fbpx

Artigiani: corsi di formazione per i dipendenti delle aziende

UAI. Organizzazioni Professionali

Fondo nuove competenze: l’Unione Artigiani Italiani da’ il via ai corsi di formazione per i dipendenti delle aziende

20200323 unione artigiani italiani minÈ stato rifinanziato il bando per il “Fondo nuove competenze”, in partecipazione con il Fondo sociale europeo, nato per contrastare gli effetti economici dell’epidemia Covid-19. Il finanziamento permette alle imprese di adeguare le competenze dei lavoratori, destinando parte delle ore alla formazione, con retribuzione delle stesse a carico del fondo, grazie ai contributi dello Stato e del Fse - Pon Spao, gestito da Anpal.

“Ad oggi sono stati presentati ed accolti molteplici progetti formativi, il Fondo è stato rifinanziato in questi giorni ed è una grande possibilità per le imprese – sottolinea il Presidente UAI Lazio Francesco Michele Abballe – adeguare le competenze dei propri dipendenti alla luce dei cambiamenti epocali provocati dall’impetuoso avvento del Covid-19. Il mondo del lavoro ha bisogno di rivedere e cambiare i sui pilastri e la formazione, a cui da sempre l’Unione Artigiani Italiani punta, è la via di uscita maestra. La nostra organizzazione ha accolto con favore l’iniziativa del Fondo nuove competenze ed è pronta per fare la propria parte per proprie imprese associate”.

Il decreto prevede dunque la possibilità di ottenere il finanziamento a fondo perduto: delle quote di retribuzione eMichele Francesco Abballe 350 min dei contributi previdenziali per lavoratori occupati in nuovi percorsi formativi adattati alle nuove esigenze produttive dell’impresa, a seguito della crisi COVID. Tali percorsi possono prevedere anche riorganizzazioni dell'orario e del numero di dipendenti. L’obiettivo è quello di intervenire e migliorare un sistema produttivo, quale quello nazionale, basato in larga parte su una manodopera a bassa scolarità. Il nuovo decreto interministeriale richiede nel progetto una valutazione personalizzata delle competenze del lavoratore dei suoi bisogni formativi e una valutazione e attestazione trasparente degli obiettivi conseguiti.

I corsi di formazione saranno erogati dagli enti accreditati a livello nazionale e regionale della Unione Artigiani Italiani secondo modalità ed orari concordati con le aziende ed i propri dipendenti.

Per informazioni: 0775.871601, , www.unioneartigianiitaliani.it

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

Leggi tutto...

21 azioni per promuovere formazione e buona occupazione

AGENDA DEI DISOCCUPATI

Ci manca sempre un soldo a fa' 'na lira

vertenza frusinate definitivoOggi 22 aprile 2021 si è svolto l'incontro tra l'assessorato e le parti sociali per la mobilità in deroga dell'area di crisi complessa di Frosinone e Rieti.
L'incontro avrebbe dovuto  sanare i residui del 2020 (2 novembre 2020-2 gennaio 2021), e stipulare un accordo quadro per tutto il 2021 con il denaro rifinanziato nell'ultima legge di bilancio (180 milioni di euro) come dalle note avute precedentemente sia dall'assessore che dalle parti sociali.

Invece  non è stato esattamente così, ossia dalle prime notizie che Vertenza Frusinate ha, «oggi si è messo a posto solo il 2020 perché la regione ha  sostenuto che è arrivato solo il decreto per sistemare il 2020 E qualche giorno di gennaio 2021 per restare agganciati al nuovo rifinanziamento degli ammortizzatori sociali 2021 /2022.»

La Regione Lazio sottolinea che è imminente la pubblicazione del secondo decreto per il 2021 così potremmo usufruire di un altro anno di ammortizzatore sociale, anche se è poco, purtroppo, abbiamo solo questo.
Sperando che nel 2021 ci sia un vero interessamento verso le politiche attive da parte della politica, istituzioni, comuni e parti sociali.

Intanto la Regione Lazio oltre al denaro stanziato precedentemente, il 04/03/2021 avvia un nuovo piano di politiche attive del lavoro mettendo in campo oltre 200 milioni di euro che servono a  promuovere la formazione, l'occupazione per i giovani, le donne, le persone con disabilità, i disoccupati e i percettori di ammortizzatori sociali.
L'obiettivo è contrastare la crisi innescata dalla pandemia con misure di formazione, accompagnamento e reinserimento al lavoro coinvolgendo direttamente le organizzazioni sindacali, datoriali, comuni ed enti pubblici nella definizione delle strategie.
Il Piano, in particolare, prevede 21 diverse azioni per promuovere la formazione e la buona occupazione per i giovani, le donne, le persone con disabilità, i disoccupati e i percettori di ammortizzatori sociali e saranno concordati, anche per la copertura finanziaria, con la Regione Lazio, parti imprenditoriali, parti sociali, comuni ed enti pubblici-

A seguire  le 21 azioni:

1.Titoli dell'obbligo: percorsi formativi rivolti a giovani e adulti che devono conseguire titoli “dell’obbligo"
2. Potenziamento degli ITS e IFTS
3. Valorizzazione dell'Apprendistato
4. Patto fra generazioni per il ricambio generazionale con incentivo all’assunzione
5. Torno Subito, per sostenere la formazione e l'ingresso nel mondo del lavoro di giovani e studenti
6. Garanzia Giovani per neet tra i 15 e 29 anni
7. Incentivi per il rientro dall'estero dei talenti
8. Formazione e riqualificazione professionale con erogazione di un'indennità per disoccupati o cassaintegrati a zero ore 
9. Formazione e riqualificazione professionale per persone in cassa integrazione
10. Sostegno alla riconversione o riorganizzazione aziendale con misure dedicate al personale
11. Integrazione con il Fondo Nuove Competenze
12. Sostegno all'auto impiego e all'auto imprenditorialità, anche mediante lo strumento di “Impresa formativa” e con prestiti agevolati
13. Contratto di Ricollocazione Generazioni per disoccupati over 30
14. Sostegno a modelli organizzativi per la conciliazione vita/lavoro
15. Incentivi alle assunzioni per destinatari di Politiche Attive del Lavoro
16. Sostegno alla parità salariale di genere
17. Sostegno alla formazione e occupazione delle donne, con incentivi all’assunzione, all’avvio di impresa e alla formazione in discipline tecnico scientifiche
18. Sostegno all’occupazione delle persone con disabilità, anche da lavoro e con potenziamento dei servizi dedicati nei centri per l'impiego - Spazio Lavoro
19. Sostegno all’incremento delle competenze manageriali per favorire competitività, occupazione e innovazione.
20. Valorizzazione dei mestieri artigianali, anche con le Botteghe Scuola
21. Sostegno ai disoccupati adulti delle aree di crisi complessa a due anni dalla maturazione della pensione

Questo alle 0re 17,33

 

COMUNICATO CGIL CISL UIL SEGRETERIE DI FROSINONE.
Si e svolta oggi, 22 aprile 2021, la riunione tra le OO. SS. CGIL CISL e UIL e la Regione Lazio, per discutere i tempi e le modalità di erogazione delle mobilità in deroga, agli aventi diritto, nelle aree di crisi complessa di Frosinone e Rieti riguardanti ancora centinaia di ex lavoratori.

Le somme rimaste ferme erano quelle relative al pagamento del sussidio per i mesi di novembre e dicembre 2020, che con il Decreto del Governo sono state finalmente sbloccate e messe a disposizione.

Ora si procederà alla preparazione delle determine per procedere alla liquidazione, con tempi ci auguriamo celeri, anche perché i lavoratori sono veramente in una fase critica e disperata pertanto non si possono in alcun modo giustificare ulteriori attese o problemi di natura burocratica.

Relativamente al Decreto del Governo, sui fondi anno 2021 per le mobilità in deroga, abbiamo chiesto di definire da subito una data di incontro allo scopo di tenere aperto il tavolo di confronto con la Regione Lazio al fine di definire in tempi celeri l’accordo per le spettanze dell'anno 2021 al più presto. Abbiamo anche fatto presente il reale rischio di strumentalizzazioni e di informazioni errate da parte di soggetti esterni ai tavoli negoziali, pertanto resta prioritario essere veloci e chiari affinché gli aventi diritto e le loro famiglie possano avere al più presto il beneficio dovuto.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Uil: tutela, contratti e formazione per 1000 somministrati

1000 (mille) lavoratori somministrati della provincia con il fiato sospeso. la UilTemp chiede tutela, rinnovo contratti e formazione

UilTe3mp 350 260 minSono circa 1000 i lavoratori somministrati della provincia di Frosinone con il fiato sospeso in attesa di avere notizie certe sul loro futuro che l’emergenza sanitaria ha reso nebuloso. Lavoratori con contratti a termine, che sono scaduti o stanno scadendo in queste settimane, che vanno tutelati.

In tutta Italia ce ne sono circa 600 mila, un bacino molto ampio che rappresenta una bella fetta dell’economia nazionale. La Uiltemp Frosinone e Lazio stanno lavorando per creare i presupposti affinché tale tipologia di impiegati possa trovare continuità contrattuale e lavorativa.

I dirigenti sindacali, nelle scorse settimane, hanno convinto il Governo a cambiare l’aspetto dell’ultimo decreto che inizialmente aveva precluso alle aziende che avevano richiesta l’accesso alla cassa integrazione di non poter prorogare i contratti a termine. La settimana scorsa è stato finalmente sottoscritto un accordo per la cassa integrazione fino ad agosto e la possibilità, da parte delle agenzie, di provvedere ad un rinnovo contrattuale senza problematiche di sorta.

A sostegno dei somministrati, in questi mesi, è arrivato anche l’ente bilaterale Ebitemp, che ha previsto in caso di malattia da Covid-19, degli indennizzi sia a seguito di ricovero in ospedale che di isolamento.

Ora l’aspetto importante sul quale la Uiltemp punta è quello della riqualificazione dei lavoratori: “E’ fondamentale – sottolineano Lorenzo Giuliani della Uiltemp Lazio ed Emiliano Faiola responsabile di Frosinone – procedere ora alla riqualificazione degli addetti con formazione a distanza, visto che in questo periodo molte attività sono state riconvertite e la pandemia costringerà a dei cambiamenti radicali nella gestione delle stesse che anche i lavoratori dovranno osservare. Nella ristorazione e nel turismo, in particolare, le nuove regole saranno stringenti e dunque è facile prevedere che tutte le professionalità dovranno adeguarsi. La Uiltemp ritiene questo aspetto fondamentale e sullo stesso sta lavorando già da qualche settimana”.

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

{jd_file file==21}

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Contratto FCA CNHI e Ferrari: svolta su salario, formazione e inquadramento

FIM accordo con FCA minDichiarazione del Segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli e del Segretario nazionale Ferdinando Uliano.

Contratto FCA CNHI e Ferrari: svolta su salario, formazione e inquadramento

Aumenti mensili di 144,50 € (+8,24%), versamenti alla previdenza integrativa al 2,2%, ridotto costi e nuove coperture sulla sanità integrativa. Confermato e migliorato il premio annuale di efficienza, innovazione contrattuale con smart-working, ferie solidali, inquadramento e formazione professionale.

Dopo quattro mesi di trattativa siamo giunti alla firma dell’ ipotesi di accordo del contratto collettivo di FCA,CNHI-FERRARI. Un risultato positivo su tutti i fronti da quello salariale a quello dell’innovazione contrattuale con molti aspetti qualificanti sulla parte normativa.

Il contratto si caratterizza con un importante incremento salariale sulla paga base e con la sua incidenza su tutti gli istituti contrattuali. L’incremento sulla paga base mensile a regime al lavoratore oggi inquadrato nel terzo gruppo 1° fascia è pari a 144,50 euro, un incremento pari al 8,24%, oltre al doppio del tasso di inflazione previsto nel quadriennio. Le trance previste sono +€35,06 (1.4.19), +€35,76 (1.2.20), +€36,48 (1.1.21) + € 37,20 (1.1.22). Se consideriamo
l’incidenza dei turni l’importo si incrementa ulteriormente di circa il 10%.
Per le altre categorie come un operaio addetto al reparto montaggio, di 5° gruppo 2^ fascia, l’ aumento è di 130,19 euro, mentre al lavoratore professional 179 €.
Il contratto ha previsto la conferma e il miglioramento dell’attuale premio di efficienza introdotto nel 2015, considerando nella scala percentuale dei parametri anche la parte anticipata trimestralmente del premio precedente collegato al piano industriale 2014-2018. Questo consentirà di incrementare il premio annuale che nell’ultimo anno ha erogato mediamente per FCA € 1.270 e per CNHI € 753.
A partire dal 1 luglio 2019 il contributo aziendale per la previdenza aumenta del 29%, portando la contribuzione a suo carico dal 1,7% al 2,2% della paga base con un vantaggio annuale a regime per un operaio di circa 123 €. Il contributo per gli apprendisti passa al 2,5% della paga base e per i professional al 2,5% della retribuzione utile per il TFR. E’ una risposta molto significativa per le generazioni oggi al lavoro, in particolare per i più giovani, che necessitano di un rafforzamento integrativo pensionistico di quella che sarà la loro futura pensione. Anche sulla sanità integrativa si rafforzano e migliorano le coperture assicurative sanitarie per i lavoratori e i propri famigliari e riducendo il costo per la contribuzione del lavoratore aderente e aumentando quella a carico azienda. Il costo per un operaio sarà di 40€ annui (circa 3,3 €uro mese) e per un professional 120 euro annui (10 € mese). L’azienda verserà di più per ogni dipendente, oltre a 30€ per la copertura base, per gli AC1 operai e impiegati 146€ e per gli AC2 professional 516€.

Un accordo molto innovativo riguarderà lo smart-working che consentirà di diffondere in tutti gli stabilimenti delle diverse società, un’intesa molto innovativa sul tema della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che ad oggi abbiamo sperimentati in pochi stabilimenti.
Sempre sull’orario di lavoro si è intervenuto a migliorare l’utilizzo anche a frazioni di un’ora dei permessi annui retribuiti e questo riguarderà per 16 ore anche i lavoratori turnisti. Si sono migliorate le indennità sulla turnistica relativa ai turni superiore ai 18 turni, estendendola a tutti (salvo i discontinui) e portando il contributo a 25€ per sabato su domenica. Anche sui recuperi produttivi l’indennità è stata aumentata portandola a 25€.

Particolarmente positivo il tema sulla formazione professionale e il diritto allo studio. Abbiamo costruito le condizioni per diffondere ed estendere i percorsi formativi a tutti i dipendenti e rafforzato il Diritto allo studio portando a 40 ore retribuite per ogni anno del corso di laurea o di percorsi professionali.
Dopo oltre 40 anni cambierà l’inquadramento professionale in CNHI e Ferrari si passerà alla definizione dei gruppi professionali, in FCA la sperimentazione delle tre fasce professionali a partire dal 1 gennaio 2020 diventerà strutturale, dando alle parti la possibilità di costruire un sistema premiante sulla professionalità. Questo lavoro verrà sviluppato in un anno con uno specifico gruppo di lavoro, rappresenterà un cambiamento radicale e innovativo sul sistema di riconoscimento della professionalità in particolare nel nuovo contesto di industry 4.0.

Particolarmente significativo l’istituto delle ferie solidali, che consentirà ai colleghi di lavoro, su base volontaria con una cessione di ferie, di aiutare il lavoratore in situazioni di forte difficoltà.
Siamo poi intervenuti a migliorare tutto il sistema partecipativo rafforzandolo in tutti gli aspetti che hanno determinato delle criticità, dagli aspetti di lavoro delle commissioni paritetiche di fabbrica in particolare quelle relative all’organizzazione del lavoro, ambiente e sicurezza, istituendo anche la “safety day”. Si è rafforzato il ruolo dei rappresentanti della sicurezza (RLS) attraverso la formazione e la dotazione di nuova strumentazione. Infine si è costituito un tavolo per analizzare e sperimentare forme di partecipazione avanzate dei lavoratori.

E’ stata una trattativa difficile, più volte abbiamo sfiorato alcune volte la rottura ma fortunatamente siamo poi riusciti a convincere l’azienda ad abbandonare alcune sue richieste che mettevano a rischio il negoziato, come: peggioramento dell’istituto della malattia, l’introduzione del lavoro plurisettimanale, e le richieste da parte aziendale di maggior inasprimento sulle sanzioni relativi all’articolo sui “rapporti in azienda”. Abbiamo condiviso quelle relative ad una maggior garanzia per il lavoratore (termini di presentazione contestazioni e aumento a tre della recidiva generica) e quelle violazioni e infrazioni non sancite dalla giurisprudenza non presenti nelle vecchie regole degli anni 70, come le molestie sessuali, non rispetto delle norme sui segreti industriali e la manifesta alterazione per droghe.
L’accordo è certamente un ottimo risultato in particolare in questo contesto di difficoltà industriale ed economico che il nostro paese sta risentendo sempre di più negli ultimi mesi. La conferma dei 5 miliardi di investimento per FCA sono una garanzia e una prospettiva importante per il futuro dell’occupazione e degli stabilimenti italiani. Era fondamentale chiudere con un buon accordo anche perché il 2019 rappresenterà ancora un momento di transizione particolarmente difficile. Nei prossimi giorni il contratto sarà al vaglio delle rappresentanze sindacali aziendali dei vari stabilimenti per la sua approvazione.

Torino, 11 marzo 2019 Ufficio Stampa Fim Cisl

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Bene il corso di formazione micologica a Piglio

Da sx il comandante provinciale dellA.K. Armando Bruni ed il comandante provinciale della Polizia Provinciale Massimo BelliUfficio Stampa Accademia Kronos - Bruni: “La finalità del corso nell’obiettivo di valorizzare il nostro territorio e le nostre specificità”

Grande successo per il primo “Corso di formazione Micologico” organizzato dall’Accademia Kronos con il patrocinio del Comune di Piglio e della Provincia di Frosinone, per il rilascio dei tesserini per la raccolta dei funghi. Il corso si è concluso giovedì scorso (19 ottobre), circa 50 gli iscritti non solo di Piglio che hanno seguito le lezioni del personale preposto dell’Asl. “Un ringraziamento va a tutti i partecipanti –ha commentato il responsabile provinciale dell’A.K. Armando Bruni- hanno risposto in maniera numerosa la motivazione che ci ha spinto a promuovere ed organizzare tale corso è stata quella di rispondere ad un’esigenza culturale per conoscere meglio il nostro territorio. La finalità del corso è quella di valorizzare il nostro territorio e le nostre specificità. In questo modo, a mio avviso, si rafforza il senso di appartenenza ad una realtà ad un contesto. A conclusione di queste giornate di studio e formazione il mio auspicio è che ciascuno dei partecipanti possa sentirsi soddisfatto ed amare un po’ di più il proprio territorio”. Intanto Bruni annuncia che si terrà a breve un nuovo corso nel comune di Piglio, presso la Sala Polivalente, nei giorni 28 e 29 ottobre dalle ore 9 alle 12, l’Accademia Kronos ha organizzato il corso di aggiornamento micologico. Tale corso della durata di 6 ore, come previsto in seguito alla modifica della L.R. Lazio 32/98 e 9/2017, è obbligatorio per tutti coloro che intendono rinnovare il tesserino per la raccolta funghi. La docenza del corso sarà affidata a personale altamente qualificato in materia di micologia e sicurezza alimentare. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione propedeutico per il rinnovo del tesserino.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Formazione iniziale e reclutamento docenti della scuola secondaria

Concorso docenti 2016 360 260L'articolo di Paola Bucciarelli - che segue - esprime di fatto lo stato di incertezza e di preoccupazione che deriva dalla fumosità del Decreto legislativo 59/17 che entrerà in vigore il 31 maggio 2017, relativo alla formazione iniziale e al reclutamento dei docenti della scuola secondaria. Infatti, anche se mancano ancora numerosi decreti attuativi ed esplicativi, il nuovo sistema è già delineato sia per la fase a regime che per la cosiddetta quella transitoria.
l'articolo della Bucciarelli, docente precaria, si sofferma specificamente sulla "fase transitoria" evidenziandone la indeterminatezza e perciò lo stato di incertezza in cui lascia i docenti precari nel loro arduo e lunghissimo periodo appunto di transizione fra il concorso, anche esso pieno di punti poco chiari, e l'effettiva entrata in ruolo, semmai ci potrà davvero essere. il decreto in questione mette i futuri docenti dentro un orizzonte vago, senza alcuna certezza, dispendioso di tempo, energie, denaro. e verso cosa propriamente? le speranze reali di lavoro nella scuola sono debolissime. La Bucciarelli si chiede infatti se per tutti loro, docenti precari, non si ponga la domanda, direi esistenziale oltre che lavorativa, di abbandonare la speranza di insegnare. Ma il tragico nella domanda sta nel fatto che, mentre entri nel percorso che potrebbe portarti all'insegnamento, e quindi sei quasi a tutti gli effetti entro l'orizzonte lavorativo scuola, passano gli anni, anche molti, e poi ci si ritroverebbe a porsi l'interrogativo, se abbandonare o meno la scuola, quando però si avrebbero già oltre 35 anni. E poi?

La fase transitoria

di Paola Bucciarelli - Martedì 16 maggio 2017 finalmente sono usciti i testi delle deleghe della legge 107 che entreranno in vigore il 30 maggio prossimo.
Io mi esprimo solo in merito alla delega su reclutamento e formazione iniziale ed in particolare sulla fase cosiddetta transitoria (art.17)
La lettura del testo ufficiale non cambia l’impressione che avevo avuto leggendo le bozze di lavoro.
Si profila in generale un percorso molto lungo,farraginoso ,poco chiaro,inquietante.
Il percorso di concorso + corso triennale (fit) e’ lungo perché se tutto va bene,secondo regola,ci vogliono 8/9 per accedere ad un posto di ruolo a 1300 euro al mese.
Il percorso è farraginoso e poco chiaro perché non sono ben distinti i ruoli delle università e delle scuole, perché non si capisce come si acquisiscano i 24 cfu relativi all’area psico,demo antropologica .
Il percorso è inquietante perché nel testo e’ scritto che i concorsi verranno banditi solo nel momento in cui ci sarà l’effettiva necessita’ di coprire i posti,tradotto:ciò vuol dire che si blocca l’accesso all’insegnamento per tutte quelle persone che si laureano in discipline in cui ci sono già enormi esuberi a livello nazionale.
Quest’ultimo punto riguarda da vicino coloro che rientrano nella fase transitoria perché, se e’ vero che si è raggiunto una vittoria importante,per nulla scontata fino a qualche mese fa,cioè la stabilizzazione dei docenti già abilitati, purtroppo bisogna evidenziare come per migliaia e migliaia di docenti ciò è una vittoria di Pirro.
Il sistema transitorio prevede, infatti, che tutti questi docenti siano immessi in una graduatoria regionale senza possibilità di aggiornamenti e/o di mobilità a seguito di una prova orale ,che darà un punteggio, che sommato ai titoli e servizio permetterà una graduazione per poi assegnare il ruolo.

 

Quest’’ultimo e’ il punto nevralgico perché la chiamata in ruolo ci sarà solo se ci saranno posti liberi da coprire,in caso contrario si rimane lì ad aspettare per “ x” tempo.
“X” tempo che per molte classi di concorso soprattutto della secondaria superiore potrebbe voler dire 10/15 anni.
Infatti per alcune classi di concorso ci sono già esuberi a livello nazionale inoltre,coloro che sono in questa graduatoria regionale avranno davanti coloro che sono in gae e coloro che hanno vinto il concorso 2016 che verranno assunti già a partire da quest’anno e che avranno priorità fino a che i loro elenchi non saranno esauriti.
Ora è mai possibile una attesa di questo genere per persone che in media hanno già più di 35 anni?
A mio avviso no, e perciò penso sia necessario,fondamentale, cercare di premere per una seria riforma delle cdc che guardi alle specificità dei titoli abilitativi e non ai numeri assoluti delle persone che le compongono,tanto più che la stessa delega all’art 4 ne parla,anche se in maniera contraddittoria,nello specifico :
“Articolo 4 (Classi di concorso)
Al fine di assicurare la coerenza tra gli insegnamenti impartiti, le classi disciplinari di titolarità dei docenti e le classi dei corsi di laurea, dei corsi di laurea magistrale e dei corsi di diploma di l e di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, nonché di consentire cosi un più adeguato utilizzo professionale del personale docente in relazione alle innovazioni sugli insegnamenti introdotte dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, con decreto' del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca sono riordinate e periodicamente aggiornate, in base a principi di semplificazione e flessibilità, le classi di concorso dei docenti e degli insegnanti tecnico~pratici di scuola secondaria ed eventualmente le classi dei corsi di laurea, di laurea magistrale e di diploma di I e di II livello.”
Ora visto che si parla di “assicurare la coerenza tra gli insegnamenti impartiti,le cdc e le classi dei corsi di laurea e di consentire un adeguato utilizzo professionale dei docenti”, io penso che noi dobbiamo avanzare questa richiesta con forza e fermezza in tutte le sedi,in tutte le interlocuzioni, altrimenti mi sento di dire che bisogna cercarsi un altro lavoro e ,visto che non siamo più propriamente giovani, che abbiamo speso anni di studio e soldi per cui abbandonare un lavoro non è facile, e visto che in Italia la disoccupazione e’ galoppante l’unica strada e’ quella di impegnarsi per il riconoscimento della nostra specificità .Con un gruppo di colleghi ci stiamo provando,ma c’e’ bisogno dell’impegno di tutti, per far capire che non è una rivendicazione velleitaria di pochi ma l’esigenza vitale di molti.
Infine,aggiungo che coloro che verranno inseriti in questa graduatoria regionale, a seconda del possesso dei 36 mesi di servizio , saranno obbligati a seguire un o due anni di corso (fit) e relative prove per poter accedere al ruolo alla fine del terzo anno previo superamento del cosiddetto anno di prova.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

M5S Sora. Fabrizio Pintori, portavoce per la formazione di una lista alle comunali

  • Pubblicato in da Sora

movimento 5 stelle bandiera 350 260dal M5S di Sora - Il Meetup "Amici del MoVimento 5 Stelle Sora" con votazione on-line, partecipata e trasparente, ha scelto Fabrizio Pintori, quale portavoce per la formazione di una lista che chiederà di presentarsi alle prossime elezioni comunali con la certificazione del Blog di Beppe Grillo. Infatti, per poter correre come lista civica a 5 Stelle occorre una certificazione che viene rilasciata solo in presenza di determinati requisiti. Questo il primo passo di un lungo iter. Fino ad allora si parlerà esclusivamente di candidato portavoce del Meetup di Sora.
Nella conferenza di presentazione, svolta domenica scorsa presso l’Auditorium Vittorio De Sica, sono state anticipate le principali linee del programma elettorale in continuità con quello del 2011.
Si tiene a ribadire che il programma elettorale è aperto al contributo di tutte le persone di buona volontà, che hanno idee e proposte per la città, queste potranno essere aggiunte ed integrare o modificare il programma finora realizzato.
Pertanto, si invitano tutti i sorani a voler partecipare, al fine di realizzare nella massima condivisione il miglior programma possibile per il rilancio della città.
Le proposte possono essere rappresentate durante le riunioni pubbliche che si svolgono ogni venerdì sera, dalle ore 21.15 in poi, presso il Bar Libreria Bibliotè, in via Lucio Gallo (in prossimità di piazza S. Restituta) o inviandole all’indirizzo e-mail: .

Sora, 12 ottobre 2015.

 

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici