fbpx
Menu
A+ A A-

Osservatorio Provinciale per il governo delle liste d’attesa. Come?

osservatorio liste dattesa mindi Angelino Loffredi - Per il 17 settembre è annunciato il secondo incontro fra le organizzazioni sindacali e i responsabili della ASL di Frosinone per “trovare strategia operativa per l’abbattimento delle liste d’attesa“ attraverso, appunto, il previsto Osservatorio Provinciale per il governo delle liste d’attesa.

Il 4 settembre c’è già stato un incontro fra le parti ma a leggere bene il comunicato rilasciato da parte della CGIL, CISL e UIL non sembra essere stato positivo. Va rilevata innanzi tutto l’assenza del Commissario Straordinario Onorario Antonio Macchitella, sostituito dal Direttore Sanitario Eleuterio D’Ambrosio. Assenza non prevista ma nemmeno motivata. Inoltre nel comunicato sindacale mancano i contenuti specifici della discussione e le rispettive posizioni, a cominciare proprio dall’attuale situazione specifica delle liste d’attesa. Insomma non è stato evidenziato nessun dato. Il 25 luglio 2017, oltre un anno fa a tale proposito scrivevo sia sul giornale online www.unoetre.it che sul quotidiano “L’Inchiesta“: «La Regione Lazio nel proprio sito ha pubblicato i tempi di attesa necessari per usufruire di alcune prestazioni sanitarie. I risultati rilevati per quanto riguarda la nostra ASL sono preoccupanti. Non mi dilungo nell’esame generalizzato ma invito tutti ad approfondirli attraverso il sito regionale. Nello stesso tempo ne indico alcuni: COLPOSCOPIA, esame per diagnosticare il tumore al collo dell’utero, nella ASL di Frosinone sono necessari 91 giorni; MAMMOGRAFIA, esame per diagnosticare un tumore al seno, nella ASL di Frosinone sono necessari 283 giorni; ECOGRAFIA OSTETRICA, nella ASL di Frosinone sono necessari 80 giorni; ECOLORDOPPLER, per diagnosticare Aneurismi, Stenosi arteriose, Trombosi venose profonde e superficiali, nella ASL di Frosinone sono necessari 270 giorni “. Accanto a questi dati preoccupanti c’era un annuncio positivo, quasi rassicurante, sul sito regionale infatti veniva preso l’impegno che “dal 1 settembre le prestazioni saranno erogate non oltre i tempi massimi di attesa previsti dalla normativa nazionale». Riportavo inoltre «C’è qualcosa in più, veramente impegnativo perché per alcune ecografie o per particolari visite specialistiche è previsto che l’attività si protrarrà fino alle ore 22 dei giorni feriali».

Non mi sembra che in questi 14 mesi la situazione sia andata nella direzione annunciata. Anzi. Va ancora di più registrato che durante il 2017, a livello nazionale, la spesa delle famiglie per fronteggiare le cure è arrivata ad essere di 37 miliardi. L’altro dato preoccupante è costituito dal fatto che nel quinquennio 2013-2017 l’aumento è stato del 9,6%. E’ chiaro a tutti che le liste d’attesa costituiscono il motivo principale da parte dei cittadini per abbandonare la sanità pubblica e indirizzarsi verso quella privata. Nel salutare positivamente l’intervento delle organizzazioni sindacali credo sia necessario ricordare che in questi anni l’organizzazione attiva e presente nel nostro territorio è stata (è) il Tribunale del malato. E quindi sarebbe veramente contraddittorio se nella composizione dell’ Osservatorio Provinciale dovessero essere escluse persone che si sono battute per la difesa della salute e vedere presenti, al contrario, coloro che si sono dimostrati ignavi, disattenti e arrendevoli.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici