fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Virus mutanti

augias serra minVirus del renzismo

di Aldo Pirone - Michele Serra sabato scorso si è definito un “gonzo” per aver creduto in Matteo Renzi. Nella pagina precedente anche Corrado Augias, pur non dicendosi “gonzo”, ha riconosciuto, con rammarico, di averci creduto. Soltanto che accampa la scusa che in questi anni fra cotanto bailamme di posizioni politiche propagandistiche megafonate da una Tv assordante, su Renzi si è distratto per distacco politico. “Raramente – dice – mi occupo di politica un po’ per incompetenza un po’ per disinteresse verso ‘questa’ politica […]

Dovrei essere più attento, capire meglio”. Giusto, ottimo proposito! Anche se ai tempi del suo sostegno al “bomba” non sembrò tanto distaccato e ingenuo. Sicuramente fu “incompetente”. Comunque farebbe piacere sentire queste autocritiche di Serra e Augias se non ci fosse un però. Un grande però. Augias dice che a suo tempo fu conquistato dallo stile “dinamico, chiassoso, irridente” di Renzi.

Michele Serra, dal canto suo, confessa: “Lo votammo in tanti perché si sperava che proprio la sua leggerezza post ideologica, diciamo così la sua modernità di quarantenne e persino il suo cinismo potessero aggiungere pezzi al centrosinistra”. Insomma, lo stile dinamico, la postura irridente e chiassosa, la leggerezza post ideologica, il cinismo, la modernità del quarantenne ecc..

Un bell’infarinamento di quanto di più superficiale s’è accumulato nel tempo in questa politica italiana d'infimo livello. Virus che hanno infettato, purtroppo, anche tanti intellettuali cosiddetti progressisti. Infezioni portate da un portatore insano come Berlusconi e che hanno butterato il volto della nazione. Le due firme intellettuali di “Repubblica” non si rendono conto che queste loro motivazioni non sono per niente una giustificazione. Semmai un aggravante. Eh sì, perché se quelle sono le loro aspettative politiche, se quelli sono i metri di giudizio e orientamento, nulla, ma proprio nulla, li mette al riparo dall’invaghirsi di un nuovo “superbone”.

La loro critica al Renzi attuale va benissimo. Ma sotto osservazione dovrebbero mettere anche se stessi. Il virus del renzismo che fu in loro è solo in via di mutazione.
Non sono affatto guariti.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Analisi, Opinioni, Dibattiti
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.