fbpx
Menu
A+ A A-

Costituito ad Anagni il gruppo politico cittàtrepuntozero

città3.zero minSi è costituito ad Anagni, in provincia di Frosinone, il gruppo politico cittàtrepuntozero: ideatori Fernando Fioramonti e Lucilla Graziani. Nei prossimi giorni la presentazione del Direttivo.

I fondatori hanno redatto un Manifesto Programmatico, ispirandosi a principi di libertà e uguaglianza: godere di un diritto non può significare, per il partito cittàtrepuntozero, la mera titolarità dello stesso ma implica una fattiva capacità programmatica da parte del politico, per permettere concretamente ai Cittadini di godere di quei servizi che rendono il Welfare State degno di questo nome.

Riportiamo stralci del Manifesto: Non ci interessa unicamente il valore del PIL come indice di crescita del Paese, ma anche il tasso di alfabetizzazione, l’efficienza del sistema sanitario, l’accesso al lavoro, l’assenza di qualsiasi forma di discriminazione, il rispetto dell’ambiente, nella profonda convinzione che siano tutti indici dello sviluppo umano... La politica economica che ci impegniamo a portare avanti vede al centro la persona e non il mercato... Le nostre politiche sociali si muovono nel paradigma del riconoscimento dell’Altro: la nostra visione della libertà è relazionale, ne consegue che non esiste un diritto senza un dovere associato. Dalla lettura del Manifesto si evincono prospettive radicalmente nuove per le città, la politica nazionale e l’ambiente, ponendo al centro la persona e la qualità della sua vita, in questa fase di disorientamento per i Cittadini e di caos del politico. Soprattutto in questi giorni, in cui importanti Partiti nazionali vivono travagliate dinamiche di trasformazione, stanno sorgendo nuove strutture, le cui effimere fondamenta sono causa di crollo già prima di ogni eventuale tentativo di edificazione.

Cittàtrepuntozero si rivolge alla base, ai singoli e al locale, chiamandoli con pari dignità e diritto alla Costituente: l’identità politica del Partito saranno le sue stesse radici. Queste vision and mission hanno già attratto varie realtà territoriali, in primis Roma, che con con il gruppo anagnino si sono federate, sempre in attesa della futura Costituente.

Il testo integrale del Manifesto programmatico elaborato dal Direttivo è disponibile su cittàtrepuntozero.it e sui profili social omonini. Il sito è luogo di incontro ed informazione, che dal nazionale si propaga al locale e viceversa, permettendo anche al piccolo Comune di avere la più ampia visibilità, nella ferma convinzione che la prima battaglia culturale è di stare di guardia ai fatti.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Latina-Anagni 0-0

Latina Anagni 2feb20 350 minUfficio stampa Citta di Anagni - Bella gara a Latina tra i padroni di casa ed il Città di Anagni. Le due squadre si sono fronteggiate a viso aperto senza tatticismi. Dopo un buon inizio del Latina che però non creava eccessivi problemi alla difesa ciociara era l'Anagni ad avere l'occasione più importante al 26' con Tataranno la cui conclusione finiva di poco a lato. Al 31' buona occasione con Trenitella che da buona posizione concludeva alto mentre al 36' una posizione dei pobtini con Attagli si perdeva di poco alta sulla traversa.

Nella ripresa partita ancora bella dal punto di vista tecnico ed agonostico anche se le occasioni da rete si contano con il contagocce. Portieri di fatto inoperosi. Al 2' Giuliani con i pugni respinge una palla velenosa di Fatati mentre Tataranno e Flamini concludono fuori due buone occasioni . Continua il buon momento del Città di Anagni che impone il pareggio a reti inviolate al Latina al Francioni. I ciociari salgono a 21 punti in 22 gare del campionato nazionale di serie D, girone G. Domenica al Tintisona arriverà il Muravera per uno scontro salvezza già decisivo.

 

Latina:Alonzi, Iorio, Fatati, Cunzi, Corsetti, Del Duca, Barberini, Caze' Da Silva, Garufi, Mastrone, Attagli. A disposizione: Muci, Cardella, Galasso, Teraschi, Esposito, Signorello, Sanna, Cucciardi, Del Prete. Allenatore Agenore Maurizi

Città di Anagni: Giuliani, Scatozza, Cipriani, Pastore, Russo l., Russo S., Flamini, Trentinella, Cardinali, Tataranno, Elefante. Allenatore Davide Mancone

Arbitro: Frosi di Treviglio

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni: lo Stadio della discordia

stadiodiAnagni 350 260di Antonella Necci - Nel leggere i comunicati stampa pubblicati a poche ore l'uno dall'altro sul quotidiano online anagnia.com, non si può non bacchettare sia Egidio Proietti, segretario in carica del circolo PD di Anagni, sia il sindaco Daniele Natalia, indagato a piede libero per il caso Urban Waste e che ora, novello Robin Hood, si scaglia contro la malagestione(a suo dire) della precedente amministrazione, di cui Egidio Proietti era consigliere di maggioranza, per l'incapacità di riuscire ad avviare la gara e i lavori per il nuovo stadio della città dei Papi.

Rimprovera, il sindaco Natalia, il segretario Proietti, di aver concesso, durante tale periodo amministrativo, appalti e concessioni a ditte che direttamente o indirettamente (?) avevano rapporti di parentela con membri del consiglio comunale.
Dimentica, il sindaco Natalia, che invece lui, per ciò che è finito nell'inchiesta Urban Waste, ha deciso di aiutare un compagnetto di scuola al quale era affezionato e che adesso si trova nei guai.

Ma tralasciando i possibili rapporti di parentela o meno (i direttamente o indirettamente parenti), e tralasciando anche la sciatteria del comunicato stampa del circolo cittadino PD che offre il fianco ai furbi rimproveri del sindaco Natalia, resta aperta la questione sulla gestione della gara pubblica che ha visto la concessione ad una impresa che si trova ancora in contenzioso con il comune di Anagni.

Se anche fosse vero che non esiste incompatibilità in tale assegnazione (tutto da verificare), resta, comunque, l'ombra del ragionevole dubbio nell'azione di affidare la concessione per il nuovo stadio cittadino ad una impresa che per altri lavori aveva esibito una fattura ben superiore ai 500,000 euro, che il comune della città dei papi ha pensato bene di non pagare e di affidare al tribunale di Velletri.

Ben strano.
Sarebbe come se, dopo le varie vicissitudini di Urban Waste, i Carabinieri Forestali decidessero di affidare una indagine delicata a Daniele Natalia e Antonio Corsi, perché non esiste incompatibilità.
Oppure, per parlare di soldi, sarebbe come se voi rifiutaste il pagamento di una parcella troppo cara del vostro avvocato, per poi nominarlo vostro difensore in un processo delicato, lungo e difficile.
La percepite la sottile ed impalpabile incongruenza?

È evidente che qualcosa non quadra, ma Egidio Proietti, che ha di certo espresso tali dubbi, magari arricchendo le sue parole con un briciolo di animositá, doveva essere più cauto e parlare con maggiore cognizione di causa, conoscendo il modus operandi del sindaco Natalia.
Il quale sindaco, nell'accusare bonariamente il segretario PD, si riferisce ad un appalto concesso ad una società per il rifacimento dell'illuminazione pubblica il cui titolare è parente diretto di un'altra società, ormai cessata al tempo dell'aggiudicazione, che aveva un contenzioso storico (addirittura risalente al sindaco Cicconi), risolto in via transattiva con una delibera di Consiglio comunale (non di giunta) alla quale aveva egli stesso dato voto favorevole. La vicenda del campo di calcio e l'eventuale conflitto di interessi della società aggiudicatrice, che ha essa direttamente un contenzioso con il comune, avrebbe dovuto indurre la stazione appaltante ad una valutazione discrezionale dell'eventuale esclusione dalla gara (cosa che non ha fatto avendo aggiudicato la stessa gara). La stazione appaltante non è obbligata ad includere un'impresa che ha un pregresso contenzioso con l'amministrazione (vedi delibera n. 815 del 2018 dell'Anac).

E perché l'amministrazione del comune di Anagni non ha escluso tale impresa?

Inoltre, l'appalto del campo di calcio ha profili problematici sotto diversi punti di vista.
Perché è stato revocata la precedente gara (quello dal contenuto economico molto più ridotto)?
La stazione appaltante ha valutato se il contenzioso in atto, per l'oggetto del contendere e le eccezioni formulate alle richieste avanzate, sia tale da rendere dubbia l'integrità e l'affidabilità dell'operatore economico, valutandone eventualmente la sua esclusione?

Ecco sindaco Daniele Natalia risponda a queste semplici domande e lasci perdere i cavilli dei direttamente o indirettamente parenti, e delle pregresse azioni della passata amministrazione, alle quali, peraltro, lei aveva espresso voto favorevole! Risponda invece a domande concrete. Direttamente.

http://www.anagnia.com/2020/01/26/laffondo-del-partito-democratico-di-anagni-sullo-stadio-comunale-la-giunta-natalia-e-la-sua-maggioranza-sembrano-essere-andati-letteralmente-nel-pallone/

http://www.anagnia.com/2020/01/27/stadio-comunale-il-sindaco-di-anagni-daniele-natalia-replica-al-segretario-cittadino-dem-egidio-proietti/

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Soldi persi dal comune di Anagni

città3.zero minDa non crederci, è mai possibile perdere l’ennesimo finanziamento pubblico? Ad Anagni succede.

Qualche giorno fa il nostro Sindaco ha rilasciato una lunga intervista ad un noto quotidiano on line, affermando che il 2020 sarà per la sua Amministrazione l’anno della verità, durante il quale i progetti annunciati saranno perentoriamente realizzati. Tutta la squadra della maggioranza, a dire del Primo Cittadino, sarà valutata e giudicata in base ai risultati che porterà a casa.

A pochi giorni di distanza arriva subito la prima smentita! Il Ministero degli Interni ha respinto la richiesta di finanziamento del piano triennale delle opere pubbliche del nostro Comune. “Perché?”- direte voi. La domanda, nostro malgrado, è inammissibile in quanto priva della documentazione richiesta. L'invio al BDAP del rendiconto 2018 è incompleto poiché il Comune non ha inviato nessun documento relativo ai dati contabili analitici (DCA) e neppure quanto pertiene al Piano degli indicatori (IND).

Anagni ha perso altri 2,4 milioni di euro, che avrebbero potuto essere utilizzati per affrontare molti problemi che gravano sulla nostra cittadina. Quindi, lo scorso anno i soldi persi per pratiche respinte o di scarsa qualità sono stati circa 2 milioni di euro (!); nel 2020 cominciamo subito con 2,4 milioni persi, giusto per peggiorare al ribasso il nostro record già profondamente avvilente.

Di fronte a tutto ciò e cioè erogazioni non aggiudicate a causa di domande errate o carenti, noi non possiamo esimerci dal domandare al nostro Sindaco: "Non è che per caso i 2,4 milioni persi erano proprio quelli previsti dall'attuale Amministrazione per realizzare quanto promesso?"... Se così fosse, come faranno Natalia e la sua Giunta a portare a termine quanto detto? Il Sindaco si assumerà direttamente la responsabilità di questa ennesima pessima figura fatta dal nostro Comune? La ditta, pagata più che degnamente per rispondere a queste domande, che sta facendo? Come può giustificare un così scarso rendimento tra bandi inammissibili, persi o che comunque vedono Anagni piazzarsi veramente troppo, troppo spesso, nei fanalini di coda delle graduatorie?

Cittatrepuntozero

PS: link a tutti i documenti

https://dait.interno.gov.it/finanza-locale/documentazione/decreto-interministeriale-30-dicembre-2019

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni: Si ai biscotti no ai botti

città3.zero minCaro Sindaco,

Si avvicina la notte di San Silvestro che saluterà il 2019 accogliendo il 2020.
E’ consuetudine festeggiare Ia notte di capodanno con il lancio di petardi, botti e fuochi d’artificio. Con il passare degli anni, l’uso sconsiderato che si fa di tali “esplosivi” ha provocato infortuni anche di grave entità, sia in chi li maneggia sia in chi venisse fortuitamente colpito.

Altresì numerosi studi hanno dimostrato che l’esplosione di petardi e altri “botti” utilizzati possono arrecare gravi danni fino alla morte negli animali sia domestici sia selvatici.

Ad esempio l’esplosione dei botti e la luce che ne scaturisce, in piena notte possono provocare nei cani e gatti, che ricordiamo hanno capacità uditive superiori a quelle dell’uomo, terrore e stress fino a farli scappare dai propri giardini perdendo l’orientamento o finendo sotto qualche macchina. Molti animali rimangono impauriti fino ad avere disturbi comportamentali, altri, magari già malati possono morire per la paura. Sempre maggiore attenzione è rivolta ai nostri pet e questa notte diventa un incubo per quegli animali che ogni giorno sono presenti nella nostra vita.

Invitiamo, intanto, i lettori a sostituire il rumore dei petardi con il rumore dei tappi di bottiglia che saltano.

Nel dicembre del 2015 l’allora sindaco del comune di Anagni Bassetta emise un’ordinanza che vietava l’uso dei botti di capodanno.

Chiediamo al Sindaco Natalia di emettere medesima ordinanza, che diventa un atto di civiltà e rispetto anche per l’ambiente.

#siaibiscottinoaibotti

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni vince a Lanusei 2 a 1

lanusei anagni 14dic19 350 265 minNel primo tempo parte meglio l'Anagni che al 6' va vicino al goal con Elefante ben servito da Russo ma anticipato al momento della conclusione.

Al 10' la risposta dei padroni di casa con Ladu che ruba palla a Colarieti va in contropiede ma calcia a lato.

Al 13' Flamini da buona posizione calcia sul fondo.

Al 26' i ciociari vanno in rete con Cardinali ma l'arbitro annulla per evidente fuorigioco.

Al 35' punizione di Elefante da fuori aerea ma tiro debole.

Nel secondo tempo parte forte l'Anagni che al 1' passa in vantaggio grazie ad una rete segnata dal neo acquisto Elefante su azione d'angolo battuto da Flamini.

Il raddoppio dei ciociari al 24' grazie ad una splendida rete di Sosa che ricevuta palla in zona laterale si accentra facendo partire un bolide che si insacca all'incrocio dei pali. I sardi accusano il colpo e stentano a reagire.

Solo al 38' il Lanusei riesce a realizzare il goal della bandiera con Floris da buona posizione. Troppo tardi per provare a recuperare.

La gara finisce con la vittoria per 2-1 dell'Anagni che torna a sperare nella salvezza.

Lanusei: La Gorga, Corsaro, Costa, Mastromarino, Lazazzera, Spinelli, Manca, Attili, Mentana, Ladu, Sanna. A disposizione: Marci, Serra Jauch, Carta, Pinto, Ciccone, Usai, Novembre, Floris, Bruno. Allenatore Aldo Garlini

Città di Anagni: Giuliani, Tataranno, Cipriani, Pastore, Contucci, Russo, Scatozza, Colarieti, Cardinali, Flamini, Elefante. A disposizione Bartorelli, Sosa, D'Amicis, Rosi, Pappalardo, Savo, Ancinelli, Neccia, Dolce. Allenatore Davide Mancone.

Arbitro: Emanuele Ceriello di Chiari

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Che fare per riaprire l'ospedale di Anagni?

Anagni Ospedale 350 260di Antonella Necci - I dati oggettivi: La provincia di Frosinone conta 489.716 abitanti distribuiti su una superficie di 3247,08 km2, per una densità di popolazione pari a 150,82 ab./km2.

Ciò significa che la densità di abitanti per km2 è esigua e non tale da rientrare nelle norme dettate dalla legge Balduzzi, che prevede una densità maggiore di abitanti per ogni complesso ospedaliero:

“La classificazione delle strutture ospedaliere:
Il regolamento stabilisce tre tipologie di strutture ospedaliere in ordine di complessità:
– I presidi di base: bacino d’utenza compreso tra 80.000 e 150.000 abitanti. Sono dotate di Pronto Soccorso con la presenza di un numero limitato di specialità con servizio di supporto in rete di guardia attiva
– I presidi di I livello: bacino d’utenza tra 150.000 e 300.000 abitanti. Sono sede di DEA di I° livello. Sono strutture che sono dotate di un notevole numero di specialità con servizio medico di guardia attiva. Devono essere presenti o disponibili in rete h 24 servizi di radiologia con Tac ed ecografia, laboratorio, servizio immunotrasfusionale.
– I presidi di II livello: bacino d’utenza tra 600.000 e 1.200.000 abitanti. Sono dotate di strutture di DEA di II° livello. Questi presidi sono riferibili alle Aziende ospedaliere, ospedaliero universitarie, a taluni IRCCS. I presidi in questione possiedono tutte le caratteristiche di quelli di I° livello ma in più sono dotate di strutture che sono in grado di affrontare discipline e patologie più complesse.”

Risulta chiaro, e qui l’obiettività viene scemando, come una provincia che avrebbe potuto essere un fiore all’occhiello dell’Italia centro-meridionale, che avrebbe potuto avere strutture ben posizionate, a pochi km da Roma, estese su un’area adatta alla “green economy”, come recita sempre la legge Balduzzi:

“EDILIZIA SANITARIA (ART. 6)
Al via la ristrutturazione degli edifici del SSN con un occhio alla ‘green-economy’
La procedura dei lavori di ristrutturazione e di adeguamento nonché di realizzazione di strutture ospedaliere da realizzarsi attraverso contratti di partenariato pubblico privato può prevedere la cessione all’aggiudicatario, come componente del corrispettivo, di strutture ospedaliere da dismettere, anche nel caso questo comporti il cambiamento di destinazione d’uso.
Sono previste norme per l’aggiornamento della normativa antincendio delle strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche che sarà valida anche per le private. I lavori di ristrutturazione nonché di costruzione di strutture ospedaliere devono prevedere anche interventi di risparmio energetico ovvero anche l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, nonché interventi ecosostenibili quali quelli finalizzati al risparmio delle risorse idriche e al riutilizzo delle acque meteoriche.”

Si ritrovi invece, a conseguenza dello scellerato processo di industrializzazione degli anni ’70 e ’80, ad essere una provincia di infima serie, uno scarto che la nazione ha bollato come “problematica” e della quale, la Regione, tende a lavarsene le mani.

Si comprende, altresì attraverso i dettami della legge Balduzzi, che l’ospedale di Anagni non sarà ma più riaperto, se continuano a persistere le regole vigenti, anche se, nelle informazioni inerenti la sanità pubblica della provincia di Frosinone, esistono solo tre strutture pubbliche: Anagni, appunto, Alatri-Frosinone, e Frosinone.

Di fatto una provincia con un territorio così vasto possiede solo due ospedali (visto che Anagni è Kaputt).

Per fare un esempio pratico, si potrebbe considerare un qualsiasi municipio di Roma con eguale quantità di abitanti. Ve lo immaginate cosa accadrebbe con solo due ospedali funzionanti? Ecco. E’ esattamente cosa accade nella provincia di Frosinone. Il caos allo stato puro.

Il problema primario risiede dunque nella esigua quantità di abitanti dispersi in un territorio vasto.

Ripeto: tutto questo, in qualsiasi altra nazione civile sarebbe visto come un vantaggio inestimabile. In Italia è visto come un fattore insormontabile, che va ad influire sulla qualità di vita della sua popolazione.

Se poi da tutto ciò ne possa scaturire, speriamo di no, una tragedia di portata nazionale, che finalmente metta in evidenza l’incongruenza della situazione, poco importa.

Nessuno pagherà per fatti simili e molti si saranno, nel frattempo, arricchiti.

Mors tua, vita mea è Latino.

Ci troviamo appunto nella culla della civiltà latina.

A conclusione: invece di far credere alla popolazione anagnina che le cose cambieranno e anzi che ben presto “si marcerà tutti compatti su Roma” (la Destra al potere vede sempre la Marcia su Roma come l’incipit per ogni cambiamento!), forse sarebbe il caso, più opportuno, pur di non perdere i pochi consensi rimasti, e prima di finire agli arresti domiciliari per il caso Urban Waste, che il sindaco Daniele Natalia, invece di scaricare le colpe prima su Macchitella, complice della politica del PD, e poi su Stefano Lorusso, di tutt'altra impostazione politica, dicesse chiaro e con onestà :
“Concittadini, indignamoci ed uniamoci per chiedere che la legge Balduzzi venga modificata, comprendendo le criticità di un territorio come il nostro."

Si troverebbero di sicuro altri abitanti, di altre provincie italiane, i quali versano nelle medesime condizioni e che sarebbero pronti a sostenere tale lotta,solo che questa provincia si unisca compatta verso il cambiamento e verso una vera green economy.
Ribadisco: Anagnini, Indignatevi contro chi vi propone azioni troppo simili a quelle già svolte in passato. Cambiate rotta e cambiate atteggiamento. Non rinunciate, affidandovi nelle mani di un salvatore. Lo avete già fatto, credendo che Natalia fosse il cambiamento e questi sono i risultati. Stavolta nemmeno le Sardine in faccia vi potranno aiutare. Se non ci pensate voi.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni. A proposito di finanziamenti persi...

città3.zero minA proposito di finanziamenti persi... L’amministrazione guidata da Natalia ha presentato un progetto per accedere a contributi economici stanziati dalla Regione ma la domanda è stata ritenuta inammissibile, perdendo 14400 euro.

Nello specifico si tratta di contributi economici a sostegno di iniziative idonee a valorizzare sul piano culturale, sportivo, sociale ed economico la collettività regionale, da realizzarsi nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2019 e il 12 gennaio 2020. Il testo del bando è molto chiaro nell’indicare finalità, beneficiari e modalità di presentazione della domanda; è mai possibile che Anagni sia fuori, pur pagando profumatamente una società specializzata in europrogettazione, la quale vanta nel proprio organico valenti professionisti alias ingegneri, giuristi, esperti in relazioni internazionali, scienziati della comunicazione e psicologi? (ma esperti nel sociale ne hanno?!?)

Il progetto è stato presentato con un titolo accattivante, “Velocità Diversa”, il tema è sicuramente lodevole, la disabilità, altro non è che un’accozzaglia di laboratori: non si è affatto tenuto conto della specificità di ogni disabilità, con sono state usate terminologie obsolete e il cronoprogramma è quantomeno carente. E’ mai possibile che non si sappia distinguere tra disabilità diverse? Ad esempio: per gli utenti sordi è stato previsto l’interprete o quanto meno un facilitatore comunicativo oppure i sordi sarebbero stati lì a fare presenza? Per le persone affette da spettro autistico è stato valutato che luci e rumori sarebbero stati fonte di enorme stress? Lo sapete che il termine sordomuto è da tempo fuori legge: in base all’articolo 1 della Legge 20 febbraio 2006, n. 95 “Nuova disciplina in favore dei minorati auditivi” è stato cancellato e sostituito dal termine Sordo in tutte le disposizioni vigenti?

Evidentemente questi dubbi sono gli stessi che sono sorti anche a chi ha giudicato inammissibile la domanda. Forse d’ora in poi, per evitare di farsi rifiutare un progetto, al di là dei master e dei titoli accademici, bisognerebbe usare un pizzico di prezioso buon senso! Forse, soprattutto, bisognerebbe smetterla di sperperare soldi per pagare chi evidentemente non è in grado di fare il proprio lavoro? Avete nuovamente perso soldi, destinati ai cittadini più deboli di Anagni.

#megliochevifateiselfie

Comunicato movimento cittatrepuntozero

 

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni batte Aprilia 3 a 1

Aprilia Anagni 350 minAPRILIA- Allo Stadio Quinto Ricci di Aprilia è andata in scena Racing Aprilia - Città di Anagni Calcio, terminata con un bel 3-1 per l’Anagni.

La partita inizia con una fase di studio di entrambe le formazioni, la prima azione degna di nota è dei Ciociari ma la fuga di Flamini viene fermata dal guardalinee per fuorigioco. L’Aprilia si fa vedere in avanti con Rubén Olivera ma l’ex Juventus conclude alto sulla traversa. L’Anagni passa in vantaggio al 20pt con Flamini che è bravo in un rimpallo in area di destro fulmina il portiere Saglietti. In chiusura di primo tempo l’Aprilia trova il pareggio con Crescenzo che riceve da corner è la mette in rete. Termina così la prima frazione con il punteggio sul 1-1.

Il secondo tempo parte subito bene per l’Anagni che al 7pt trova il nuovo vantaggio con il suo capitano Cardinali che realizza su calcio di rigore. Da qui in avanti c’è solo un squadra in campo ed è quella BiancoRossa, il raddoppio arriva al 20st con il classe 2001 Lucas Savo, che conclude in rete il gol del 1-3, l’azione è nata su una ripartenza di Flamini che appoggia per Cardinali in area ed proprio il capitano a mettere l’assist per Lucas Savo. L’Aprilia al 23st rimane in 9 per l’espulsione di Battisti che atterra Gino Flamini in ripartenza.

Si conclude così con l’Anagni che torna alla vittoria ed esce dalla sabbie mobili, ora domenica al Tintisona di Paliano arriverà il Sassari Latte Dolce.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Anagni: perdita dei finanziamenti per la frana di Berso Rio

città3.zero mincittatrepuntozero per un futuro possibile - Il consigliere di maggioranza Pietrucci, sui social, in riferimento ad un post condiviso dal consigliere di cittatrepuntozero Fioramonti, ha fatto delle affermazioni che fanno il paio con quelle che, il suo collega di maggioranza, Riccardo Ambrosetti scrisse sui lavori a San Filippo. Ricordiamo brevemente che Ambrosetti, all’indomani del nubifragio di qualche giorno fa, affermò che i lavori, di ripristino delle cunette e canali di scolo della strada, erano interventi programmati quando invece erano di somma urgenza. Un modo poco carino di farsi bello sulle disgrazie altrui.

Sulla stessa linea il consigliere Pietrucci, che nella foga di difendere la sua compagine per uno dei tanti finanziamenti non presi, ha affermato che il consigliere Salvati “ha presentato progetti ed ottenuto” “un finanziamento di 460.000 per la sistemazione della frana a Bersò rio”. Quando la realtà dei fatti è completamente un’altra. Il progetto per sistemare la frana di via Berso Rio, è stato presentato in Regione, addirittura ritenuto ammissibile alla graduatoria ma ha ottenuto un punteggio talmente basso da non essere finanziato. Infatti è stato valutato 154° su 158 progetti ammessi. Quindi il consigliere Pietrucci ha preso una cantonata madornale.

Allora ci domandiamo ma è a conoscenza di quello che fa questa amministrazione o fa solo numero?

Si informa di quanto e cosa fanno i suoi colleghi di maggioranza o ne vive ai margini?

Questa città non può permettersi questi sbagli e dovrebbe fare un passo indietro, se vuole restare deve mettersi a studiare invece di stare sempre sui social. Ecco, come direbbe Salvati, farebbe bene a documentarsi e a conoscere le regole del gioco. A Salvati invece diciamo, essere arroganti non è sinonimo di saper amministrare una città, ma è giovane e si deve fare le ossa, l’importante non sulle spalle degli anagnini.

Vi ricordiamo, a entrambi, che quei soldi persi potevano essere utilizzati per risolvere uno dei tanti problemi di Anagni non per la gloria di nessuno. State amministrando voi questa città, è ora che dimostriate di saperlo fare, se siete capaci, altrimenti ritiratevi. Come consigliere di minoranza il compito di Fioramonti è di controllare il vostro operato nell’interesse dei cittadini. E questo noi, insieme a Fioramonti, continueremo a farlo!

#megliochevifateiselfie

Comunicato del movimento politico cittatrepuntozero

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici