fbpx

Fantini PD: Flat Tax è una proposta ingiusta e contro i giovani

  • Pubblicato in Partiti

 PARTITI. VOTO 2022

Nota del Segretario provinciale del PD di Frosinone, Luca Fantini

partito democratico bandiera350 250“La flat tax proposta dalla destra è una misura ingiusta, che premia pochi a scapito di moltissimi. Questa misura è contro i giovani, contro le ragazze e i ragazzi che vogliono vivere in un Paese più giusto. Gli italiani chiedono ascolto e attenzione ai problemi sociali: una scuola migliore, servizi pubblici efficienti, risposte concrete alla crisi climatica, istituzioni più vicine”.

Così in una nota il segretario provinciale del Partito democratico di Frosinone, Luca Fantini.

“Il programma del Partito Democratico - spiega - è chiaro: misure economiche e fiscali più giuste, lotta alle disuguaglianze, costruzione di un’Italia moderna, verde, sostenibile e competitiva”.

10 agosto 2022

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l'App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Ceccano Calcio 1920 arrivano due giovani classe 2001

CECCANO CALCIO

Un'ala rapida e tecnica più un attaccante veloce e forte

di Valentino Bettinelli
Privitera e Savo 390 minIl Ceccano Calcio 1920 aggiunge due pedine al proprio scacchiere. A rinforzare la rosa a disposizione di mister Mirco Carlini arrivano due giovani classe 2001, Andrea Previtera e Lucas Savo.

I due calciatori, entrambi provenienti dal campionato di eccellenza, Previtera dal Ferentino e Savo dall’Alba Adriatica, rappresentano due innesti importanti nel reparto offensivo per i rossoblù.
Previtera è un esterno rapido e tecnico, che aggiunge una opportunità sul lato sinistro dello scacchiere tattico di Carlini, mentre Savo, attaccante veloce e forte fisicamente, va ad aggiungere corpo al reparto offensivo.

I due arrivi sono stati annunciati dal Presidente Gianluca Masi, che si è detto “orgoglioso per l’arrivo di due giovani che allungano la rosa a disposizione di mister Carlini. Due giovani in età di lega, ceccanesi doc, che arrivano a vestire la maglia rossoblù. Come società siamo onorati di continuare con la valorizzazione dei nostri talenti locali, in piena linea con il progetto tecnico e societario che stiamo portando avanti”.

I due giovani calciatori sono entrambi entusiasti per l’opportunità di difendere i colori della propria città e si dicono pronti a far bene, per cercare di migliorare gli ottimi risultati già ottenuti dai compagni nella prima parte di campionato.
Anche Mirco Carlini è contento per l’arrivo di Savo e Previtera. “Lucas e Andrea ci daranno una grande mano e già si sono integrati perfettamente nel gruppo. Questa è la cosa più importante, alla luce dell’ambiente bellissimo che si vive nel nostro spogliatoio. Sono due ragazzi con grandi qualità tecniche ed umane, che saranno importantissimi nel nostro percorso che, voglio ricordarlo, ci vede nelle prime posizioni della classifica e ancora in corsa per la Coppa Italia, della quale giocheremo a breve il terzo turno, con l'obiettivo di fare bene”.

Lucas Savo ha già fatto il suo esordio con la maglia del Ceccano, mentre Andrea Previtera, arrivato l’ultimo giorno utile, si è dimostrato già pronto a guadagnarsi la sua opportunità.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Clicky

 

 

 

*Valentino Bettinelli, Ufficio Stampa

Leggi tutto...

Consiglio dei Giovani di Frosinone: ennesima occasione persa

GIOVANI DEMOCRATICI FROSINONE

Questo consiglio dei Giovani rischia di risultare una scatola vuota

giovanidemCome Giovani Democratici ci rifiutiamo di prendere parte ad uno spettacolo indegno di un comune capoluogo di provincia ed è per questo che abbiamo deciso, dinanzi alle ultime forzature dell’assessora Fabrizi, di restare fuori da una dinamica deleteria e inconsistente per i giovani del capoluogo: dopo quattro diverse occasioni in cui il comune aveva indetto e poi rinviato queste elezioni e solo in parte a causa dell’emergenza sanitaria tenendo conto delle diverse occasioni in cui ciò è avvenuto a seconda della convenienza politica dei gruppi vicini alla maggioranza; dopo gli appelli inascoltati che come organizzazione giovanile abbiamo rivolto anche a favore e per conto di chi magari non ha in tasca la tessera dei GD, gli ultimi a marzo e giugno di quest’anno, nei quali chiedevamo al Comune l’apertura di un tavolo con tutte le rappresentanze giovanili della città e con tutti gli attori già in campo per il Consiglio dei Giovani, per organizzare al meglio queste elezioni e favorire una reale ed estesa partecipazione.

Per quanto possa apparire surreale è proprio la realtà: ritrovarsi, dopo quasi sette anni di iter amministrativi e per giunta a pochissimi mesi dalla scadenza della consiliatura, davanti ad elezioni indette frettolosamente tra pochi intimi a seguito dell’ennesimo ed inspiegabile rinvio, senza un minimo di confronto e con una discussione azzerata dai silenzi e dalla scarsa inclusività come quella che, in questa vicenda, è rivolta verso la nostra organizzazione giovanile e verso i giovani in generale data la scelta di tenere questo election-day nella prima giornata annuale di blocco totale del traffico.

È proprio In questo passaggio che si inserisce il ragionamento Di Giulio Comegna, segretario del circolo cittadino dei Giovani Dem: “Quello che davvero sorprende e dispiace, nonostante anni di sofferenza per le politiche giovanili e indifferenza verso i giovani, è che gruppi e organizzazioni giovanili vicine alla maggioranza e non hanno da tempo deciso di avallare queste logiche escludendo forme di condivisione e discussione per le quali, al netto delle diverse sensibilità, siamo sempre stati e sempre continueremo ad essere pienamente disponibili: ciò è avvenuto dapprima con un fallito tentativo di forzatura operato con l’assessora Fabrizi per far tenere le elezioni in piena seconda ondata covid, nel dicembre 2020, mediante un vergognoso sondaggio online al quale chiunque poteva partecipare senza criteri legati a limiti di età e residenza; da ultimo con la legittimazione di queste elezioni convocate con lo stesso opinabile modus operandi.”

Prosegue sulla stessa linea Lorenzo Vellone, ex-Presidente della Consulta Prov.le degli Studenti per la Rete degli Studenti Medi ed esponente dei Giovani Dem del capoluogo: “Personalmente ritengo che al centro dell’azione politica, figurarsi di quella amministrativa, debbano esserci proposte e idee da tradurre in fatti e progetti concreti, oltre che vera partecipazione, apertura e connessione con i bisogni ed i problemi delle persone che intendiamo rappresentare; non la mera ostinazione di voler occupare spazi e caselle, specialmente in un contesto in cui questo consiglio dei Giovani rischia di risultare una scatola vuota data l’assenza dei fondi per il periodo 2021-2022, dovuta secondo fonti vicine alla Regione Lazio alla mancata partecipazione del Comune di Frosinone all’apposito bando scaduto il 30 marzo scorso. Che dire: un altro grande risultato dell’Amministrazione Ottaviani! Noi restiamo comunque a diposizione per dare il nostro contributo e dedicarci alla costruzione di un percorso che apra finalmente una nuova fase per la città di Frosinone oltre che per le politiche giovanili.”

Leggi tutto...

Spazio ai giovani e le spese della contea!!

CECCANO. AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Le politiche giovanili.dal Comune di Ceccano e il modo di finanaziarle

Prc-se Circolo “5 Aprile” Ceccano
politiche giovanili 380 minChi ancora si chiede come mai il comune di Ceccano, quello che dovrebbe essere di tutti noi, rischia il dissesto finanziario, dovrebbe leggere la delibera di approvazione degli indirizzi ai competenti uffici comunali con cui si assegna un contributo di 5 mila € a sostegno dell’evento Spazio ai giovani, utilizzando come capitolo di spese “concorso spese politiche giovanili”.

Un bel contributo, non c’è che dire. Il padrone della contea alla fin fine, può fare quel che vuol delle risorse economico e finanziarie della città. Ed è ovvio che lo fa con l’apporto cieco, sordo e muto dei suoi sodali.
Lo vogliamo dire a tutti non per far dispetto al conte della contea, ma per ricordare a lui ed a noi che suo malgrado siamo in epoca talmente lontana dal medioevo che possiamo permetterci di dissentire.

Caro conte della contea, alias Caligiore sindaco, se quei cinquemila euro servissero per davvero ad animare attraverso il finanziamento dell’evento Spazio ai giovani le politiche giovanili, sarebbero già di fatto un puro spreco. Con quella somma, tuttalpiù, si coprirebbe il fitto dei o del locale scelto per l’evento, ed in tal caso andrebbero a “finanziare” solo le tasche del proprietario nonché affittuario della location.
Della serie questa Giunta del conte della contea se la suona e se la canta .

A scanso di equivoci potremmo anche dire che quelle sopra riportate sono le solite voci, che alimentate da gole profonde bene informate viaggiano in un turbinio di sospetti per le strade ed i vicoli, spesso sostando anch’esse nei pressi delle rotonde, anch’esse all’origine di tanti sospetti.

Dal nostro punto di vista, volutamente, vogliamo con decisione ignorare i sospetti su spese poco giustificabili e suggeriamobandiera prc invece agli uffici comunali di competenza di consigliare al conte ed ai suoi sodali di porre mano all’utilizzo dei beni comunali disponibili per ospitare i prossimi eventi giovanili, in modo che Spazio ai giovani potrebbe anche essere occasione per ridare alla città luoghi ed aree per ora e da tempo fonte di degrado. E di siti ve ne sono anche in abbondanza purtroppo, si tratterebbe solo di fare un cernita per individuare quello utilizzabile da subito con “minor” spesa: castello dei Conti; Castel Sindici con relativo parco; teatro Antares; auditorium Comunale Biblioteca; ortus conclusus.

Inoltre si potrebbe pensare anche l’utilizzo tra le numerose piazza di Ceccano del piazzale antistante la chiesa di Santa Maria a Fiume: sarebbe un bel modo per ricordare padre Antonio Mannara, scomparso da poco, figura vicinissima ai giovani e che tanto si è speso per loro.
Sarebbe opportuno, ora, che si rendessero trasparenti tutte le voci di spesa per cui questi 5 mila euro sono stati impegnati, e siamo certi che i Consiglieri di opposizione, su questo, faranno bene il loro lavoro di controllo e proposta.

Caro conte di contee come vede un intervento di protesta è diventato un intervento di sostegno all’iniziativa con una piccola differenza, noi che non siamo servitori della gleba, ma cittadini critici ed attivi da sempre impegnati a sostenere ogni iniziativa che renda accogliente questa città, a questa città pensiamo sempre nella sua interezza. Chi vuole intendere intenda.

Direttivo Prc Ceccano

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

Giovani PSI a fianco dei metalmeccanici Stellantis

LOTTE E MOVIMENTi. Partiti

E' intollerabile che a pagare la crisi siano i lavoratori costretti a continui sacrifici

Jacopo Nannini- Federazione dei giovani socialisti
FGS giovanisocialisti 350Come Federazione dei giovani socialisti di Frosinone vogliamo esprimere la nostra vicinanza politica ai metalmeccanici in sciopero che chiedono di rispettare l’ accordo sullo sblocco dei licenziamenti, mostrando inoltre preoccupazione per le sorti dello stabilimento Stellantis di Piedimonte San Germano.

Non possiamo tollerare che a pagare la crisi siano quei lavoratori costretti a sacrifici da tempo immemore e per questo motivo serve chiarezza nei confronti delle troppe crisi aziendali di questi mesi, dal caso GNK a molti altri.

Siamo accanto ai metalmeccanici che si mobilitano oggi , a seguito della iniziativa FIOM-FIM-UILTEC , perché urge rispettare l’accordo frutto della concertazione fra Governo, Confindustria e sindacati, mettendo in campo strategie sociali concrete per migliaia di famiglie al fine di superare il limbo del subire passivamente le scelte speculative di operatori economici che vedono la politica industriale come una ottocentesca terra di conquista.

Desta preoccupazione anche la situazione del comparto automotive e lo stabilimento Stellantis di Piedimonte San germano, per questo siamo accanto anche ai lavoratori di questa unità del basso Lazio.

Troppa vaghezza da parte di Stellantis e soprattutto di largissima parte delle istituzioni e del ceto politico, mentre centinaia di famiglie rischiano di sprofondare sotto la soglia di povertà dopo anni di lavoro e difficoltà.

Non possiamo permettere che multinazionali che pagano tasse in paradisi fiscali nel mezzo di una crisi pandemica ed economica sfuggano ad una politica sempre più debole e incapace di tutelare le esigenze sociali di un Paese sempre più fragile.

Dobbiamo ai lavoratori della Stellantis di Piedimonte San germano risposte concrete e un fattuale coinvolgimento decisionale, con una seria strategia per una politica industriale assente da decenni nel Paese, non lasciando che sia l’arbitrio di un colosso produttivo a decidere le sorti e le prospettive economiche di questo territorio già martoriato da una crisi precedente al covid mentre gran parte della politica locale non riesce in alcun modo a incidere ..

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 

 

 

Leggi tutto...

I giovani rossoblu subito protagonisti

CECCANO CALCIO

La “Totti Academy Cup”, si svolgerà sabato 19 e domenica 20 giugno

di Valentino Bettionelli
rossoblu 360 minIl Ceccano Calcio parteciperà con le sue giovani promesse al 1º torneo organizzato dalla Totti Soccer Academy, denominato “Totti Academy Cup”, che si svolgerà sabato 19 e domenica 20 giugno.

Subito un primo risultato importante per il club rossoblù, frutto dell'affiliazione con la prestigiosa realtà di calcio giovanile. Il responsabile tecnico del settore giovanile del Ceccano Calcio, Livio Pizzuti, esprime le sue sensazioni positive sull’appuntamento. “Siamo orgogliosi di partecipare a questo primo torneo promosso dalla Totti Soccer Academy. A poco meno di un mese dall’ufficializzazione della partnership avremo l’opportunità di far vivere ai nostri giovani iscritti un’esperienza unica. Il torneo si svolgerà presso il centro sportivo della Totti Soccer School, a Roma. Noi, grazie al lavoro e all’organizzazione tecnica dei nostui Guido Compagnone e Lorenzo Masi, parteciperemo con i classe 2010 e 2011”. Continua Pizzuti sull’opportunità per i ragazzi del Ceccano Calcio: “partecipare a manifestazione di questo tipo garantisce ai nostri ragazzi la possibilità di confrontarsi con realtà più grandi, uscendo anche dal nostro territorio provinciale. Il ringraziamento va all’organizzazione impeccabile della Totti Soccer Academy, che ci darà modo di far crescere ancora di più il nostro settore giovanile, grazie all’esperienza che ci metteranno a disposizione”.

Appuntamento, dunque, per sabato e domenica, con i piccoli rossoblù in trasferta nella capitale.

*Valentino Bettinelli, Ufficio Stampa Ceccano Calcio 1920

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

ArticoloUNO: I giovani e il lavoro

  • Pubblicato in Partiti

ARTICOLOUNO FROSINONE. Partiti

I nostri giovani non sono schiavi al servizio di imprenditori disonesti

ArticoloUNO fondorosso min 1Negli ultimi venti-trent’anni, tutta la politica italiana, purtroppo anche quella asseritamente di sinistra tranne eccezioni, ha consentito che si affermasse nel Paese un pensiero che, già dalle premesse, si presentava nefasto per tutti quei cittadini che vivono di lavoro, la stragrande maggioranza, a partire dalle giovani generazioni. I fatti di questi giorni sono la prova materiale del suo carattere truculento.

Ad opera di una certa parte del padronato italiano, proprietario dispotico di giornali epigoni di quel pensiero torvo, e della becera destra nostrana, infatti, è in pieno corso una campagna denigratoria contro ogni strumento di sostegno ai lavoratori e alle famiglie, a partire dal Reddito di Cittadinanza, perché essi, secondo il loro pensiero, indurrebbero i giovani a rifiutare il lavoro che gli si offrirebbe. Alla base di questa frenesia predatoria vi è l’accusa ai giovani, falsa e oltraggiosa, di essere dei fannulloni.

Ma si omette di dire che quel cosiddetto lavoro, quasi senza salario e assolutamente senza diritti, rasenta il lavoro schiavistico. Trecento-quattrocento euro al mese, per dodici-quattordici ore al giorno, sono un’infamia.

Fanno bene i giovani a rifiutarsi, ne va della loro dignità di uomini e donne, nonché della onorabilità dell’intero Paese.

La sezione di Articolo Uno di Frosinone chiede, perciò, che tutte le forze politiche democratiche del territorio si esprimano con nettezza contro tale ignobile campagna denigratoria nei confronti dei nostri giovani. Chiede espressamente che le organizzazioni sindacali si facciano carico di un surplus di impegno in questo drammatico momento, attivando e mobilitando le proprie strutture su tutto il territorio provinciale. Sollecita energicamente le autorità preposte al controllo ad esercitare le proprie funzioni a difesa strenua della legalità, della dignità delle persone e della loro sicurezza sui posti di lavoro.

I nostri giovani non sono schiavi al servizio di imprenditori disonesti, che danneggiano il territorio, il Paese e anche gli altri imprenditori che invece rispettano le regole e la dignità delle persone.

Articolo Uno di Frosinone
Ivano Alteri e Alberto Gualdini
ArticoloUno Provincia di Frosinone
Gaetano Ambrosiano.
Frosinone 10 giugno 2021
Leggi tutto...

Non un prestito, ma una dotazione economica

La proposta di Letta apre un campo di battaglia politica per tutta la sinistra

di Ermisio Mazzocchi
BANDIERE PD 350 260La proposta del segretario del PD, Enrico Letta, è ragionevole e coraggiosa e merita la necessaria considerazione perché apre uno squarcio sulla ripartizione equa delle ricchezze del paese.
Un'iniziativa che assegnerebbe un sostegno di 10.000 euro a coloro che avranno compiuto i 18 anni consentirebbe un aiuto adeguato e opportunità di intraprendere attività di formazione e iniziative economiche senza che essi debbano ricorrere al sostegno dei genitori.

Non si tratterebbe di un prestito che ipotecherebbe il loro futuro ma una dotazione economica.

La copertura finanziaria sarebbe assicurata da un'imposta che graverebbe su una fascia sociale che costituisce soltanto l’1% della popolazione. Essa verrebbe garantita da coloro che ricevono eredità e donazioni superiori al valore di 5 milioni di euro.

L’1% degli italiani potrebbe così finanziare con quasi 3 miliardi di euro una proposta di giustizia sociale necessaria perché il diritto al futuro non sia tolto alle nuove generazioni. È un modo per garantire a tutti i giovani le stesse opportunità. Ogni anno 280.000 tra ragazze e ragazzi potranno prendere in mano il proprio futuro senza dover pesare sulle spalle dei genitori.

Non saremmo in presenza di qualcosa di eclatante, di nuovo assoluto. La riforma dell'imposta di successione, pilastro della democrazia, è stata per anni al centro di aspre battaglie politiche.
Basterebbe ricordare la proposta di Berlusconi fatta nel 2008 di eliminare la tassa di successione, proposta che fu ribadita nelle elezioni del 2018.

La proposta Letta è in assoluta discontinuità rispetto a una tradizione che si è rivelata fallimentare in quanto inserisce elementi dirompenti nel sistema fiscale. Essa non si avvale di connotati paternalistici, ma infrange blocchi di interessi ritenuti intoccabili.
Siamo consapevoli che le disuguaglianze si sono espanse più che nel passato a causa del Covid-19 e che si sono rafforzate pericolose incertezze per il futuro delle nuove generazioni.
E' necessario che ci sia una equa distribuzione della ricchezza finalizzata allo sviluppo dell'economia e che garantisca pari opportunità.

Oggi siamo in presenza di una forte contraddizione per il fatto che i redditi da lavoro siano gravati da pesanti imposte, mentre le ricchezze ereditate lo siano poco o nulla.
L'aliquota di tassazione per eredità o donazioni superiore a 5 milioni di euro in Italia è al 4%, in Francia a esempio è al 45%.

Stupisce, ma non troppo, la dichiarazione secca di Draghi il quale ha sostenuto che è tempo di dare e non di prendere, liquidando in tal modo la proposta di Letta.
Un'affermazione che potrebbe anche essere giustificata in questo momento di emergenza, ma che eluderebbe il problema di stabilire da chi prendere e a chi dare.
Bisognerebbe al contrario togliere ai ricchi per dare ai poveri.

Naturalmente non in modo indiscriminato ma in maniera giusta, distinguendo tra impegno nel proprio lavoro e privilegi.
Sono del tutto comprensibili le furibonde ingiurie della destra che si è vista toccata nelle sue argomentazioni più strumentali e populiste rivolte a sostenere il liberismo più violento.
Una destra che affonda le sue radici in quella cultura fascista che portò Mussolini nel 1924, a difesa degli interessi dei più ricchi, all'abolizione della tassa di successione, provvedimento che il socialista Giacomo Matteotti denunciò come "un grave errore".

Il PD deve mantenere ferma la sua posizione rivolgendo la propria lotta per una giustizia sociale e la riduzione delle disuguaglianze, secondo la migliore tradizione della sinistra democratica e progressista.
Appare ad oggi debole l'iniziativa di tutto il PD, che sembra avere accantonato questa sfida decisiva per recuperare il consenso di quel popolo di sinistra che si è perso tra astensione, attrazioni grilline e miraggi populisti.
E' necessario dare segnali forti di sostegno a un progetto che va al di là della sua attuazione e che incide sulla credibilità di un partito.

Ci si deve convincere che la proposta di Letta apre un campo di battaglia politica di tutta la sinistra e ha un effetto domino sui processi di riforma dello Stato italiano.
Quella lotta può segnare una netta differenza tra la destra e la sinistra.

E la sinistra non può perdere.

25 maggio 2021

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

PSI Frosinone: Si, ex dispensario a giovani e associazioni

PARTITI. Psi Frosinone

Plauso del PSI di Frosinone all'iniziativa dei giovani socialisti sulla riqualificazione dell'Ex dispensario di Viale Napoli

psi 350 minL’iniziativa dei giovani socialisti sull’ex dispensario di viale Napoli denota una sempre più crescente attenzione nei confronti delle strutture pubbliche in stato di abbandono; sia per quanto riguarda la riqualificazione delle stesse sia per quel che concerne la richiesta di spazi di aggregazione per la collettività, in questo caso avanzata dalla fascia più giovane della cittadinanza.

Tali esigenze non devono rimanere inascoltate dagli Enti territoriali, e pertanto, risulta assolutamente necessario un dibattito e un confronto tra gli enti preposti, (Asl di Frosinone e amministrazione comunale) al fine di dare una nuova destinazione alla struttura che sia coerente con le esigenze della collettività

Non solo, Il dispensario, abbandonato da anni, veniva utilizzato per attività sanitarie accessorie e, vista la pandemia che ci attanaglia da più di un anno ormai, la struttura (se non abbandonata) sarebbe stata sicuramente utile a deflazionare la congestione dei presidi ospedalieri locali.

Il recupero e la riqualificazione dei siti in stato di degrado e abbandono risultano fondamentali quindi non possiamo assolutamente permetterci di disperdere il nostro patrimonio immobiliare dall’alta valenza storico-artistica e a tal fine bisogna attivarsi in modo sinergico con la cittadinanza, le associazioni, le parti politiche e gli enti locali al fine della riqualificazione del patrimonio territoriale rendendolo fruibile per la cittadinanza.

PSI Frosinone

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il "dispensario" di Frosinone sia destinato ai giovani

PARTITI. Giovani Socialisti Frosinone

Riconversione del dispensario in luogo per giovani e associazioni

FGS giovanisocialisti 350I Giovani Socialisti chiedono la riconversione del dispensario in luogo per giovani e associazioni con una petizione online e una lettera ad ASL e comune.

Come Federazione dei giovani socialisti di Frosinone abbiamo ritenuto necessario intervenire su un atavico problema della nostra città: la mancanza di luoghi di aggregazione culturale e giovanile.

Il dispensario di Viale Napoli è uno stabile ormai abbandonato a sé stesso da decenni senza alcun progetto all’orizzonte, ma potrebbe essere riconvertito in una realtà che ospiti liberamente la cittadinanza nell’esercizio di attività di tipo culturale, ludico, ricreativo, associativo; l’importanza di tutelare e rivitalizzare il patrimonio urbanistico esistente, valorizzando tutti i luoghi abbandonati o dismessi che possano divenire patrimonio comune, è ancora più urgente quando troppo spesso si assiste a nuove colate di cemento ignorando la mancanza di spazi attivamente vissuti dalla comunità. Dopo aver lanciato una raccolta firme per coinvolgere in questa battaglia i giovani e la cittadinanza tutta, abbiamo quindi richiesto alla ASL (proprietaria dello stabile) un incontro con anche la presenza dell’amministrazione comunale per discutere, a seguito della raccolta firme da noi lanciata, per affrontare con serietà e concretezza il tema.

Riteniamo che con scelte di bilancio chiare o con l’accesso a fondi statali o regionali , se non addirittura una più ampia progettazione inclusa nel Recovery Plan, si potrebbe ridare vita ad un sito ora lasciato all’incuria ma possibile futuro fiore all’occhiello di una rigenerazione urbanistica, culturale e aggregativa.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database