fbpx
Menu
A+ A A-

R-Esistenze: dedichiamoci tre belle giornate di filosofia, musica, arte e cultura

restiamoumani mindi Daniela Mastracci - La nostra sembra essere la Società della Comunicazione. Ma è proprio così? Non sembra, piuttosto, la società della notifica, la società dei consumi, la società tecnologica, la società delle competenze e la società... dei conti pubblici? E tutte sembrano sotto un'unica lente di ingrandimento, un unico occhio che osserva, avverte, raccomanda, indica, ma poi ammonisce, riprende, sanziona.

Anziché un Pluralità di voci, sembra dominare una sola voce, vociante prodotti d'ogni tipo, suadente e ammiccante, tenace, inappagabile. A quella voce sembra corrispondere una grande bocca che si nutre di desideri, di assenze, di attese, sempre rinnovate, mai paghe. E però assai costose: non appagano, ma si fanno assai pagare. E ciò che paga di più sembra essere proprio la relazione, lo stare insieme, la conversazione, la tranquillità di esseri umani, contenti di stare fra esseri umani. Paga, perché proprio la comunicazione comunitaria viene sacrificata di più. Paga, perché è la carta moneta scambiabile.
La società della comunicazione comunica assai poco perché non si incontra, non si guarda negli occhi, parla, ma non parla dopo aver ascoltato, né ascolta dopo aver parlato. Comunica senza vedere né vedersi, in spazi pubblici virtuali, dove però la presenza reale, fisica, sensibile, non c'è.
In tale società di consumi e comunicazione virtuale sembra che proprio la conversazione sia lasciata cadere, sembra in disuso. E l'uomo in carne ed ossa sembra evanescente.

Tra i desideri desiderati sembra che l'uomo non si desideri; l'uomo non è un'attesa, non è un desiderio, non è aspettato da nessun uomo. E allora ogni uomo sembra essere, e valere, meno di qualsiasi prodotto in commercio. Meno desiderabile, meno cercato, meno amato.
“Restiamo umani” e cerchiamoci: potrebbe essere un nuovo richiamo, una nuova voce, accanto, almeno, alla voce che ci chiama ad acquistare e ad accumulare: prodotti consumabili, che spariscono nelle nostre bocche, case, borse, cartelle, computer, smartphone... Spariscono nelle finanziarie che acquistiamo per acquistare; spariscono nelle banche, nelle assicurazioni.

“R-Esistenze” vorrebbe nascere come un tempo ed uno spazio dove ci si incontra per incontrarsi, per stare insieme, per interrompere il ciclo perpetuo dei consumi, per essere e significare una alternativa possibile, conviviale, sociale, comunitaria; donne e uomini che parlano insieme e si confrontano per il piacere di parlarsi e confrontarsi, piacere in sé, non mezzo per niente di altro. “R-Esistenze” vorrebbe essere innanzitutto conversazione. Perciò questo luglio inauguriamo le giornate filosofiche nello spazio pubblico del Castello dei Conti, a Ceccano (Fr), in un fine settimana, dal 13 al 15 luglio 2018, che può essere tempo pubblico, speriamo libero dal lavoro, dagli impegni quotidiani impellenti, così da poter essere dedicato a se stessi nella scelta libera dalle necessità. Vogliamo incontrarci per parlare di noi, delle nostre fragilità, delle nostre forze, e del coraggio di vivere ogni giornata, nonostante la fatica, la durezza, ricordandoci che insieme siamo più saldi, possiamo darci una mano; ricordandoci valori come la solidarietà e la reciprocità, antichi e moderni insieme, immortali.

Alla Filosofia si unirà la Musica, l'Arte, la Fotografia: con la lingua parlata si coniuga la lingua delle note musicali e la lingua visiva delle immagini. Si coniuga il cibo e il vino ciociari, il paesaggio e la storia del borgo ceccanese e del suo Castello.
Incontriamoci, dal 13 al 15 luglio 2018, con “R-Esistenze” e iniziamo insieme un'esperienza di bella e buona lingua per nutrire l'anima, e di bello e buono cibo e vino per nutrire il corpo, liberi da incombenze e preoccupazioni. Ci vediamo e ci ascoltiamo al Castello dei Conti di Ceccano, in Provincia di Frosinone.
L’Associazione “R-Esistenze” organizza e promuove la I° Edizione di Filosofia in Ciociaria “Restiamo umani”. La scuola di filosofia avrà luogo dal 13 al 15 luglio 2018, a Ceccano (Fr), e verrà ospitata dal Castello dei Conti de Ceccano, Piazza Camillo Mancini, CAP 03023, Ceccano (Fr).

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Le tre giornate di "Libriamoci" a Veroli

Veroli Libriamoci 350 260di Redazione - Si è conclusa oggi l'iniziativa "Libriamoci. Giornate di lettura ad alta voce" promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, attraverso il Centro per il libro e la Lettura, e dal MIUR, attraverso la Direzione Generale per lo studente.
Tre giornate, quelle del 29, 30 e 31 ottobre, promosse nella provincia di Frosinone, dall'Istituto Comprensivo I° di Veroli diretto dal Dirigente Salvatore Cuccurullo, che hanno avuto l'obiettivo di promuovere la lettura e che hanno visto protagonisti "lettori" le Istituzioni, le Forze dell'ordine a l'Onorevole Laura Coccia.
L'iniziativa si è svolta in tre incontri: quello di giovedì mattina 29 ottobre dal titolo “Le Istituzioni” (la Costituzione e la Politica), quello di venerdì 30 ottobre dal titolo “Le Forze dell’Ordine” (la Legalità) e quello di sabato 31 ottobre su “La Famiglia”, tutti negli stessi orari dalle 10 alle 13 presso l’Aula magna Comunale.
L’obiettivo è di promuovere la lettura, infatti "Libriamoci" si rivolge alle scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori, invitandole a inserire nelle attività scolastiche, svolte in sei giornate, momenti di lettura ad alta voce.

La Costituzione e la politica sono stati gli argomenti trattati nella prima giornata attraverso la lettura ad alta voce da parte del Prefetto Emilia Zarrilli, del Presidente della Provincia Antonio Pompeo, del Sindaco di Veroli Simone Cetaro, dell'Assessore alla Cultura Cristina Verro, del Dott.Ranelli e del Consigliere Provinciale Germano Caperna che hanno proposti passi della Costituzione e anche letture personali.

La Legalità, che è stata il fulcro della seconda giornata ha visto protagonisti il Vice Questore Dott. Simeone, l'Ispettore Superiore Joubert della Squadra Mobile, il Dott.Stefano Lucidi dei Vigili del Fuoco, il Comandate della Polizia Provinciale Dott.Massimo Belli, il Comandante dei Vigili Urbani di Veroli Dottor Daniele De Sanctis, l'Ispettore Superiore del Corpo Forestale dello Stato Fabio Cristiani e l'Assistente Francesco Tarquini hanno letto e proposto spunti di riflessione su argomenti quali l'ascolto, la prevenzione della sicurezza, il bullismo, il cyberbullismo, la tutela ambientale.

L'Onorevole Laura Coccia ed il papà Francesco Coccia sono stati i protagonisti di sabato con letture sulla Famiglia. Oltre alla famiglia anche la disabilità sono stati portati all’attenzione dei presenti con la lettura del libro "A modo mio. Laura non cammina, corre" di Francesco Coccia e con la visione di immagini e fotografie familiari della vita di Laura.
Tante e profonde le riflessioni che queste tre giornate hanno portato a Scuola e tante le domande che rivolte dai ragazzi hanno fatto di loro gli altri protagonisti della tre giorni.

"È con iniziative come questa che la Scuola può crescere insieme al territorio - ha affermato il Preside Cuccurullo- La lettura ha permesso di creare un ponte tra la Scuola e le Istituzioni in un percorso di valorizzazione e rispetto reciproci".

 

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...

2 giornate all'impegno delle donne

se-non-ora-quando logo-L'Associazione " Se non ora quando?" di Cassino impegna due giornate al ricordo dell'impegno delle donne.

La solidarietà e il ruolo delle donne costituirà il tema centrale con il quale l'ass. SNOQ Cassino, partecipa alle iniziative legate alla ricorrenza del 70° anniversario della distruzione di Cassino.

Nei giorni 8 e 9 I LUOGHI DELLA NOSTRA VITA
marzo nei locali della Biblioteca Comunale, dalle ore 17 alle ore 20, ci saranno degli eventi incentrati sul tema "i luoghi della nostra vita".

Nella sala della biblioteca sarà esposta una mostra fotografica e di pittura che rivisiterà la nostra città relativamente al passato, al recente passato e al presente, e che evidenzierà l'evoluzione urbanistica e sociale: come da un piccolo borgo, con la sua identità umana, si è giunti alla costruzione di un tessuto sociale spersonalizzato e meno partecipe.

La solidarietà si è trasformata talvolta in alienazione.

E proprio la solidarietà ed il ruolo della donna saranno il tema conduttore dei dibattito delle due giornate.

Da quando l'Italia entrò in guerra il 10/06/1940, il ruolo della donna cambiò vorticosamente, con gli uomini costretti ad andare al fronte, a combattere, erano diventate loro le nuove capofamiglia.

La fame e la guerra le spinsero fuori casa e le obbligarono a prendere decisioni.

Seppero uscire dagli schemi che la società e la cultura fascista aveva imposto loro, seppero trovare in se stesse capacità e sicurezza, si scoprirono combattenti, partigiane, staffetta, pronte a nascondere mariti e fratelli; diventarono venditrici e barattatrici; si incaricarono di trovare il cibo, sempre più scarso, per la famiglia, di proteggere i bambini e gli anziani.

Conquistarono un'indipendenza nel campo familiare e lavorativo a cui non avrebbero più rinunciato.

Se le donne di oggi sono indipendenti lo devono in parte alla lotta delle donne di allora che, improvvisamente, si liberarono dello stereotipo che per troppo tempo le aveva rese vittime dello stesso ruolo.

Sembra un tempo lontano ma è il tempo appartenuto alle nostre nonne, alle nostre madri, il cui ricordo è vivo in ognuna delle nostre famiglie. Ognuna delle nostre vite è attraversata da ricordi legati a quei giorni, anche se per molti anni c'è stata una sorta di rimozione collettiva degli eventi, perchè troppo dolorosi. Si voleva dimenticare l'orrore vissuto per non impazzire!

Di questi ricordi, come di fili annodati, parleremo nei due pomeriggi dell' 8 e del 9 marzo.

L'8 marzo il libro di Concetta Ianniello "Fantasmi di guerre e di battaglie" ci permetterà, attraverso le testimonianze da lei raccolte, di avvicinarci ai ricordi della piccola comunità cassinate di Foresta.

Ricostruendo e salvaguardando la memoria di questa piccola comunità con un filo che unisce le generazioni vecchie e nuove, ascolteremo le testimonianze di questi abitanti della Foresta e la loro gratitudine per Monte Trocchio, ai cui piedi è adagiata la frazione di Foresta, che offrì loro rifugio e protezione all'interno "della grotta". Le grotte saranno le vere protagoniste dei racconti dei testimoni.

Seguendo il filo della narrazione continueremo a parlare di Monte Trocchio dei nostri giorni, con la Prof. ssa Amalia Carelli, coordinatrice del lavoro effettuato dagli studenti dell' Ist. per Geometri "Medaglia d'Oro Città di Cassino", che, con il loro cortometraggio su Monte Trocchio, hanno vinto il primo premio di "Italia Nostra" e la medaglia d'oro della Presidenza della Repubblica. Un riconoscimento di tutto prestigio, che mette in luce l'impegno della prof.ssa Carelli e dei suoi allievi, oltre alla necessità di tutelare i nostri tesori d'arte.

Il giorno 9 marzo, partendo dal libro di Lucia Fabi e Angelino Loffredi, "L'infanzia salvata", ricorderemo un momento di grande solidarietà tra gli abitanti del nord e del sud Italia.

Il libro parla dell'impegno di un centinaio di famiglie del nord Italia che accolsero i bambini della Ciociaria, perchè denutriti e malati.

L'iniziativa nasce, si sviluppa e si realizza per volontà delle donne !!!!!!!

- Le donne dell' UDI che prendono l'iniziativa e costruiscono questa rete di solidarietà

- Le donne di Cassino che con coraggio e amore fecero partire i propri figli verso il nord rompendo una campagna denigratoria tesa ad impaurire le famiglie, affermando che i bambini sarebbero stati mandati in Russia.

- Le donne del nord che convinsero le loro famiglie ad accogliere i bambini del sud.

Ascolteremo anche le testimonianze di persone che hanno vissuto quegli eventi.

La serata si concluderà con Annarita Delicato, Vladimiro Leone, Antonio e Lorenzo Simeone che ricorderanno, con i suoni e le musiche, ricostruiti attraverso le testimonianze, quegli anni tragici!

E NOI DI "SE NON ORA QUANDO CASSINO" DICIAMO: PRIMA DI TUTTO LA PACE!

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

 

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Sostieni il nostro lavoro.

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici