fbpx
Menu
A+ A A-

Né ansia né frenesia selvaggia, dice il dottor Colasanti

Non sottomissione o indifferenza, ma raziocinio

ansia 350 minDr. Antonio Colasanti - Se c'è una soluzione perche ti preoccupi? Se non c'è una soluzione perche ti preoccupi?
La frase attribuita ad Aristotele può ben rappresentare la situazione odierna provocata dal covid 19. Uno degli aspetti che maggiormente emerge è un invito alla tranquillità.
Attenti questo non vuol dire sottomissione o indifferenza ma raziocinio. Del resto come diceva Platone, tutto ciò che è grande si trova nella tempesta e questo vale anche per la tranquillità.

Scontrarsi con determinate problematiche e con la loro somatizzazione dovrebbe mettere in moto piu riflessioni che consentano di comprendere quanto è stato ceduto e demandato ad altri.
Si provi quindi a riflettere su qualcosa a cui si è dovuto rinunciare ad una parte di sé per uniformarsi a determinati codici comportamentali.

Gli eccessi di ansia provengono da ciò. Se è vero che nel silenzio risuona la parola è altrettanto vero che per comprendere un determinato problema è necessario entrarvi dentro, dice Novalis (pseudonimo di Georg Friedrich Philipp Freiherr von Hardenberg; nato a Schloss Oberwiederstedt il 2 maggio 1772 e morto a Weißenfels, 25 marzo 1801), abbracciando gli oscuri percorsi della notte è possibile scorgere la luce. Ma, la smania di trovare soluzioni immediate a determinati problemi di certo non puo aiutare, al massimo aumenta i sintomi.

L'invito alla tranquillità diventa quindi un monito per pensare e vivere in maniera totale per evitare la "frenesia malvagia". Il problema attuale è l'ansia, l'angoscia dovuta alla diffusione del coranavirus.
Conoscito da oltre 50 anni in genere provoca stati influenzali con raffreddore, tosse, febbre alta, che si esaurisce nel giro di una settimana. In casi eccezionali può provocare polmonite interstiziale, molto pericolosa perche richiede cure farmacologiche intensive ed ossigenoterapia.

La pandemia che si è scatenata dapprima in Cina e poi in tutto il mondo è stata cosi violenta che ha messo paura ad ogni persona con il terrore di essere contagiato e di rischiare la vita.

Consiglio: stiamo attenti mettiamo in campo tutte le misure di sicurezza per evitare il contagio e poi tutti fuori al sole. Aumentiamo la vitamina "D" con i raggi solari, molti agrumi per la vitamina "C", vino rosso, resveratrolo, immunostimolanti vegetali: echinacea, uncaria, astragalo ed un invito alla tranquillità.
Lo stress mentale acidifica la matrice extracellulare con conseguenze infiammatorie ed abbassa le difese immunitarie ed è quello che dobbiamo evitare se vogliamo vincere la battaglia.

Leggi tutto...

Coronavirus, non abbiate paura, dice il dottor Colasanti

coronavirus

MERS Coronavirus is on a Serious Rampage minDr. Antonio Colasanti - Gli a-coronavirus sono saliti alle cronache mondiali per la loro aggressivita e pericolosità per chi ne viene a contatto. C'è da precisare che il virus è diffuso a livello globale nella popolazione umana e questi ceppi contribuiscono a circa un terzo delle comuni infezioni da raffreddore nell'uomo e solo nei casi piu gravi possono provocare polmonite e bronchiolite, sopratutto negli anziani, nei bambini e nei pazienti con difese immunitarie basse. oltre a malattie respiratorie possono causare anche malattie enteriche e neurologiche.

Il tipo Sars.Co V è comparso nel Guandong in Cina nell'epidemia del 2003 provocando una pandemia diffusa in 29 paesi con tasso di mortalita del 10 % dovuta a stress respiratori. Il meccanismo del virus è il seguente: una volta entrato nell'uomo si lega ad un recettore, una glicoproteina espressa sulla membrana della cellula bersaglio , l'anticorpo prodotto si lega a questo sulla stessa struttura cui aderisce l'agente infettivo.

Ad oggi i coronavirus sono considerati virus in rapida evoluzione grazie all alto tasso di sostituzione dei nucleotidi che formano il genoma --dna-- ed alla loro ricombinazione. Negli ultimi anni tale evoluzione e stata accellerata da fattori intrinseci quali allevamento di animali, urbanizzazione e forse uso smodato di terapie antibiotiche non necessarie. Questi fenomeni hanno permesso e facilitato l'attraversamento della barriera della specie e la ricombinazione genomica. In parole povere abbiamo un virus che per sopravvivere è diventato piu resistente e forte. I coronavirus della sindrome respiratoria trovano nei pipistrelli ed in altri volatili il loro serbatoio naturale cosi da diffondere il virus in tutto il mondo.

I precedenti

Da ricordare che a cavallo tra il 1918 e 1920 ci fu una pandemia universale mortale che uccise piu di 100 milioni di persone nel mondo dovuta al virus influenzale h1n1. Fu chiamata la grande influenza o epidemia spagnola. Infettò tutto il mondo, incluse isole sperdute dell'oceano Pacifico e del mar Glaciale Artico. La letalità gli valse la definizione di più grave forma di pandemia della storia dell umanita. Infatti causò più vittime della terribile peste nera del 16° secolo. L'influenza provocava una insufficienza respiratoria e la morte provocata da una tempesta di citochine, reazione eccessiva del sistema immunitario. Dobbiamo fare una considerazione importante: nel 1920 non avevamo a disposizione l'antibiotico scoperto da Fleming nel 1928 e nemmeno i cortisonici scoperti da Kendall nel 1950. Quindi avevamo poche armi per contrastare l'infezione.

 

come possiamo contrastare il coronavirus

1 - aumentare le difese immunitarie
composti con echinacea-astragalo-uncaria-vit c -zinco-propoli;
sono tutti immunostimolanti che aumentano le nostre difese immunitarie
composto in gocce--50 gocce due volte al di

2 - argento colloidale spray una spruzzata in gola al mattino. L'argento ha proprietà battericide ed antivirali;
3 - infine Thuya 30 ch granuli -2 granuli mattino e sera. La Thuya possiede proprietà antivirali;
quindi accoppiamo fitoterapia oligoterapia ed omeopatia profilassi completa per la protezione virale.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici