fbpx
Menu
A+ A A-

Il Frosinone “sbanca” anche Cosenza, quinta vittoria di fila

Frosinone calcio

Tutta la gioia di Dionisi-22feb20 350 mindi Tommaso Cappella, Giornalista volontario in pensione - Un anticipo strafelice per il Frosinone nella sesta giornata di ritorno del campionato di serie B. I giallazzurri vincono anche al “San Vito” centrando quindi il quinto successo di fila, di cui tre fuori delle mura amiche, contro un Cosenza “rigenerato” dalla cura Pillon, subentrato all’ex Braglia dopo la sconfitta dei calabresi patita in casa della capolista Benevento, capace però di andare a vincere per 3-0 al “Picchi” di Livorno prima di questo match contro i canarini. La squadra di Nesta quindi, dopo queste cinque vittorie di fila, rafforza la seconda piazza utile per la promozione diretta alle spalle del lanciatissimo Benevento. Una prestazione super tra l’altro nonostante qualche assenza importante come quelle di Tabanelli, Ardemagni e Ciano, e con un Bardi super che porta a 486 i minuti di imbattibilità e determinante nel secondo tempo con almeno tre strepitose parate.

Primo tempo dominato dal Frosinone che al 14’ va in vantaggio: difende palla da fondo campo Novakovich e rimette al centro, irrompe Dionisi che mette alle spalle di Perina. Al 19’ divora il 2-0 Hass che tira debolmente a due metri dalla pota. Ma un minuto dopo non sbaglia proprio Novakovich (grande prova anche la sua soprattutto di sacrificio, oltre ad andare a segno) servito splendidamente da Rohden. Sterile la reazione del Cosenza che non riesce ad impensierire Bardi. Prima frazione che quindi si conclude sul 2-0 per il Frosinone. Nella ripresa nel Cosenza esce Pierini ed entra l’ex Schiavi con difesa calabrese quindi che si posiziona a tre. Al 7’ ci prova capitan Bruccini dal limite e pallone a lato. Prende coraggio il Cosenza, ma il Frosinone è ordinato e determinato. Al 10’ colpo di testa ancora di Bruccini e Bardi è eccezionale nel respingere. L’estremo difensore giallazzurro si ripete subito dopo su un tiro da fuori area di Lazaar. Al 25’ ancora Bardi sugli scudi a respingere una punizione “velenosa” sempre di Brucccini. Poi non accade più nulla e, al triplice fischio di Ros, il Frosinone può gioire per la sua quinta “perla” di fila.

Ed ora il Frosinone è atteso sabato prossimo alle ore 18,00 dal confronto interno con la Salernitana di Gianpiero Ventura, diretta concorrente per la promozione in serie A anche dalla porta principiale, senza passare quindi attraverso i playoff. Da parte di Brighenti e compagni ci si aspetta una conferma e quindi la sesta vittoria di fila questa volta davanti ai propri sostenitori i quali, in questo campionato, con le loro oltre dieci mila presenze al “Benito Stirpe”, hanno sempre rappresentato il dodicesimo uomo in campo. E da questo lanciato Frosinone ci si aspetta veramente il massimo, nonostante qualche assenza pesante.

 

Frosinone calcio - Serie B

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone fermato in casa anche dal Cosenza

Ciano atterrato in area da Bittante 350 mindi Tommaso Cappella - Nemmeno contro il Cosenza, penultimo in classifica, il Frosinone riesce a conquistare la vittoria. Dopo il pari interno e il ko a Perugia nel turno infrasettimanale, i giallazzurri non vanno oltre il pareggio anche contro calabresi dell’ex Braglia. Ed ora è crisi nera. Occorrerà la classica scossa in un ambiente che evidentemente ancora non riesce a superare la delusione per la retrocessione dalla serie A. Una squadra demotivata e che avrebbe bisogno invece di invertire una rotta che, almeno fino ad oggi, tarda ad arrivare. Anche contro il modesto Cosenza si è assistito ad un incontro nel corso del quale i giallazzurri hanno evidenziato ancora una volta limiti di tenuta e di idee.

Avvio di gara comunque buono da parte del Frosinone che va vicino al gol in un paio di occasioni con Trotta. Poi il Cosenza comincia a prendere le misure e abbassa i ritmi con possesso palla. Al 14’ occasione per Citro, pescato da Vitale: nell'uno contro con Perina tira, palla sul fondo. Al 24’ i padroni di casa passano. Dalle retrovie gran lancio di Brighenti per Ciano che entra in area e viene steso da Bittante. E’ calcio di rigore e questa volta il fantasista giallazurro non sbaglia. Al 35’ uona occasione in attacco per il Frosinone.

Protagonista Zampano con una galoppata sulla fascia sinistra, che ha preceduto il cross rasoterra, poi messo fuori in mischia dalla difesa del Cosenza. Poco prima del riposo occasione per il Cosenza: cross dalla fascia sinistra, per il taglio dell'esterno opposto, Bittante, che cerca il piatto sul secondo palo, palla fuori di pochissimo. Nella ripresa non passano nemmeno cinque minuti che gli ospiti pareggiano: Baez serve Carretta il quale, con un controllo di tacco, elude la marcatura di Zampano, conclusione in rete e Iacobucci è battuto. Il Frosinone accisa il colpo e fa fatica a portare pericoli alla porta calabrese. Nel finale c’è arrembaggio canarino: al 39’ cross di Paganini, sponda di Novakovich e tiro di Citro, parato. L’occasionissima arriva al 45’ quando il neo entrato Tribuzzi tira dai 25 metri ma la palla si stampa sul palo e gara che si conclude quindi sul’1-1.

Ora, con la classifica che continua ad essere preoccupante, il Frosinone è atteso dalla difficile trasferta in casa della Salernitana e su un campo che è sempre risultato ostico per i colori giallazzurri.
Magari l’auspicio è che, in un solo colpo, si possa sfatare il tabù “Arrechi, si colga il primo successo esterno e, soprattutto, si lasci una situazione da classifica che questo Frosinone, per il valore del suo organico e per i suoi meravigliosi tifosi, non merita affatto. Ma ci vogliono forza, coraggio e intraprendenza, oltre ad una buona dose di fortuna, che, fino ad oggi, non ha proprio assistito Gori e compagni.
Tommaso Cappella
Giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici