fbpx

Ceccano studenti scioperano per scuola e salute

Studenti e Covid 19

Studenti protestano e scioperano: vogliono chiarezza sulle scelte per scuola e salute

di Valentino Bettinelli
LiceoCeccano vogliamocertezzeLunedì 11 gennaio 2021: gli studenti protestano e scioperano per chiedere chiarezza sulle decisioni adottate sulla scuola. Una giornata che era stata annunciata dalla Rete degli Studenti Medi già da qualche giorno e che ha visto coinvolti tanti istituti della provincia. Anche il Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano ha aderito all’agitazione studentesca, organizzando una manifestazione nei pressi dell’istituto stesso, nel rispetto delle norme anti-covid e con proposte serie e decise sulla ripartenza della didattica in presenza, che era inizialmente prevista per lunedì 11, poi slittata al prossimo 18 gennaio, come ordinato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

A far discutere, i provvedimenti adottati dal Prefetto Portelli sulla nuova scansione oraria, che prevederà due diverse fasce per le scuole: per i bienni lezioni dalle 8 alle 13. Gli studenti del triennio entreranno alle 10, per uscire da scuola alle 15. Un orario che causa non pochi problemi a chi è costretto a spostarsi dal proprio comune per studiare, e che, secondo gli studenti, “creerà problematiche per noi e le nostre famiglie, costrette a dover far fronte a scansioni orarie scomode e fonte di grandi disagi”. Ad agitare i ragazzi anche “l’impossibilità di coltivare le nostre aspirazioni e i nostri talenti, considerando la necessità di mettere al centro lo studio scolastico. Un orario che vedrà tanti di noi rientrare a casa molto tardi, non potendo così affrontare altre discipline oltre la scuola”. Un’ osservazione legittima da parte di una generazione che si appresta ad entrare nella società degli adulti e che vuole formarsi anche a livello sociale, oltre che didattico.

Le istanze avanzate dai rappresentanti riguardano, in particolar modo, l’impossibilità di entrare nel dibattito decisionale e le poche notizie fornite. “Denunciamo una quasi totale esclusione dai processi di elaborazione e lamentiamo una carente informazione in merito. Chiediamo fortemente di rientrare a scuola, ma pretendiamo che questo avvenga con chiarezza e con una didattica in presenza reale, non con un sistema misto che poco si confà ad una didattica tradizionale”. Altro tema importante quello delle poche notizie sulla prossima maturità. Esame che tra pochi mesi riguarderà tanti di loro, ma che ancora non gode di giusta attenzione.

Le ragazze e i ragazzi presenti hanno manifestato in silenzio, esponendo una serie di cartelli, tra i quali spicca uno che recita “Priorità alla scuola”. Una priorità che vivono come una vere e propria urgenza e per la quale chiedono un intervento concreto da parte delle istituzioni. Ci troviamo di fronte ad una popolazione studentesca cosciente e che sa avanzare proposte serie, senza lasciare spazio a dibattiti poco costruttivi. La mattinata di lunedì 11 gennaio è stata una giornata di civile protesta a Ceccano, come nel resto della provincia, nel segno della scuola e del diritto allo studio che gli studenti rivendicano con forza.
Ora più che mai c’è bisogno di rimettere al centro la scuola. Istruzione che deve diventare fulcro dell’agenda politica delle istituzioni, nazionali e locali. Un tema cardine per il presente e futuro della nostra società. Un futuro che si può costruire su basi forti e grazie a generazioni giovani preparate e pronte al confronto.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Studenti Medi
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici