fbpx
Menu
A+ A A-

Maria Spilabotte dalla Leopolda 10

  • Pubblicato in Partiti

italiaviva 350 mindi Maria Spilabotte - È nato il nuovo Partito Italia Viva nel quale spero di poter spendere ancora tutte le energie possibili e mettere a disposizione la mia esperienza e tutto ciò che mi ha fatto crescere in tanti anni di militanza politica. Mi getto a capofitto in questa nuova avventura. 

Condivido a pieno i valori che guideranno la nostra azione politica. Leggere nella nostra carta dei valori che uomini e donne hanno eguali diritti e doveri sottolineato da  "in concreto", che mai ho trovato scritto altrove, mi illumina di immenso. Mi fa ben sperare che non siano parole al vento ma intenti veri e davvero concreti che ispireranno ogni nostra azione. 

Piu Europa, Carta Costituzionale,  antifascismo, potenziale umano, piena cittadinanza, bambini con un'infanzia serena, giovani protagonisti, autodeterminazione, diritti e doveri, responsabilità e impegno, principio di legalità, garantismo, rigore, azioni di pace e dialogo, diritti umani, lavoro, famiglia, cultura, ambiente e sviluppo sostenibile,  istruzione, tecnologia, innovazione, orgoglio italiano,  diritto al futuro. Sono tutti i temi alla base della nostra carta dei valori.  Niente di nuovo...dira' qualche detrattore, sono parole di cui si sono riempite la bocca  generazioni e generazioni di governanti. Ma pochi di quelli erano animati e sospinti da  quel coraggio e passione per il cambiamento che muove e alimenta i motori di Italia Viva.

Sei parole hanno ridotto il nostro bel Paese nelle condizioni in cui versa: "1 ma 2 noi 3 abbiamo 4 sempre 5 fatto 6 così". 

Una palese rinuncia al cambiamento,  una assurda negazione di coraggio.

La passione e il coraggio sono la nostra forza e noi saremo insieme a milioni di italiani protagonisti finalmente del vero cambiamento dell'Italia. 

Una grande ambizione, un progetto coraggioso che punta in alto...di ambizione sono sprovvisti i fannulloni, e chi vuole fermarla, tenerla sopita, è sicuramente persona o soggetto di poco conto. E poi abbiamo un orizzonte lontano il 2029. Non abbiamo fretta...non siamo quelli che diciamo di non avere abbastanza tempo. Abbiamo esattamente lo stesso numero di ore al giorno che sono state date a Michelangeli, a Giotto, a Madre Teresa, a Leonardo Da Vinci, Einstein...

La differenza è che noi non sprecheremo più tempo per litigare, difenderci, giustificare la nostra voglia di fare, distruggere, ma a costruire e a permettere che gli italiani tornino a sperare e che le loro speranze diventino realtà. 

Orgogliosa di esserci, orgogliosa di dare una mano. 

Felice di essere di nuovo a casa. 

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il PD e la crisi attraverso le sensibilità di Maria Spilabotte e Toni Pironi

  • Pubblicato in Partiti

partito democratico bandiera350 250Due lettere, quella di Toni Pironi in risposta a quella di dimissioni di Maria Spilabotte dal PD danno il senso di come gli apparteneti a questo partito stanno vivendo la crisi di governo e la ricerca di una soluzione ad essa.
Le pubblichiamo così come le conosciamo. quella di Pironi ci è giunta per email, quella di Spilabotte l'abbiamo letta su Ciociaria Oggi, riportata da Corrado Trento

Veroli 2 settembre 2019

All’Attenzione della Senatrice Maria Spilabotte, da Toni Pironi

Cara Maria,

Ho ricevuto e letto con attenzione la tua nota con la quale ci hai comunicato la riconsegna della tessera e la contestuale tua uscita dal Partito Democratico.
Ho apprezzato molto, per quel che possa contare, la forma della tua missiva la quale rispetta i modi e le regole della militanza. In un’epoca di comunicazione fatta di slogan urlati su una piattaforma digitale l’aver preso ‘carta e calamaio’ per indirizzare una lettera ai tuoi segretari è cosa preziosa.
Io non entro, sono l’ultima ruota del carro, nello specifico delle motivazioni personali che muovono la tua decisione di salutare il Partito. Sono motivazioni rispettabili che inducono tutti a riflessione su quanto sta accadendo.
Riflessione, tra l’altro, che sono certo l’intero nostro popolo sta praticando poiché nessuno di noi sa se la navigazione che ci accingiamo ad iniziare sia capace di condurci ad un approdo oppure se ci lascerà in alto mare al cospetto dei marosi della politica.
Ho idea che quello che si sta tentando sia un esperimento che ha qualche ragionevole speranze di successo ma che ha, al contempo, numerose possibilità di fallimento.
Mettere insieme una tradizione consolidata del progressismo europeo quale è (nel bene e nel male) la nostra con un aggregatore politico del tutto avulso, per storia e comportamento, daltoni pironi 400 min riformismo tipico della sinistra moderata può apparire come un azzardo. E lo è.
Ma, perché anche in questa storia c’è un ma, io personalmente voglio fidarmi dell’intuizione di chi pensa che questa fusione a freddo abbia un senso. Lo voglio fare perché da uomo di Partito sono tendenzialmente abituato a sostenere le scelte che vengono prese in alto (non per ossequio ma per rispetto dei processi di democrazia interna che mi auguro ancora esista nel PD odierno) anche quando queste (e nel recente passato è avvenuto molto spesso) non incontrano i miei favori. Ma lo voglio fare soprattutto perché esiste la possibilità di tenere insieme porzioni di elettorato che muovono istanze politiche delle quali è possibile procedere a sintesi.
Gli americani usano dire ‘segui il denaro’ per trovare la ragione di alcune azioni. In questo caso è possibile che sia utile dire ‘segui il voto’ per tentare di motivare questo tentativo.
E’ chiaro che, come tu affermi, in questo momento non vi è sufficiente riflessione sui contenuti. E’ anche chiaro, però, che quando il tempo per una riflessione non esiste una classe dirigente viene chiamata a prendere decisioni per conto di tutti e di queste decisioni una classe dirigente intera dovrà rendere conto, nel bene e nel male.
Il punto sul quale mi trovo purtroppo d’accordo con te è, invece, quello relativo all’unità del Partito. Il tuo ‘non sappiamo stare in pace con noi stessi’ ha risuonato in me con forza e con drammatica attualità. Hai perfettamente ragione. Siamo un Partito plurale ma la pluralità non dovrebbe mai sfociare nel preferire l’interesse della propria parte a quello dell’intera nostra comunità.
E questo vale a tutti i livelli: nazionale, regionale, provinciale, comunale.
Per concludere ti dico grazie. Non abbiamo avuto grandi occasioni di lavorare insieme. La mia elezione è coincisa con una fase del tuo impegno politico che ti ha portato lontano dalla nostra terra ma è stato un onore per me e per il circolo che rappresento avere tra i propri iscritti un parlamentare e, ti prego di credermi, abbiamo sempre avvertito la tua presenza.
Non ti chiederò, non me ne riconosco l’autorevolezza, di ripensarci. Soprattutto non ne riconosco l’utilità. Avverto che le tue motivazioni sono robuste abbastanza per spingerti verso altri lidi. Lidi che comunque, ne sono altrettanto convinto, non saranno mai così distanti dai nostri e che ci potranno, anche in un futuro prossimo, vedere lavorare insieme.
Un lavoro magari fatto da postazioni diverse ma con il comune senso di appartenenza ai valori fondanti della sinistra.

Grazie ancora.

Il segretario del circolo
di Veroli del Partito Democratico

Toni Pironi

 

La lettera di Maria Spilabotte che annuncia la sua decisione di lasciare il PD

La lettera è stata inviata al segretario provinciale del Partito Domenico Alfieri ed a Tony Pironi responsabile del circolo di Veroli, quello di appartenenza della Spilabotte.

da Ciociaria Editoriale Oggi in un articolo di Corrado Trento


«Con la presente sono a comunicarvi la mia decisione di riconsegnare la tessera di Partito e di dimettermi dagli organismi dirigenti di cui faccio ancora parte». Firmato Maria Spilabotte, già senatrice del Pd nella scorsa legislatura e militante storica in Ciociaria del Pds-Ds-Pd.

Maria Spilabotte attacca: «Al dibattito, abbastanza imbarazzante e strampalato, che si è aperto in questi giorni sul futuro Governo, sarebbe utile da parte mia astenermi. Non per sottrarmi ad un confronto, ma solamente perché ritengo ogni considerazione superflua e inutile in quanto non condivido assolutamente la linea assunta dal gruppo dirigente, le motivazioni addotte. Ma soprattutto perché rimango convinta di dover essere coerente fino in fondo con i miei principi e con i miei valori. Soprattutto nei confronti dei cittadini ai quali ho chiesto il voto alle nostre primarie, rassicurandoli sul fatto che mai avremmo ceduto ad un accordo politico ed elettorale con il Movimento Cinque Stelle».

«Sorvolo sulle dichiarazioni che in questi anni gli esponenti dei Cinque Stelle hanno riservato al Partito Democratico. Solo una domanda: com’è possibile passare, nell’arco di poche ore, dalle offese mortali alle mani tese e salvifiche? Dal disprezzo totale alla pretesa di sintonie e intese?»

«Tutti quelli che dal 4 marzo fanno pressioni, decisamente indebite, sul Pd perché offra i propri voti a Di Maio potrebbero spiegarmi per quale ragione il Pd dovrebbe essere l’unico partito a cui verrebbe chiesto un presunto atto di responsabilità? Dignità e orgoglio non possono essere messi da parte da chi come me ha ancora in mente l’insopportabile scena con Roberta Lombardi che, davanti alle telecamere dello streaming grillino, umilia Pierluigi Bersani, con ruoli perfettamente invertiti».MariaSpilabotte min

Aggiunge la Spilabotte: «Da parlamentare eletto nella scorsa legislatura non posso dimenticare né sottovalutare la campagna d’odio che noi abbiamo subito per cinque anni ovunque, a partire dalle aule parlamentari. Discontinuità è la parola magica che giustificherebbe l’accordo fra M5S e Pd? Il Pd dovrebbe prendere atto invece che Di Maio propone la continuità. E avere il coraggio di dire senza se e senza ma che questo accordo non si può fare perché non ci sono le condizioni e la colpa è proprio di Di Maio, perché è caduto il governo dei due populisti».

«Non è caduto solo Salvini. E il cedimento del Pd sui contenuti? Sembra davvero che si voglia un accordo ad ogni costo. Altro che discontinuità. Stiamo cedendo a tutte le scemenze del populismo più becero, mentre mi sarei aspettata una risposta rigorosa del mio partito e dei riformisti sui contenuti. E invece noto solo imbarazzo, silenzio e balbettamenti».

Maria Spilabotte spiega ancora nella lettera: «Il Partito Democratico a guida Zingaretti, che in questo momento sventola la parola discontinuità, accettando di accordarsi con i pentastellati, sta palesemente disconoscendo e rinnegando le politiche dei governi Renzi-Gentiloni. Che su crescita, lavoro, sblocca-Italia, scuola e politiche sociali avevano compiuto svolte epocali che oggi il mio partito sta rinnegando, giustificando tutto questo nella lotta, come unico responsabile della rovina del nostro Paese e della incapacità di governarlo, solamente nei confronti di Salvini. Per me è solo l’alibi per andare comunque al governo. Stiamo vendendo la nostra anima al diavolo».

«E non si tratta nemmeno di prendere al volo un treno che passa e che ci riconsegna momentaneamente le potenzialità per governare. Perché quel treno viaggia, a mio avviso, su un binario morto. E questa imprudente scelta ci porterà alle prossime elezioni a contare i voti con il pallottoliere. Avverto, giorno dopo giorno, di fronte a tutto questo, solo aride emozioni e la scelta che ho compiuto 24 anni fa di iscrivermi al Pds poi Ds e Pd, mi chiede oggi di fare una pausa di riflessione per tenere salda la mia identità».

«Questo Partito mi ha consentito di vivere momenti belli, meno belli, mi ha dato tanto. Sicuramente più di quanto io sia riuscita a restituire. Ho avuto il dono di formarmi attraverso la militanza e l’impegno politico. Mi ha dato grandi soddisfazioni, mi ha insegnato a comprendere meglio le idee degli altri e a confrontarle con le mie. La mia storia, con tutti i suoi errori, mi appartiene interamente e mi segna indelebilmente. Per questo e tanto altro la mia scelta oggi è assai sofferta e dolorosa».

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Maria Spilabotte: Quando i bambini sono in pericolo il Mondo lo e'

bimbiinsiria minDichiarazione di Maria Spilabotte: «Quando i bambini sono in pericolo il Mondo lo e'. Mentre in Italia si discute, a settimane dal voto, di poltrone e improbabili alleanze, la Siria sta diventando il cimitero dei bambini nel silenzio piu' vergognoso. L'enclave siriana controllata dai ribelli impedisce di sfruttare i corridoi umanitari e questo dopo la risoluzione dell' Onu. Goutha Est e' isolata . I 400mila abitanti sono sotto costante bombardamento. In molti si riparano sotto le macerie o vivono sotto terra. I centri medici sono pieni di bambini feriti. Le strutture sono al collasso, mancano le medicine. Oggi, le parole "aiutiamoli a casa loro" pronunciate da chi dovrebbe governare, ma si pone come priorita' corteggiare papabili partner politici, criticati aspramente fino a pochi giorni fa, rappresentano un insulto ai diritti umani, sui quali cade il sangue degli innocenti. Quale futuro per un Paese che volge lo sguardo alla logica dell'interesse mentre i bambini vengono massacrati?»

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Maria Spilabotte ringrazia

mariaspilabotte 350 260 minQuesta campagna elettorale è stata faticosa ma mi ha dato molto dal punto di vista umano e di questo sono grata ad ogni cittadino di questa nostra provincia. Riflettendo all'indomani della presa di coscienza dei risultati di voto, innanzitutto vorrei ringraziare tutte le persone che hanno creduto in me e nel mio progetto sostenendomi, ma sono grata anche a coloro che hanno scelto diversamente. Dico questo non per piaggeria post elettorale, ma perchè so che è da questo che bisognerà partire per individuare un modo di far arrivare alle persone il messaggio di democrazia ed equità sociale che, evidentemente, non ha raggiunto la maggioranza del territorio e del Paese. Nel rispetto del principio democratico cui ispiro non solo il mio impegno politico, ma la mia vita intera e davanti al dato che le urne ci consegnano, intendo iniziare una approfondita riflessione sulle cause che ne hanno indotto l'esito. Oggi, i miei auguri di buon lavoro vanno a tutti i miei antagonisti che siederanno in Parlamento: a loro auguro di sentire con forza e costanza su di loro la responsabilità che la fiducia accordata comporta. Credo nelle Istituzioni e, a corsa elettorale conclusa, l'unica cosa che conta è il bene della Provincia e del Paese, al servizio dei quali oggi, come ieri, mi pongo. Grazie. Maria Spilabotte

Leggi tutto...

Le chiusure della campagna elettorale di Maria Spilabotte

spilabotte chiusure 350 260 minUna chiusura di campagna elettorale con le scintille quella di Maria Spilabotte candidata per la riconferma a Palazzo Madama. Ultimo tour serratissimo con partenza dalla valle di Comino, da Atina, passaggio a Castelnuovo Parano e finale a Cassino.

Gli ultimi confronti sono stati l'occasione migliore per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: dal rifiuto del dibattito da parte dei competitor di Cinquestelle e Centrodestra, all'esame dettagliato dei curricula civili e amministrativi, qualora ve ne fossero di questi ultimi, dei due avversari che hanno disertato il confronto. "E' una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini quella di Marrocco e Ruspandini - ha dichiarato Spilabotte -. Si sono vantati di non avere bisogno della gente perché li avrebbe eletti il "vento del partito". Beh sappiano i cittadini che il giorno che queste persone dovessero occupare uno scranno in Parlamento, adotterebbero la medesima politica dell'indifferenza. Confrontarsi con i cittadini non è propaganda, semmai rappresenta un modo per porsi all'ascolto del territorio e viverlo tra la gente. Io l'ho sempre fatto e continuerò a farlo. In campagna elettorale e durante il mandato istituzionale".

Leggi tutto...

A Ceccano un momento indimenticabile per Maria Spilabotte

mariaspialbotte 460 344 minComunicato - Il cuore di Ceccano sulle barricate con Maria Spilabotte e un incontro elettorale diventa un momento indimenticabile.

Il caloroso affetto della gente, lo scambio e il confronto ma anche la volontà di levare gli scudi insieme per difendere i diritti e le conquiste sociali degli ultimi cinque anni.

Questa l'atmosfera carica di emozione che domenica 18 febbraio ha accolto Maria Spilabotte a Ceccano. Per lei sono accorsi in tanti. Hanno voluto testimoniare il loro sostegno così come hanno fatto la segretaria del circolo PD locale Emanuela Piroli e la candidata alla Camera Francesca Cerquozzi. In un momento importante della corsa verso il secondo mandato a Palazzo Madama l'emozione ha colorato una giornata che ha caratterizzato la città di Ceccano come il punto di partenza della volata finale.

Leggi tutto...

Domani a Ceccano la Senatrice Maria Spilabotte

Spilabotte lancia il guanto sfida e scende in ceccano monumento 350 260battaglia proprio in casa di Ruspandini. Una scelta coraggiosa quella della Senatrice Maria Spilabotte che sceglie Ceccano per il confronto in piazza con i cittadini, domenica alle 11 in piazza XV Luglio, a Ceccano.
«Sono abituata ad andare incontro alle situazioni e a non rifuggirle. Inoltre, Il PD ora è unito e compatto e con il sostegno di amici  veri, quali Maurizio Cerroni, le forze giovani ed entusiaste del Circolo che si stringe intorno ad Antonio Ciotoli, con la forza di Manuela Maliziola, il supporto di tre ex sindaci che si sono fronteggiati anche in schiramenti opposti ma ora sono tutti uniti nella chiamata alle armi, in nome dei tutela dei diritti, nulla ho da temere. Oggi, non è più tempo di vecchi rancori e rivalità politiche. Questo è il giorno di levare gli scudi per difendere il futuro del territorio», esordisce Maria Spilabotte.


«Inoltre, la cronaca degli ultimi giorni ci pone di fronte a questioni di coscienza sociale che vanno al di là di quella che avremmo immaginato sarebbe stata una normale campagna elettorale per le elezioni politiche», dichiara la Senatrice del PD, commentando la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il consigliere regionale campano di Fratelli d'Italia, Luciano Passariello, candidato alla Camera e indagato in un'inchiesta su episodi di corruzione e traffico di rifiuti condotta da magistrati della Dda di Napoli e della sezione reati contro la pubblica amministrazione.

«Corruzione aggravata e finanziamento illecito dei partiti sono le ipotesi di reato formulate. L' illecito consisterebbe in somme di denaro (non si sa se promesse o versate) in cambio di un appalto presso la Sma da un imprenditore ritenuto legato a un clan della camorra - spiega Spilabotte - che coinvolge un rappresentante delle istituzioni, il quale aveva il compito di tutelare la legalità. Ben consapevole che la magistratura dovrà appurare la fondatezza o meno delle accuse, ritengo sia necessario prendere una posizione forte e coerente con il mio percorso politico e civile, ribadendo la necessità che la politica impronti la propria azione alla limpidezza. È' dovere di noi candidati esporci all'esame dei cittadini. Da anni io faccio parte di 'Libera', associazione presieduta da L. Ciotti, che l’ha fondata nel 1995, con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alla criminalità organizzata e di favorire la creazione di una comunità alternativa alle mafie stesse che coordina più di 1600 realtà nazionali e internazionali che si occupano in vario modo del contrasto alla criminalità organizzata. Fra gli scopi dell’associazione: promuovere i diritti di cittadinanza, la cultura della legalità democratica e la giustizia sociale; valorizzare la memoria delle vittime di mafie; contrastare il dominio mafioso del territorio. Alcuni dei concreti impegni di Libera sono: la legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura. In coerenza con questa scelta di legalità, nel 2014 in Parlamento abbiamo indossato il braccialetto dell’associazione Libera e della campagna ?Riparte il Futuro’. Un segnale forte che le Istituzioni devono dare. Oggi, dinanzi a queste preoccupanti notizie sento il dovere di invitare i cittadini vigilare sulla levatura morale di coloro che si propongono di rappresentarli affinché mai più la loro fiducia venga tradita. Le parole dei candidati sono lusinghiere e cariche di promesse. Controllatene la veridicità chiedendo loro di mettere sul tavolo non solo i proclami, ma la loro storia personale oltre che politica. Non dimenticate mai una cosa: sono i vostri rappresentanti, coloro che eleggete, a lavorare per voi non viceversa e loro hanno il dovere di rendervi conto di ogni azione compiuta in vostro nome. Questa è l'Italia che abbiamo iniziato a costruire con il PD, quella che gli italiani meritano e devono pretendere».

 Cordiali saluti,

Ufficio Stampa Senatrice Maria Spilabotte

Nica Paolini,

Leggi tutto...

PD unito per la rielezione di Maria Spilabotte

partito democratico bandiera350 250Una battaglia per la civiltà e la tutela dei diritti che serra i ranghi del PD frusinate cancellando divisioni e ormai dimenticate lotte intestine. Fabrizio Cristofari e Michele Marini levano gli scudi insieme per sostenere la rielezione al Senato di Maria Spilabotte.
"Un evento che consente di comprendere con chiarezza quanto valori ideali e principi cardine della democrazia siano le fondamenta sulle quali poggia la casa democratica" , ha commentato la Senatrice Maria Spilabotte a margine dell'incontro che si è svolto giovedì sera a Frosinone.
"Una chiamata alle armi" così Cristofari e Marini, seduti allo stesso tavolo per loro forte volontà, hanno definito il banco di prova di questa tornata elettorale per le politiche. I fatti di cronaca, il pericolo delle reminiscenze di matrice fascista, l'abrogazione delle conquiste sociali, questi i fuochi che hanno riacceso l'unità nel PD provinciale. Una dimostrazione di forza e unione che si contrappone alle atmosfere ben diverse che si percepiscono dall'altra parte della barricata. Ed è con lo stesso spirito che domenica mattina, alle 11, tutti gli esponenti del Partito Democratico saranno chiamati in piazza XXV luglio a Ceccano per il confronto diretto con i cittadini di Maria Spilabotte. "Sarà un momento di confronto sui fatti, sui programmi sui risultati ma,soprattutto, sui contenuti -ha precisato la Sen. Spilabotte -. Ho sempre prospettato ai cittadini la verità, solo quella, anche quando poteva apparire scomoda, e questo è il momento di chiudere il cerchio smascherando, promesse vuote e inganni".

Leggi tutto...

Gli appuntamenti di Maria Spilabotte

Iniziativa_spilabotteDiritti, equita' sociale, progetti e risultati.

Domani 15 febbraio '18, alle 18,30  Hotel Memmina a Frosinone.

La corsa per la difesa del territorio della Senatrice Spilabotte prosegue senza battute di arresto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici