fbpx
Menu
A+ A A-

Ceccano: "Il fitorimedio funziona" !!???

scarico acque 350 260 mindi Angelino Loffredi - Lunedi 9 dicembre un quotidiano a tiratura provinciale apriva la pagina di Ceccano con il titolo “Il fitorimedio funziona".  Una notizia positiva accompagnata da un sottotitolo ancora più promettente “Incoraggianti i risultati della prima fase sperimentale con il 30% di betaesoclorocicloesano rimosso“.

Ecco, ho pensato, finalmente ci siamo, per questo mi sono avviato a leggere il testo, con animo colmo di speranza e soddisfazione. Confesso che al termine della lettura sono rimasto deluso ed amareggiato perché oltre ad un rigo, veramente incoraggiante, “in soli sei mesi è stato rimosso il 30% di impattante“ non ho trovato qualcosa che abbia a che fare con questioni scientifiche o metodologiche. Al contrario, nella prima parte ho trovato un ossequio ai benefattori di partito; nella seconda un lunga critica alle indecisioni della Regione Lazio. Condivisibili. Ed infine la terza rivolta al PD attraverso una sfida-competizione non fra tesi o argomenti scientifici ma fra organizzazioni di partito. Un filo di discussione sviluppato non dentro legittime e necessarie considerazioni scientifiche, ma condito solo da propaganda politico-elettorale, oltre che da una esplicita richiesta di finanziamento.

Mi sento in dovere di precisare che tale sgradevole taglio non l’ha determinato la giornalista ma le risposte date dai due autori del progetto di fitodepurazione. Mi sento altresì di rilevare una questione di metodo o se si vuole di “galateo istituzionale": visto che il comune di Ceccano ha finanziato con 20.000 euro il progetto basato sulla fitodepurazione, per rimuovere dai terreni a ridosso del Sacco il betaesaclorocicloesano, mi sembra doveroso che chi oggi rappresenta il comune, il commissario prefettizio, venga messo al corrente, attraverso una circostanziata relazione sugli esiti e sui costi sostenuti per tale importante sperimentazione. Sul portale del comune, purtroppo, fino ad oggi non appare tale documentazione.

Considerato che vorrei vedere raggiungere risultati positivi, aldilà di una scelta non fatta, credo comunque sia doveroso che i cittadini vengano messi al corrente su: a) - le dimensioni della superficie interessata alla sperimentazione; b) - la proprietà (pubblica o privata?); c) - la natura del terreno; d) - il tipo di coltivazione utilizzato e le professionalità impegnate; e) - l’indice di avvelenamento del terreno prima della sperimentazione e dopo; f) - il giudizio dato dall’Arpa e da altri Istituti scientifici circa i risultati ottenuti.

E’ dall’insieme dei risultati e non dall’auto valorizzazione, che dipenderà sia il sostegno dei cittadini, ed il mio fra questi, che il dovere della Regione Lazio, se ne esistono le condizioni, a finanziare ulteriori progetti.

 

10 dicembre 2019

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Valle del Sacco
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici