fbpx
Menu
A+ A A-

David Sassoli per la libertà di stampa

DavideSassoli Pres parlamentoUE "David Sassoli

VI PREGHEREI DI CONDIVIDERE QUESTO APPELLO
Vi pregherei, con educazione, di condividere il più possibile questo appello prima che sia troppo tardi, perché stiamo arrivando rapidamente a un punto di non ritorno.
Vari esponenti del governo di Salvini e Di Maio - prima sussurrando, poi sempre più platealmente, spudoratamente - cominciano a intimidire la libera stampa, minacciando di tagliare affidamenti pubblicitari, e attaccando i giornali - e ormai anche i giornalisti - che osano criticare la sua azione.
Attenzione, perché a finire come la Turchia o come l'Ungheria ci vuole poco, pochissimo.
Per questo vi chiedo di fare vostra questa denuncia, questo appello: proprio perché loro confidano nel silenzio, nell'assuefazione, per creare il fatto compiuto.
Noi invece diciamo, se necessario urliamo, che non possiamo essere né complici né testimoni silenziosi di questa vergogna. La libertà di stampa non può essere toccata, ma nemmeno sfiorata, nemmeno minimamente messa in discussione!
Non scherziamo!
Grazie!'"

 

03/08/2019

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Impegni a favore della musica popolare

bandemusicali 350 minComunicato di un impegno. La Senatrice Maria Spilabotte prosegue il suo lavoro a favore della musica popolare e della bande e sottoscrive l'impegno con il Tavolo Permanente delle Federazioni Bandistiche italiane. "Si tratta di un percorso che ho già intrapreso presentando la Proposta di Legge per l'inserimento nelle offerte formative scolastiche di materie attinenti proprio la musica popolare e, quindi, i complessi bandistici - spiega la candidata del PD per il secondo mandato a Palazzo Madama -. La trasformazione di questa mia proposta in legge ha rappresentato un importante passo in avanti nella tutela e valorizzazione della musica popolare e del folklore, che rappresentano le radici culturali della nostra terra ciociara, ma non solo. Le Federazioni bandistiche italiane hanno sollevato un problema che non si può ignorare, proprio nell'ottica di una sensata preservazione di queste tradizioni culturali, strettamente connesse al nostro territorio con i complessi bandistici, vera e propria istituzione musicale, che rischia di scomparire, qualora non si intervenga equiparando il loro regime fiscale a quello delle Società Sportive Dilettantistiche. Allo stato dei fatti non possono detrarre Iva e quindi non rappresentano per gli sponsor un investimento appetibile, in più le figure professionali che operano in questo settore non hanno un ruolo giuridicamente garantito. Intendo intervenire su questa lacuna e mi assumo l'impegno di avviare un percorso legislativo che elimini questi ostacoli e garantisca non solo la sopravvivenza ma una rinascita del settore bandistico"

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Spi-Cgil: nuove misure a favore dei pensionati

spi cgil 350 260dallo SPI-CGIL di Frosinone-Latina - La segreteria dello SPI Cgil del comprensorio Frosinone-Latina comunica che la Legge di bilancio 2017, Legge n. 232/2016, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 21 dicembre 2016. Da tale sono entrate in vigore importanti misure a favore dei pensionati, conseguenza e frutto dell’azione unitaria dei sindacati confederali dei pensionati definite con l’intesa con Governo il 28 settembre 2016.
Tra le novità più importanti per i pensionati ci sono le norme riguardanti la “no tax area” e la quattordicesima mensilità.
Dal 2017 il reddito da pensione fino a 8.125 euro sarà esente da Irpef e dalle addizionali regionali e comunali indipendentemente dall’età.
Mentre a Luglio 2017 per i pensionati che già percepivano la quattordicesima mensilità ci sarà un incrementato del 30 %, della stessa e sarà erogata ai nuovi beneficiari (pensionati con assegno mensile inferiori a circa €1.000) la 14^ mensilità.
In altre parole la quattordicesima viene incrementata del 30 % per gli oltre 2 milioni di pensionati che già la percepivano e viene estesa ad oltre un milione di pensionati che in precedenza non ne beneficiavano.
In merito al riconoscimento ai pensionati dei benefici suddetti, previsti dalla nuova Legge di Bilancio, la segreteria dello SPI di Frosinone-Latina ritiene importante precisare e far presente che non è prevista nessuna richiesta da presentare all’INPS e nessuna scadenza. I benefici, infatti, verranno riconosciuti d’ufficio agli aventi diritto senza bisogno di alcuna richiesta alle date previste per legge.
Le convocazioni e gli inviti che in questi giorni pervengono a molti pensionati da parte di enti e soggetti diversi risultano strumentali e fuorvianti, finalizzati più a speculare sui bisogni degli anziani, carpendone la buona fede, che a tutelarne i diritti legittimi soggettivi.
Lo SPI CGIL di Frosinone-Latina invita pertanto i pensionati e gli anziani destinatari di lettere di convocazione in sedi di enti e soggetti poco conosciuti a diffidare di tali iniziative e a non dare seguito alle comunicazioni predette.
L’unica scadenza prossima che interessa i pensionati è quella del 31 Dicembre e riguarda la “diffida/messa in mora” da inviare all’INPS per interrompere i termini di prescrizione per il diritto alla rivalutazione delle pensioni di importo mensile lordo superiore a 1405,05 nel 2011, la cui rivalutazione è stata bloccata, negli anni 2012 e 2013, dalla Legge Fornero.
Per tale adempimento e per qualsiasi/ulteriori chiarimenti le sedi sindacali dello SPI CGIL di Frosinone-Latina sono a disposizione. Lo Spi Auguri a tutti un Buon Nuovo 2017, pieno di salute e gioia, certi che insieme possiamo raggiungere ulteriori importanti risultati.

Frosinone 27 dicembre 2016 La segreteria dello SPI CGIL Frosinone-Latina

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

«Quelli delle schiene dritte devono impegnarsi prima di tutto a favore del lavoro»

soniasirizzotti 350 260da L'Inchiesta, conversazione con Sonia Sirizzotti - «Mi chiedo schiena dritta rispetto a cosa? Un funerale farsa? Lo scandalo è un funerale pacchiano o la connivenza silenziosa delle istituzioni che i fatti di Roma dimostrano? Vale a dire che la mafia è dentro le istituzioni silente non dando nell'occhio...»: così Sonia Sirizzolti, avvocato e dirigernte del Pd di Frosinone, a margine della proposta del sindaco di Ceprano, Marco Galli, che dalle nostre colonne ha lanciato un appello ad un fronte che unisca persone, appunta, dalla "schiena dritta" contro corrruzione e malaffare.
«Serviva un funerale per andare a consultare le assegnazioni delle case popolari - si chiedie polemica mente Sirizzotti -? Ci sono anche nella nostra città case sequestrate ai clan ma sempre lì abitàno. Ma veramente lottare significa legalizzare la prostituzione che è già legale in Italia - affonda la lama polemica Sirizzotti riferendosi anche all'intervista concessa al nostro fornaie dalla senatrice Spilabotte -? I numeri dimostrano che in Germania questa sorta di liberalizzazione della vendita del corpo è fallita, tra l'altro prendendo, con le dovute cautele, numeri e statistiche è emerso che in Europa vittime della tratta soma circa 270 mila. E nella classifica dei paesi coinvolti Germania e Paesi Bassi sono sempre ai primi posti. Tra la prostituzine legalizzata e la tratta c'è un legame "evidente". Per i trafficanti è facile scegliere un paese dove i bordelli sono legali.
ln Danimarca dove la prostituzione è stima depenalizzata nel 1999, lo stesso anno in cui in Svezia è diventato illegale comprare sesso, il numero delle vittime della tratta è quattro volte superiore a quello svedese, nonostante la popolazione totale sia la metà. La legalizzazione ha dato una forte spinta al settore. Sona stati aperti decine di bordelli e il paese è diventato una meta per i turisti del sesso. Ma questo mercato redditizio ha attirato anche i trafficanti di esseri umani, che però non finiscono mai in prigione poiché le ragazze sfruttate dichiarano sempre di fare le prostitute per libera scelta». Allora, qual'è la conclusione di Sonia Sirizzotti? «Stare con la schiena dritta richiede ben altro in una Provincia dove i disoccupati sono oltre 115mila - tira le somme -. La fame di lavoro genera criminalità e manovalanza per la mafia, la nostra provincia non è un'isola felice ed immune: fino ad ora è stata terra di investimenti e riciclo di capitali.
La nostra classe politica ha fallito tutte le grandi vertenze sono lì a ricordarlo. La schiena dritta parte dell'indviduare la "mission" della nostra terra». Secondo la dirigente dem, quindi, occorre prima di tutto «aiutare i nostri disoccupati con vera riqualificazione e non spendendo milioni di euro per corsi di ricostruzione unghie o cake designer.

Bellissima piuttosto l'inizitiva del comitato nato spontaneamente per promuovere la Vertenza Frusinate. La schiena dritta parte dal lavoro mettendo intorno a un tavolo tutti gli attori del territorio con buona pace delle sceneggiate che sì sono viste a Roma e che, posso assicurare, che con meno clamore mediatico ci sono state anche qui.
Andiamo a vedere le case popolari occupate abusivamente o assegnate a chi non ne ha bisogno - incita Sirizzotti -».
«Andiamo a vedere cosa c'è dietro le sale giochi che tante famiglie stanno rovinando. L'elenco è lungo, sono pronta a discutere se c'è qualcuno che vuole veramente ascoltare e dibattere all'interno del nostro partito», - conclude.

 

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici