito nel confronti della più grande industria automobilistica italiana e internazionale. Anzi con le loro azioni, ne hanno aggravato la crisi. Non stanno governando nulla e non è accaduto nulla. Questa distinzione politica è necessaria per orientarsi nei giudizi su quanto svolgono i partiti nella loro gestione politica dei processi della società italiana. Se non si fa questa distinzione nitidamente si corre il rischio di generare una comune accusa a tutta la politica e quindi alle sue forme organizzate, accumunando partiti che governano e partiti che non governano, che in democrazia svolgono la loro opposizione costruttiva e di denuncia. Il PD, oggi, assolve a questa funzione e ha questi obiettivi. Non è una questione di riconoscimenti. E' una questione di responsabilità e di collocazione nello schieramento politico italiano e anche europeo. Il PD compie le sue battaglie nel rispetto della Costituzione e per gli interessi di tutti i cittadini, rivolgendo il suo impegno nel segno della solidarietà, della cooperazione, dell'inclusione sociale.

Questa necessità si fonda, con maggiore forza, in conseguenza dei disastri compiuti dall'attuale maggioranza che pretende di governare il paese, che deve essere chiaramente, senza tentennamenti, denunciata come la vera responsabile dello sfascio del paese e del suo impoverimento economico e sociale. Il PD ha ampiamente dimostrato di essere protagonista di quanto avviene nella società italiana, sapendo cogliere aspirazioni di garanzia, di uguaglianza, di solidarietà, di sicurezza. Con al primo posto il lavoro.

Abbiamo una crisi strutturale, non contingente, che investe anche questa provincia, del sistema i cui caratteri distintivi sono la perdita del lavoro che è un valore sociale e costituzionale indispensabile. Ed è del tutto inutile considerare i sette parlamentari Lega/5S provinciali, come fattivi interlocutori per i problemi di questa provincia.
A fronte di questo, il PD provinciale è impegnato su più fronti da quello dell'occupazione a quello ambientale, sostenendo e partecipando a momenti significativi, come la Consulta dei sindaci per la FCA, promossa dal Sindaco di Cassino, Enzo Salera (PD), la mozione della Regione Lazio per convocare un tavolo ministeriale su la FCA, proposte per i casi più critici ambientali dalla Valle del Sacco all'inquinamento atmosferico delle città, soprattutto di Frosinone città. Ci poniamo con visibilità e fermezza alla guida di un progetto per la ricostruzione dei livelli di occupazione che questa provincia ha perso e rischia di perdere ancora di più, come nel caso emblematico del comparto delle costruzioni, in cui in dieci anni (2007-2018) perde in provincia 8.000 posti di lavoro, da 14.000 a 6.000 unità lavorative.
Non ultimo per importanza è che la legalità è minata da una presenza della criminalità organizzata che investe molte su le attività economiche tanto che la nostra provincia è una di quelle più inquinate dell’Italia.

Il PD del Circolo di Frosinone si è fatto promotore insieme al PSI di un incontro con il presidente dell'Unindustria per il progetto dell'Unione dei comuni dell'area di Frosinone, ritenendolo strumento essenziale per il lavoro, lo sviluppo e per l'intera società i in grado di affrontare i grandi temi dell'ambiente, del commercio, delle infrastrutture guardando ai fondi europei e esprimendo il proprio assenso convinto alla proposta di delibera consiliare. Costruiamo con convinzione una alternativa di sviluppo, per fronteggiare la disoccupazione e la povertà, e fare uscire dalle tenaglie del lavoro nero migliaia di lavoratori e del precariato. Il PD intende usare tutti gli strumenti democratici per essere nella società, carica di fermenti, di aspettative, che non intendiamo lasciare gestire alla destra populista e nazionalista. Certamente non saremo immobili e intendiamo rassicurare quanti guardano al PD con interesse e attenzione, che saremo da una parte, quella della politica seria, costruttiva, propositiva. Non intendiamo ricorrere a manifestazioni roboanti e inconcludenti, vogliamo costruire mattone su mattone, giorno per giorno, un progetto per cambiare il paese e sconfiggere il pericolo della destra e i suoi inutili e dannosi rappresentanti istituzionali. Il PD è questo. Distinto, definito, cha fa parte di una politica non quella indistinta, fumosa, parolaia, ma quella sana, efficace, legata ai problemi di questo popolo, di questa provincia.

9 agosto 2019

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici