fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Importanza del caso o serendipia

serendipia 4 350 minDr. A. Colasanti - La parola "serendipia", ai piu sconosciuta, deriva da una favoletta persiana dove un principe scopri per caso le bellezze ed i segreti dell'isola di Serendipi. Quindi, il termine è riferito a scoperte fortunose legate alla casualita.

Rivolta ai farmaci riguarda la scoperta fortunosa, cioè per caso, anche se come giustamente sosteneva il grande chimico francese Luigi Pasteur la scoperta per caso la fa solo la mente preparata.

Ad un secolo di distanza dal sogno di Paul Ehrlich, grande medico tedesco, di una pallottola magica che introdotta nel corpo guarisse ogni male, il bilancio è positivo: gli antibiotici ed altre molecole rispondono a tali prerogative.

Oggi abbiamo molecole che possono essere considerate vere pallottole magiche. Malattie come infezioni, diabete, ipertensione, ulcera, depressione sono quasi debellate o quanto meno vengono tenute sotto controllo. E' indubbio che molte scoperte farmacologiche sono state ispirate da ragionamento fisiopatologico e costituiscono l'orgoglio dei farmacologi. Per esempio la "L-DOPA"* si scopri perché il parkinson è dovuto ad una riduzione dei neuroni dopaminergici e della dopamina, per cui si somministrò il precursore diretto avendo risultati eccellenti quindi un progresso farmacologico. In quel caso non fu "serendipia".

Dobbiamo pero riconoscere che le scoperte che hanno cambiato il corso della storia della medicina sono state serendipiche: gli psicofarmaci, i neurolettici, la clorpromazina, gli antibiotici, i betabloccanti. La storia della medicina è ricca di esempi di farmaci studiati per una patologia e che si sono invece rivelati efficaci per un altra. La finasteride si mostrò efficace contro l'ipertrofia prostatica, ma con grande sorpresa mostrò un'altra attività.

Si rilevò che gli abitanti delle isole dei Caraibi avevano una folta capigliatura, non c'erano calvi. Si scoprì che il tutto era dovuto alla carenza congenita di un enzima "5 alfa riduttasi", la finasteride ha la proprieta di bloccare proprio tale enzima per cui si mostrò efficace nella cura dell'alopecia androgenetica rappresentando il primo vero farmaco contro tale patologia.

in questo caso un osservazione fortuita rivoluzionò il modo di trattare una patologia come la caduta dei capelli.
Ritornando alla scoperta della penicillina da parte di Fleming, il caso volle che una finestra lasciata aperta ed una cultura dimenticata sul tavolo favorì la scoperta dell antibiotico, ma qualcuno dice che quella mano misteriosa fu una mano divina.

 

*

 

Pubblicato in SaluteBenessere Saperne di più
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.