fbpx
Menu
A+ A A-

13 consigli per chi lascia il PD. 2: ridurre le diseguaglianze

  • Scritto da  Rosa Fioravante

Scissione PD 260hRosa Fioravante, dirigente di Sinistra Italiana, Rosa Fioravante. 26 anni, in passato si é occupata di esteri ed Europa per Giovani Democratici, di mobilità studentesca e valutazione per la Rete Universitaria Nazionale; è stata Project Manager per IUSY e attualmente si occupa del rapporto fra Globalizzazione di mercato e Democrazia.
Ha scritto per “largine.it” un interessante “guida” per chi esce dal PD sulla base, anche, della sua porececedente esperienza nei Giovani Democratici. Si tratta di tredici suggerimenti che noi vogliamo riportare uno alla volta su UNOeTRE.it

2. Definite i vostri contenuti: l’asse culturale dev’essere ridurre le diseguaglianze
2. Serve un fronte internazionale contro le diseguaglianze: state dalla parte giusta della storia
Uscire dal PD significa chiudere con la stagione di illusione maggioritaria e di fittizio bipolarismo che ha contribuito a far divorziare la rappresentanza politica da quella degli interessi sociali. La sfida è ricostruire un punto di vista autonomo sulle sfide del nuovo millennio: cambiamenti climatici, messa in sicurezza del territorio dal rischio sismico e dal dissesto idrogeologico, questione medio-orientale, regolamentazione dei mercati finanziari e della circolazione delle merci, preminenza dell’obiettivo della piena occupazione su quello della stabilità dei prezzi, ruolo del potere democraticamente eletto di controllo sull’economia, lotta ai paradisi fiscali, lotta al terrorismo, integrazione e multiculturalismo, ricostruzione del welfare e delle reti di protezione sociale, abbattimento delle diseguaglianze di reddito e ricchezza tramite redistribuzione e lotta alla povertà, governo del processo della quartaRosaFioravanti 350 260 rivoluzione industriale e molto altro. Queste sono le questioni (alcune delle) su cui ricostruire una proposta politica che sappia rappresentare interessi popolari e della classe media che si impoverisce. Quest’ultima da tempo scivola verso le derive della destra xenofoba e autoritaria o dell’antipolitica grillina, è urgente recuperarla ad un programma di avanzamento sociale non di reazione. Bernie Sanders sarebbe stato un avversario più temibile per Donald Trump, Jeremy Corbyn ha riportato nel Labour giovani e tesserati non appartenenti alle élites dei centri città colti e raffinati, Hamon prova a spostare l’asse del dibattito in Francia perché la linea di Valls avrebbe condotto il PS alla pasokizzazione (cosa che probabilmente succederà comunque poiché si vota a ridosso del governo impopolare e avverso ai lavoratori dei socialisti), Podemos ha bloccato l’emergere di forze antisistema di destra in Spagna. Il vero argine ai populismi è la sinistra socialista, ecologista, avanzata sui diritti civili ma salda nella difesa e nell’avanzamento di quelli sociali. Siate alternativi.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici