fbpx
Menu
A+ A A-

Bus contro albero: distrazione o superlavoro?

Finisceaddossoallalbero bus 301 Roma 350 mindi Antonella Necci - Né ubriaco né drogato, l'autista Atac che conduceva il bus della linea 301 schiantatosi contro un albero sulla via Cassia, a Roma nord intorno alle 9:00 di mercoledì 16 ottobre. Hanno infatti dato esito negativo i test alcolemici e tossicologici eseguiti sul conducente 40enne dell'azienda dei trasporti pubblici romana che si trova ancora in osservazione all'ospedale Santo Spirito di Roma dove è stato trasportato dall'ambulanza del 118 dopo essere rimasto ferito in seguito all'incidente stradale.

Resta ora da comprendere cosa abbia determinato l'uscita di strada del mezzo pubblico che, dopo essere salito con la ruota anteriore destra sul marciapiede all'altezza del civico 481 della via Cassia, a Tomba di Nerone, si è schiantato violentemente contro un albero. Un malore alla guida, una distrazione dovuta ad un presunto utilizzo del telefono cellulare, senza escludere un guasto meccanico al bus o un problema al sistema frenante dello stesso.

Sono diverse le ipotesi al vaglio degli agenti del XV Gruppo Cassia della Polizia Locale di Roma Capitale, coordinati dal dirigente Ugo Esposito, che dopo aver sentito diversi testimoni stanno terminando di ascoltare altri passeggeri che si trovavano a bordo del 301.

In attesa di poter ascoltare il conducente del bus, che si trova ancora in osservazione in ospedale, sono due le indagini aperte: una interna di Atac e quella della Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo d'indagine a carico di ignoti per lesioni. Il procuratore aggiunto, Nunzia D'Elia e il pm Gennaro Varone, hanno disposto inoltre una perizia per verificare lo stato del mezzo pubblico, nel frattempo sequestrato. L'autista al momento non risulta indagato.

Per ricostruire la dinamica dell'incidente bisognerà comunque attendere l'esito delle perizie tecniche sul mezzo e sui cellulari e avere anche un quadro clinico completo dell'autista per poter escludere un eventuale malore.

Importanti elementi arriveranno una volta terminati gli accertamenti sui due telefoni cellulari sequestrati all'autista 40enne, quello privato e quello di servizio. Proprio i tabulati telefonici e la messaggistica dei due telefonini daranno infatti una prima importante risposta per il proseguo delle indagini della Polizia Locale.

Sono infatti discordanti le testimonianze riferite agli inquirenti da parte dei passeggeri che si trovavano sul bus al momento dell'incidente stradale. Alcuni di loro hanno infatti riferito di aver visto il conducente utilizzare il telefono mentre altri hanno riferito di averlo visto perdere i sensi poco prima dello schianto contro l'albero. Resta ora da valutare l'attendibilità delle loro testimonianze, anche considerando il fatto che il 301 al momento dell'impatto (alle 9:00 del mattino) era pieno di passeggeri con quelli che si trovavano nella parte posteriore che difficilmente possono aver visto quanto stesse accadendo nella cabina di guida.
Lesioni comunque, non lesioni gravi, questa l'ipotesi di reato sulla quale la Procura ha aperto il fascicolo d'indagine, in quanto tra i feriti trasportati in ospedale (31 quelli accompagnati dalle ambulanze del 118 nei vari nosocomi romani), nessuno supera i 20 giorni di prognosi. Numero dei feriti che, come spesso accade nel corso degli incidenti che riguardano mezzi pubblici, è aumentato nel corso delle ore di mercoledì, arrivando sino al numero di circa 60 (molti dei quali presentatisi spontaneamente nei vari pronto soccorso nel corso della giornata di ieri).

Oltre a contusioni varie ed escoriazioni, diversi passeggeri sono rimasti feriti dai vetri dei finestrini del bus scoppiati nel momento dell'impatto fra il bus e l'albero con le schegge che hanno colpito soprattutto i passeggeri che si trovavano nella parte anteriore del 301.

Nel dettaglio quattro passeggeri (tre in codice giallo ed uno in rosso) sono stati trasportati al Policlinico Universitario Agostino Gemelli; tre all'ospedale Villa San Pietro (due in codice rosso uno in giallo); quattro al Policlinico Umberto I (due in codice rosso, altrettanti in codice giallo ed uno in codice verde); sette all'ospedale Fatebenefratelli (quattro gialli e tre in codice verde); due all'ospedale Santo Spirito (un codice giallo ed un codice rosso); due all'ospedale San Filippo Neri (un giallo ed un rosso); quattro feriti all'ospedale Sant'Andrea (due in codice rosso, uno in giallo ed uno in verde); ultimi due feriti dei 29 sono infine stati trasportati all'ospedale San Giovanni Addolorata (un codice giallo ed un codice verde); con altri due (per un totale di 31) trasportati poi all'Aurelia Hospital (uno in codice giallo ed uno in verde).

Nove passeggeri sono stati trasportati in diversi ospedali in codice rosso ma non erano in pericolo di vita. Secondo quanto si è appreso dal 118 i codici rossi riguardavano persone che erano nella parte anteriore del mezzo, che in ospedale sono state successivamente sottoposte a esami strumentali. Nessuno di loro ha subito compromissione dei parametri vitali.

Dunque un doppio filone d'indagine, quello della Magistratura ed uno interno all'Azienda dei Trasporti Pubblica Romana: "Atac - comunica l'azienda in una nota - ha subito attivato un'indagine interna per accertare le ragioni del grave incidente che stamani ha coinvolto un bus della linea 301 lungo la via Cassia, provocando il ferimento di alcune persone. L'azienda sta accertando i fatti accaduti, anche ai fini dell'individuazione di eventuali profili di responsabilità, e si scusa con i passeggeri coinvolti".

Intanto, da quanto si apprende, è stato abbattuto l'albero contro il quale si è schiantato il bus, in quanto rimasto pericolante dopo essere stato centrato violentemente dal 301.

A difendere l'autista Claudio De Francesco, segretario generale della Faisa Sicel. Intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano: "Riguardo l’incidente sulla Cassia, una testimone ha detto di aver visto l’autista addormentarsi. “L’autista è un ragazzo modello, ha un curriculum aziendale perfetto, alcool test e droga test sono risultati negativi. Crediamo che qualcosa di strano sia accaduto, aspettiamo delucidazioni da parte degli inquirenti. Hanno preso il cellulare per controllare se era al telefono. La cosa importante è che lui e i passeggeri stiano bene. I turni di 6 ore e mezza di guida sono massacranti. E’ scientificamente provato che un autoferrotranviere di Roma che lavora 10 anni rispetto a uno di Milano è come se avesse lavorato 5 anni di più, considerando le condizioni. Hanno aumentato i carichi di lavoro e vediamo cosa ne verrà fuori”.

Concordiamo con quanto espresso da De Francesco. Troppo spesso dimentichiamo sia le dimensioni della città eterna che il suo traffico. Gli imprevisti crescono in modo notevole e non si considera solo la condizione delle strade.

Dimentichiamo che ogni quartiere di Roma è grande quanto una o anche due capoluoghi di provincia del nord Italia. E si prende il nord come esempio per eguagliare la densità degli abitanti. Ogni quartiere di Roma conta dai 75.000 ai 150.000 abitanti.

Le linee Atac urbane hanno una frequenza maggiore nelle ore di punta, ma non riescono a sopperire la quantità di utenza. In una cittadina come Milano simili problemi non esistono o sono di gran lunga limitati o circoscritti. Si fa presto a parlare.

 

fonte: Roma today

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Ceccano paga una distrazione, vince Morolo di misura

Padovani Santarelli 350 mindi Tommaso Cappella, Ufficio Stampa Ceccano calcio 1920 - CECCANO. Quarta uscita per il Ceccano, terza contro una formazione di Eccellenza. Questa volta i rossoblù di Mirco Carlini, dopo il test a Sezze con la Vis e l’amichevole tra le mura amiche contro il Pontinia, ricevono al “Popolla” il Morolo del neo tecnico Staffa, ex giocatore rossoblù, e, nonostante la sconfitta di misura per una distrazione difensiva, confermano altri progressi mostrati già nelle precedenti uscite.

In attesa dell’avvio del campionato di Promozione fissato per il prossimo 8 settembre, la matricola rossoblù continua quindi a destare una buona impressione. Il tecnico Carlini contro i biancorossi deve fare a meno del figlio Andrea il quale in settimana ha riportato una leggera distrazione al collaterale interno del ginocchio sinistro e tiene a riposo Simone. In avanti quindi spazio a Bignani e Mattone con Alessio Carlini a guidare l’attacco. Dopo una fase di gioco molto “maschia” con le due squadre comunque a giocarsela a viso aperto, al 25’ azione di Bignani sulla sinistra e cross per la testa di Mattone che però non impensierisce Palombo. Due minuti dopo, per una distrazione della difesa rossoblù, la palla arriva a Di Iovine il quale crossa rasoterra e Cataldi anticipa tutti portando il Morolo in vantaggio.

Nella ripresa al 14’ occasionissima per pareggiare da parte del Ceccano: grande apertura di Cipriani per Luca Carlini il quale serve in profondità Mamadou che entra in area e lascia partire un gran diagonale e sfera che colpisce il palo. Al 26’ batte un angolo Marini, gran tiro di Santarelli e splendida risposta di Micheli. Altra occasione per il Ceccano al 35’ ma il gran sinistro di Alessio Carlini, servito da Colafrancesco, vede Lo Scalzo alla grande parata. Poi non accade più nulla. Vince di misura il Morolo, ma il Ceccano cresce. Prossimi impegni per Padovani e compagni sabato pomeriggio alle ore 17,30 a Guarcino contro la Virtus e, il giorno dopo, al “Popolla” alle ore 11,00 arriva il Castro dei Volsci, formazioni entrambe che parteciperanno al campionato di Prima categoria.

CECCANO-MOROLO 0-1

CECCANO: Micheli (39’ st Stella), Mamadou (23’ st Pasin), Protani (1’ st Carlini L.) (36’ st Arduini), Padovani (20’ pt Casalese), Carlini E. (13’ st Cipriani ), Tiberia (28’ st Natalizi), Fiacco (1’ st Padovani), Pompili (39’ st Consalvo), Bignani (28’ st Tarquini), Mattone (6’ st Colafrancesco), Carlini A.

A disposizione: Gilussi, Petrucci.

Allenatore: Carlini Mi.

MOROLO: Palombo (1’ st Lo Scalzo), Delle Monache, Cennicola, Meledandri (1’ st Del Nero), Di Mambro, Amico, Petruzzelli (20’ st Di Iovine), Capuano (1’ st Ciddino), Santarelli (1’ st Tani), Cataldi (12’ st Reveco), Marini.

A disposizione: Alteri, Tektek, Terenzi.

Allenatore: Staffa.

Arbitri: Passeri e Reali di Ceccano.

Marcatore: 27' pt Cataldi.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

La SS 155 è la prova della distrazione dalle esigenze poplari

sicurezzastradale 350-260di Martina Innocenzi - A circa un mese dalle Elezioni Provinciali è interessante vedere come, da una parte e dall'altra degli schieramenti politici, si sia concentrati solo ed esclusivamente su posizionamenti e poltrone. Nessuno parla di programmi, di questioni concrete, di cosa ha intenzione di fare una volta seduto tra i banchi dell'Amministrazione Provinciale.
Ed è così che, mentre si porta avanti questa discussione sterile, si tralasciano le questioni importanti di questo territorio. Un tema fra tutti è la sicurezza stradale. Leggere le notizie di cronaca della nostra provincia significa imbattersi in un vero e proprio bollettino di guerra: una serie di incidenti più o meno gravi si verificano quotidianamente. E la cosa ancor più grave è che si verificano sempre sulle stesse strade.
La SS 155 che collega Fiuggi ed Alatri è troppo spesso teatro di incidenti gravissimi, molti con esiti mortali purtroppo. Una strada che, da oltre cinque anni è interessata da interminabili lavori di adeguamento che, anziché migliorarne la viabilità la complicano ulteriormente. Lo stesso si può dire della via Anticolana e della via Casilina, protagonista negli ultimi giorni di un incidente mortale ai danni di un giovane ragazzo.
Sono strade ad alta percorrenza e velocità che, però, attraversano centri abitati. È facilissimo, infatti imbattersi in pedoni che camminano lungo i margini della strada; macchine che si immettono sulla carreggiata dalle traverse laterali delle abitazioni. Sono strade sulle quali è necessario ed urgente prendere seri provvedimenti, non solo legati all'adeguamento ma anche con l'installazione di autovelox e/o attraversamenti pedonali rialzati che abbiano come conseguenza un rallentamento del traffico.
È inoltre fondamentale mettere in campo campagne di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale nelle scuole e nei luoghi di lavoro al fine di educare i cittadini al rispetto delle regole del codice della strada!
Di questo e di tante altre cose dovremmo parlare...sarebbe senz'altro più interessante e sensato!!!
È in questa direzione che andrà l'impegno dei Giovani Democratici!

Martina Innocenzi - Segretario Provinciale GD Federazione Frosinone

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici