fbpx
Menu
A+ A A-

Mercato Ceccano. Finalmente incontro con SubCommissaria Galella

Comitato Spontaneo Cittadino

ceccano palazzo antonelli 350 253Un nutrita Delegazione del Comitato Spontaneo Cittadino è stata ricevuta dalla Sub commissaria, dottoressa Stefania Galella, per discutere la nuova sistemazione del mercato settimanale del mercoledì. La dottoressa Galella ha partecipato all’incontro sostenuta dal parere tecnico di VV.UU e di funzionari dell’Ufficio Tecnico. A dimostrazione del rispetto verso i suoi interlocutori ha voluto anche che la Segretaria generale dottoressa Tanzi riportasse in verbale le nostre posizioni e le nostre proposte.

L’incontro, avvenuto all’indomani della nuova sistemazione del mercato, ha permesso di evidenziare minuziosamente gli aspetti critici conseguenti tale scelta: mantenimento dei pericoli (inaccessibilità dei VV.FF) anche se è stata riconosciuta per tutta la durata del mercato la presenza fissa di un’Autoambulanza; circolazione automobilistica caotica, disagi per gli scolari che dovevano raggiungere la scuola, per gli anziani ed i malati che dovevano raggiungere gli ambulatori medici; penalizzazione per gli stessi utenti del mercato privi di parcheggi di supporto, irrazionale distribuzione delle categorie ambulanti, sistemate a “spezzatino“.

La nuova sistemazione si è dimostrata peggiore della precedente.
Inoltre meritano essere ipotizzati nella catastrofica giornata i danni economici procurati sia agli ambulanti che agli stessi esercenti fissi operativi sulle strade occupate dalle bancarelle.

La nostra Delegazione non si è limitata solamente a mettere in discussione la mancanza di una ragione, di una motivazione della Delibera 141/2017 e di tutte le criticità conseguenti emerse da ieri ma ha illustrato anche una proposta: passare dalla frammentarietà e dallo “spezzatino” alla unificazione del mercato in una area pianeggiante, su un terreno scorrevole, a misura di chi lo frequenta (i parcheggi a ridosso della ex Pretura potrebbero permetterlo), ripristinando i 150 posti macchina persi, evitando una circolazione caotica, incomprensibile e sotto certi aspetti pericolosa.

La Subcommissaria dopo aver attentamente ascoltato le nostre posizioni ha concluso l’incontro ricordando che l’attuale sistemazione del mercato è provvisoria e che le nostre posizioni sarebbero state doverosamente esaminate.

Ceccano 27 Febbraio 2020

 

Il mercato di Ceccano

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Incontro tra le Associazioni che si occupano di solidarietà e accoglienza

comunitàsolidali 350 minQuesto pomeriggio presso l’Associazione Grid, su invito di Comunità Solidali, si è svolto un incontro tra le Associazioni della provincia di Frosinone che si occupano di solidarietà e accoglienza.

Erano presenti:
Marco Toti direttore della Caritas di Frosinone-Veroli-Ferentino, Paolo Iafrate - Oltre l’Occidente, Gino De Matteo -Città Futura, Carmelo Selvaggio - SconfinataMente Anagni , Alice Popoli –Comunità Sant’Egidio Frosinone, Rino Tarallo-USB Cassino, Gianni Paciotta-Caritas Parrocchiale Frosinone, Alpha Diallo –Associazione Comunità Africana di Cassino, Cassino, oltre a privati cittadini sensibili al problema.

Il fenomeno migratorio, che ha spinto Comunità Solidali a costituirsi un anno e mezzo fa dopo i fatti della Diciotti, ci ha fatto sentire l’esigenza di confrontarci con chi sul territorio opera già attivamente, al fine di costituire una rete strutturata che abbia la capacità di confrontarsi con le istituzioni e con la politica, affinchè il fenomeno migratorio venga gestito, non solo come problema di ordine pubblico, ma come fatto sociale ed umanitario.

La dinamica migratoria, acuitasi dal 2011 con le guerre in Libia ed in Siria, ha reso il problema di difficile gestione e i governi che si sono succeduti hanno intrapreso strade sempre più restrittive, sia per quanto riguarda il soccorso, sia per quanto riguarda l’accoglienza, il riconoscimento dello status di rifugiato e di aiuto umanitario. Le politiche migratorie, per motivi di consenso, inculcando la paura del diverso, hanno contribuito a generare un clima di razzismo e di odio che si somma ai gravi problemi provocati dalla crisi economica che ha acuito le diseguaglianze.

Noi pensiamo che il fenomeno migratorio vada gestito con la conoscenza e l’interazione poiché il migrante non è una categoria astratta ma una persona con una storia e una vita, che non ha bisogno solo di pratiche burocratiche (che pure sono fondamentali) ma di empatia e di un progetto di vita.

Le varie realtà che si sono incontrate oggi, pur nella loro diversità, culturale, politica e religiosa, hanno convenuto che occorre far fronte con la solidarietà alle esigenze immediate di chi si trova in una situazione di fragilità e di bisogno ma, nello stesso tempo, adoperasi fortemente affinchè le politiche disumane che sono state attuate vengano al più presto superate, poiché, oltre ad aver inciso sull’accoglienza e sulla vita dei migranti, hanno tolto lavoro anche ai cittadini italiani che operavano nei centri di accoglienza. Senza contare che le più alte istituzioni locali possono decidere senza appello azioni contro chi solidarizza e sostiene le lotte per una convivenza umana e civile.

Sappiamo che esistono forze buone che rappresentano la parte migliore del Paese e che fino ad ora hanno giocato “in difesa”. Pensiamo sia ora di attaccare.
Non lasciamo cadere questi bagliori di una comunità migliore, proviamo a creare e a far camminare questa rete per cominciare a reagire insieme a questo clima d’intolleranza violenza ed odio.
Proprio per continuare questo percorso, ci siamo dati appuntamento sabato 25 gennaio alle ore 16,00 presso Grid in Corso della Repubblica n. 48 Frosinone
Frosinone 18/01/2020
Comunità Solidali Frosinone

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Incontro di beneficenza di 4 “Lions clubs” del Frusinate

LionsClubPresidenti4 minGrandissimo successo per l’incontro di beneficenza organizzato da quattro “Lions clubs” della provincia di Frosinone in favore della lotta al cancro infantile
Ben quattro Clubs della Zona 1A della Prima Circoscrizione del Distretto 108L del “Lions Club International” si sono ritrovati insieme, nei giorni scorsi per il tradizionale “scambio degli Auguri” per le Festività di Fine Anno e per dare seguito ad un’iniziativa già in atto relativa ad una raccolta fondi destinata alla lotta, in campo sanitario, ad una delle patologie più importanti degli ultimi anni che è quella del “cancro infantile”.

All’evento hanno preso parte i Soci e i tanti graditissimi Ospiti dei Clubs di “Arce Pontecorvo Ager Fregellanus”, “Frosinone Host Bellator Frusino”, “Frosinone Nova Civitas” e “Val di Comino” con i rispettivi Presidenti Giampiero Romano, Vincenzo Banfi, Caterina Bracaglia e Benedetta Nardone. Erano altresì presenti il Presidente della Zona 1A Silvio Turriziani e il Sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

La serata si è svolta in un clima di serenità, armonia ed amicizia ed è stata finalizzata alla concretizzazione di un’iniziativa benefica che rispecchia in maniera particolare lo spirito lionistico di attenzione e ausilio verso i più deboli, soprattutto nei confronti dei bambini meno fortunati.

Il risultato tangibile e molto importante di questa iniziativa, che ha superato ogni più rosea aspettativa, ha consentito di devolvere un cospicuo aiuto per l’assistenza e il conforto dei bambini “ospitati” dal Reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico “A. Gemelli” di Roma.

Tale aiuto, infatti, già inoltrato ai “realizzatori” Lions del “Progetto”, contribuirà alla costituzione di un Centro di Assistenza dell’Area di Radioterapia Oncologica del Dipartimento Diagnostica per Immagini, Radioterapia, Oncologia ed Ematologia, nel quale si realizza il connubio reale tra arte, tecnologia e assistenza finalizzata a “dare sollievo” ai piccoli pazienti oncologici che si trovano ad affrontare una delle fasi più difficili della loro vita.

La serata si è quindi conclusa con il tradizionale “Tocco della Campana” operato dal Presidente del Lions Club “Frosinone Nova Civitas” Caterina Bracaglia e con lo “scambio degli Auguri” da parte di tutti i partecipanti alla piacevole serata.

Club Marketing Communication Chairperson
Comm. Gen. Antonio Zaccini

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Ceccano, i Verdi chiedono incontro all'Ater

verdieuropei logo minFederazione dei Verdi Europei - Ceccano

Spett.Le ATER- al PRESIDENTE FROSINONE

Oggetto: Richiesta incontro

Il partito "Federazione dei Verdi Europei" di Ceccano Vi chiede un incontro per cono scere i tempi e gli interventi da effettuare nelle palazzine del quartiere "G.Di Vit t orio" .
Vorremmo conoscere a che punto sono e se sono stati finanziati gli interventi di risanamento causati dalla nevicata del 2012.
Gli interventi più urgenti individuati sono i seguenti:

1- Gronde divelte dalla neve;

2- Canne fumarie pericolanti degli ex impianti di riscaldamento; 3-Discendent i scollegati.
Da allora ci sono stati solo annunci che non hanno visto la luce.

I residenti sono stanchi di sollecitare gli uffici preposti per una soluzione dei problemi su cit at i, ricordando che le infiltrazioni di acqua negli appartamenti e nelle pareti esterne nel tempo potrebbero indebolire le strutture portanti.
Per quanto su esposto sollecitiamo a breve l'incontro su richiesto. Inviamo distinti saluti.
lnfo-3394631891 e-mail Ceccano, 11/11/2019

Il coordinamento
" Federazione dei Verdi Europei "
Ceccano

Leggi tutto...

Incontro UGL con Roberto Morassut e Claudio Durigon

ugl logoContrattazione, Welfare, Economia circolare, CCNL
Convegno dell’Ugl chimici con il sottosegretario Roberto Morassut e l’onorevole Claudio Durigon

Contrattazione, welfare, economia circolare, rappresentanza e ruolo del CCNL. Sono stati questi i temi al centro del convegno organizzato dall'Ugl Chimici a Palazzo Montemartini a Roma. Ad intervenire, durante i lavori moderati dal giornalista La7 Andrea Pancani, relatori d'eccezione a partire dall'on. Roberto Morassut, sottosegretario all'Ambiente, che ha parlato di economia circolare e delle scelte del Governo: “L’Italia è molto ben messa nell’economia circolare, del riciclo e trattamento rifiuti – ha spiegato Morassut – seppur con distribuzione non omogenea di impianti sul territorio. Il Governo sta lavorando sull’aspetto normativo sbloccando alcune autorizzazioni regionali e sta mettendo in campo, contemporaneamente, controlli che saranno rigorosi. Il secondo passaggio, prima dell’estate prossimo, è il recepimento delle quattro direttive sull’economia circolare che daranno ulteriore forza al sistema. Poi c’è il tema delle tasse: in questa manovra è stata fatta la scelta di non aumentare l’Iva, cosa non scontata, la rimodulazione sulla tassa della plastica va a vantaggio di chi investe sul green. Si rafforzano le iniziative di ecobonus, abbiamo in corso in Parlamento la discussione il decreto legge sul clima con incentivi sul trasporto elettrico e abbiamo approvato il salva-mare. Il governo vuole riconvertire le tendenze generali, reindirizzando il corso delle imprese e degli investimenti, per questo però occorre una grande concertazione”. Il senatore Claudio Durigon, membro della XI Commissione Lavoro, ha relazionato sul tema della rappresentanza e ruolo del CCNL: “Il fondo TRIS è lo strumento che ho cercato durante la mia esperienza da sottosegretario di imporre perché basilare per il welfare, unico mezzo per aumentare gli stipendi. Ho però trovato barriere politiche che, ad oggi, lo hanno impedito. L’attuale Governo però avrà vita breve e torneremo presto a lavorare su questo progetto. Il salario minimo non ha consistenza per la realtà lavorativa italiana, spese in più inutili per lo stato, l’attuale Ministro del Lavoro sta facendo danni devastanti”.

Tra gli ospiti anche Paolo Cuneo di Federchimica: “Il nostro è un settore che offre retribuzioni oltre la media a lavoratori molto qualificati che aumentano la competitività del paese. Abbiamo definito nel CCNL uno strumento per accompagnare i lavoratori alla pensione ma aspettiamo che venga finalmente certificato". Apprezzati anche gli interventi dei rappresentanti di Farmindustria, Adapt, così come quelli di Enel, Eni, Cisco che hanno parlato di economia circolare, sostenibile, amica dell’ambiente e Sante Palladinelli (UGL) che ha illustrato le caratteristiche dello smart working.

Ad aprire il convegno l’ideatore dello stesso, il Segretario Generale dell'Ugl Chimici Luigi Ulgiati: "Abbiamo bisogno di uno sviluppo economico sostenibile – ha detto – che consideri certamente la redditività e il profitto, ma in armonia con il progresso sociale e la salvaguardia dell'ambiente. Dobbiamo riposizionarci su un nuovo modello economico, fondato sulla sostenibilità sociale, dell’ambiente e dell’impresa, dove una serie di obiettivi devono impegnare tutta la società. E’ stato un convegno importante che ha trattato temi di stretta attualità, attraverso il quale abbiamo voluto dare il nostro contributo alla loro diffusione”.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Ceccano. L’incontro tra le forze del centrosinistra

ceccano palazzo antonelli 350 253«A Ceccano sono molti gli esponenti delle forze del centrosinistra che hanno deciso di costruire insieme un nuovo programma amministrativo, con la partecipazione del più ampio numero di forze politiche, sociali e del mondo dell'associazionismo. In particolare, il 13 marzo 2019, si è tenuta una riunione del centrosinistra, che ha visto la partecipazione di esponenti locali del PD di Ceccano, dei Socialisti della sezione Pertini, delle liste civiche "Insieme per Ceccano" e “Progresso e libertà", oltre ad altre personalità rappresentanti varie sensibilità del centrosinistra ceccanese.

In vista delle amministrative del 2020, in campo ci sono già cinque liste ed è solo l’inizio di un lungo percorso. Non abbiamo pretese di autosufficienza e siamo aperti al dialogo con tutti i movimenti civici che hanno come riferimento il "bene comune" della Città di Ceccano.

L’incontro tra le forze del centrosinistra è stato proficuo e si è svolto in un clima di unità. Tutti siamo chiamati a contribuire a costruire una Città vivibile, inclusiva e solidale. La nuove sfide che si presentano possono essere affrontate solo con una programmazione volta a realizzare nuovi progetti validi e lungimiranti al fine di ottenere i finanziamenti che spettano ai Comuni.

L’unità e la consapevolezza del valore che ognuno ha per rilanciare il nostro territorio saranno le chiavi per tornare a ben amministrare la Città di Ceccano.»

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Incontro con Rossella Muroni

da R.Muroni 350 260L’incontro del 25 gennaio ’19 di S. Maria Fiume di Ceccano produce suoi primi effetti. Un dramma ambientale è un dramma sociale e civile: trascinato già per troppo tempo quello del SIN Valle del Sacco lo è in tutto e per tutto.Fare presto e bene nelle sedi competenti. Questo il messaggio che sembra averci lasciato il 25 gennaio. UNOeTRE.it che promosse l’iniziativa ha voluto incontrare la Deputata Rossella Muroni, prima firmataria della mozione presentata il 5 dicembre scorso in Parlamento.  Ieri 4 gennaio 2019 a Roma, in Piazza del Parlamento presso il gruppo parlamentare di LeU, a cui aderisce l’On. Rossella Muroni si è svolto l’incontro richiesto dal UNOeTRE.it per definire meglio le azioni da attivare.

Rossella Muroni ha ricevuto una ristretta delegazione della Redazione del giornale con Ignazio Mazzoli, Maria Giulia Cretaro, Angelino Loffredi e Valentino Bettinelli. All’incontro hanno partecipato anche la professoressa de La Sapienza Margherita Eufemi, Marco Maddalena (Segretario Regionale Sinistra Italiana) e Maurizio Proietto già Sindaco di Serrone.

E se le manifestazioni di preoccupazione poco posso fare per trovare una soluzione, è in ambito parlamentare che la svolta può arrivare. L’incontro, infatti, si è svolto all'insegna dell'ascolto e dello scambio reciproco di valutazioni e proposte, con il solo scopo di individuare modalità concrete e risposte tempestive. Non solo relativamente agli aspetti progettuali di medio e lungo periodo, ma anche alle emergenze che richiedono interventi rapidi e tempestivi, oggi. I numeri abnormi degli accumuli di rifiuti nelle discariche di Roccasecca e Colle Fagiolara, suonano ancora una volta come drammatici campanelli d'allarme

La deputata Rossella Muroni, prima firmataria della mozione che sollecita la bonifica e salvaguardia del SIN, ha dichiarato il suo impegno nel sollecito della discussione in aula della Mozione, cercando di riuscire ad ottenerla pe il mese di marzo ’19, si è resa disponibile a confrontarsi e a coordinarsi e con i 19 sindacida R.Muroni h260 min del SIN, oltreché l'impegno immediato a mettersi in contatto con le aziende del territorio. A questo si aggiunge, la volontà di intervenire verso la Regione Lazio confrontandosi direttamente con il Presidente Nicola Zingaretti. Sarà infatti fondamentale, portare avanti un lavoro sinergico tra istituzioni, associazioni, industrie e cittadini, intercettando nuove tecnologie produttive e di smaltimento.
Se la bonifica richiederà tempo, certo è che dei primi passi devono, però, essere mossi subito, per non delegare tutto al futuro lasciando macerare il dramma nel tritacarne delle prossime campagne elettorali come purtroppo è stato fino ad ora.

UNOeTRE.it si è impegnato a svolgere compiutamente la sua parte nell’informare di tutte le future iniziative e a collaborare con gli altri organi di stampa che vorranno sostenere queste nuove iniziative della lotta per la difesa dell’ambiente.

La Redazione di UNOeTRE.it, 5 gennaio 2019

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Incontro con Massimiliano Smeriglio al Museo Archeologico di Sezze

Smeriglio a Sazze 350 260 minComitato Sezze Benecomune - “Verso Pizza Grande”, La rigenerazione parte da qui.
Le diverse personalità che si sono confrontate durante il dibattito politico che si è svolto nel pomeriggio di giovedì 20 settembre al museo archeologico di Sezze (LT), sono state mosse dalla volontà di iniziare un dialogo con spirito di condivisione, che potrebbe generare nuovi scenari politici.

I relatori presenti sono stati Carla Amici (sindaco di Roccagorga), Damiano Coletta (Sindaco di Latina), Simona D’Alessio, Gennaro Di Fazio, Rosa Giancola, Edvige Gioia, Carlo Pietrosanto, Emiliano Scinicariello. Ha concluso i lavori Massimiliano Smeriglio (Vicepresidente della Regione Lazio) e sono stati coordinati da Rita Palombi (Consigliere Comunale del Movimento civico di Sezze).

In questo delicato momento storico, stare “affacciati sulla riva del fiume” non rappresenta un atteggiamento responsabile e uno dei mali che ha generato muri tra le varie forze politiche, si chiama “pregiudizio”.

Le rappresentanze politiche hanno deluso le aspettative delle comunità, tanto da contribuire in maniera negativa all’affermazione di climi alimentati dall'odio, dal livore e dalla paura nei confronti di chi vive una condizione umana peggiore della nostra. Nel tempo che stiamo vivendo, caratterizzato da confronti/scontri sui social all'ordine del giorno, la politica va resa pragmatica nell'ottica di valorizzare i contenuti del confronto dialettico senza mai perdere di vista il rispetto delle regole civiche e il contatto con la realtà che ci circonda. I valori che accomunano e rendono collegiale una proposta politica, nascono dalla volontà di essere più inclusivi e sensibili alle esigenze del prossimo e per poter riflettere sugli scenari futuri che si vanno definendo è fondamentale ritrovare il senso comune della democrazia.

“Lo smarrimento generale potrebbe risolversi con una unità d’intenti sui temi e rigenerando la politica con le persone e il loro bagaglio di vita”, afferma Massimiliano Smeriglio nel suo discorso, “lasciando spazio alle nuove figure che si affacciano sul panorama politico e ripensando così ad una piazza che vede protagonista un movimento popolare.”

“Per essere incisivi, inoltre, si deve ripartire dalle scuole perché è in quel luogo che si formerà la società futura ed è in quei luoghi che è più sviluppato il processo d’integrazione affinché si possa affermare una società più inclusiva, plurale e progressista .”

Anche la nutrita e rappresentativa platea è stato un segno positivo per poter proseguire un cammino sicuramente lungo e articolato ma necessario per il superamento di questa crisi di valori umani.

Leggi tutto...

Penge: 'ora, subito l'incontro Di Berardino-Vertenza Frusinate'

  • Pubblicato in Partiti

liberiuguali 350 260di Sandra Penge - Possibile, Sinistra Italiana e tutte le forze territoriali che sostengono il gruppo parlamentare di Liberi e Uguali accolgono con profondo dispiacere la notizia della inammissibilità dell’emendamento presentato dalla senatrice De Petris per rifinanziare la mobilità straordinaria dei lavoratori di Vertenza Frusinate per l’anno 2019.

L’emendamento è stato infatti dichiarato inammissibile per mancanza di attinenza con il tema del decreto “Mille proroghe” in cui sarebbe stato inserito. Temevamo che accadesse, in quanto il decreto in esame era relativo a proroghe, appunto, di termini di atti legislativi; abbiamo tuttavia ritenuto che la situazione di emergenza in cui si trovano le centinaia di disoccupati della nostra provincia rendesse estremamente urgente l’approvazione di un provvedimento in loro favore e l’occasione del “Mille proroghe” era la prima che si potesse sfruttare. Per questi motivi – durante l’assemblea di Vertenza Frusinate del 30 luglio – avevamo chiesto alla deputata del M5S Segneri di propugnare presso i suoi colleghi senatori l’ammissibilità del provvedimento a firma De Petris.

Nella situazione attuale, invece, bisognerà aspettare la discussione della legge di bilancio, nella quale il governo dovrebbe cercare le risorse per rifinanziare tutte le aree di crisi complessa d’Italia, tra cui anche la nostra. Altri mesi di attesa e di incertezza per Vertenza Frusinate, insomma. Auspichiamo che in quella sede (e durante il futuro lavoro sulla eventuale Nona salvaguardia per gli esodati) tutti i parlamentari e tutti gli eletti del nostro territorio a tutti i livelli e di tutti i partiti collaborino fattivamente tra loro e con la nostra compagine per risolvere il problema di centinaia di famiglie che tra qualche mese non avranno alcuna fonte di reddito.

Nell’attesa che si possa risolvere questa vicenda su base nazionale con la collaborazione di tutti, lavoreremo affinché a livello regionale non si attendano con inerzia le decisioni nazionali e si operi da subito per reperire fondi e per chiederne l’eventuale sblocco al Ministero del Lavoro e Sviluppo Economico. A questo scopo, con la collaborazione del segretario di SI Marco Maddalena e della stessa senatrice De Petris, ci adopereremo per combinare al più presto, come promesso, un incontro con le forze sindacali, l’assessore Di Berardino e tutti coloro che, anche all’interno del consiglio regionale, sono interessati a contribuire alla risoluzione della questione.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Delusione e rabbia per l'incontro del 3 luglio

cartelli 4lug18 350 250 mindi Ignazio Mazzoli - I disoccupati di Vertenza Frusinate si sono dati appuntamento in Provincia come è diventata tradizione ormai. dal 2014, richiamati dal messaggio “VERTENZA FRUSINATE DISOCCUPATI UNITI COMUNICA CHE IL GIORNO 4 LUGLIO ORE 15 30 TERRA’ UN ASSEMBLEA NEL SALONE DELLA PROVINCIA … SI CHIEDE MASSIMA PARTECIPAZIONE CI AUGURIAMO CHE L’INCONTRO IN REGIONE IL 3 LUGLIO NON VENGA RINVIATO ANCORA …” postato sulla loro pagina FB dall’infaticabile Gino Rossi che scrive sempre in maiuscoletto.

Di che si tratta?

Il 28 febbraio scorso, alla vigilia del voto per il rinnovo del Consiglio Regionale e del Parlamento nazionale, alla Regione Lazio, si firma, fra sindacati (Cgil, Cisl, Uil e Ug)l e Giunta Regionale (che sta per scadere), un accordo quadro che riguarda i disoccupati e prevede altri 12 mesi di mobilità per chi l’ha persa e per chi la perderà nel 2018, stabilisce lo svolgimento di tirocini per individuare nuove occasioni di lavoro, e si definisce che i lavoratori over '60 saranno accompagnati fino al pensionamento svolgendo lavori di utilità sociale sulla base della richiesta dei Comuni e altri enti locali a carico del bilancio regionale. Le parti decidono di rivedersi per definire le modalità operative di questa importante decisione. Era soprattutto una promessa elettorale? Vediamo i fatti.
Dal 28 febbraio siamo arrivati al 3 luglio mentre venivano convocate e sconvocate le riunioni del 19, 22, 26 e 29 giugno. La riunione del 3 luglio si è svolta, anche in assenza dell’assessore al lavoro Di Bernardino.

In questi mesi, fra molto altro, Regione e sindacati avrebbero dovuto sollecitare e incontrare Sindaci e imprenditori sia per il piano dei tirocini che per i lavori socialmente utili di cui i Comuni del Frusinate hanno particolarmente bisogno e che non possono affrontare per i magri bilanci di cui dispongono. Una macchina complessa da far partire, per ora ferma, irresponsabilmente e che sarebbe dovuta partire nell'autunno 2017.
Ci sono, ora, mobilità scadute a marzo e i loro titolari non percepiscono reddito da quella data. Il rinnovo, a causa di tutto questo irresponsabile ritardo, è fermo. L’ultima data per presentare la richiesta di rinnovo era il 30 maggio. Lontanissimo, per chi non sa con che cosa vivere. Le domande di chi ha titolo sono state tutte presentate. L’esperienza del 2017 ha dimostrato che la procedura che porta alla riscossione non è affatto rapida: infatti ci vuole una determina della Regione che va inviata al Ministero perché rilasci l’autorizzazione definitiva. Niente di tutto questo è stato fatto. Cambiano gli assessori, ma inerzie, negligenze ed inefficienza restano sempre le stesse.

Il danno che producono i ritardiGino Rossi

Qui preme sottolineare quanto sia dannoso quanto accade non solo per il ritardo che si accumula nella erogazione della mobilità, ma perchè si perde la pur minima speranza di nuova occupazione. Infatti, c'è un legame importante fra determine che autorizzano la mobilità e partecipazione ai tirocini, dal momento che senza le determine non si può firmale il patto di lavoro per l’accesso ai tirocini. Chiaro? L’ANPAL, l’azienda nazionale per le politiche attive del lavoro ha collaborato tantissimo lo scorso anno con i disoccupati per creare questo legame fra politiche di sopravvivenza e quelle di re-inclusione. Ce lo siamo già scordato?
Non solo ritardi, ma quasi sicuramente anche errori che si ripetono a distanza solo di un anno. Abbiamo letto che il Def ha rifinanziato CIGS (Cassa integrazione speciale). Ottima cosa, ma quelli che votano si ricordano che in questa provincia è inutilizzabile perché qui non esistono aziende che la utilizza. Lo scorso anno fu necessario un emendamento (quello che porta il nome di Pilozzi). Quest'anno occorrerà ripeterlo o si sono ricordati di autorizzare insieme alla CIGS anche il rifinanziamento della mobilità? Su queste messe a punto che hanno già richiesto interventi bisogna rassicurare e correggere se già non è stato fatto.
Dalle voci raccolte ‘l’accordo raggiunto ieri in Regione sarebbe il classico topolino partorito dalla montagna. È vero che si tratta solo di un intervento per appena un terzo degli aventi diritto? Qualcuno risponda!
Il Decreto Di Maio per la Dignità fa ben sperare, recupero di diritti e certezze per ora negati. Ci auguriamo che diventino legge per tutti.
Queste misure sin qui descritte sono appena un sorso d’acqua per una piccola parte di senza lavoro, lo sanno bene gli animatori di Vertenza Frusinate. Eppure, ci vuole un estenuante lavoro di sollecitazione e di partecipazione altrimenti tutto sarebbe fermo. Enorme è il corpo di disoccupati in questa provincia. Siamo ancora al numero di 135.000? Cosa si è modificato? Creare condizioni per nuova occupazione larga e diffusa è il primo compito che le Istituzioni dovrebbero avere a cuore. I disoccupati del frusinate sono una forza indispensabile per uscire dal disagio sociale del frusinate.

La solidarietà non basta più

Molte donne e uomini da anni senza occupazione ci ripetono spesso “Non basta più la solidarietà”. Fino ad ora ci sono state solo le iniziative spontanee di chi non ha lavoro. Generose, ma chiaramente insufficienti, nonostante gli indubbi risultati strappati.
Tutti i senza lavoro giovani e vecchi sentono che oramai occorre un'iniziativa organizzata finalizzata, coordinata nazionalmente, di massa, attiva giorno per giorno, attenta a tutti i mutamenti e a tutte le esigenze. Qualcosa si muove. Il “decreto dignità” ieri sera ha superato l'esame del Consiglio dei ministri. Andrà letto con attenzione, sembra che vada nella direzione di ripristinare alcuni diritti del lavoro e dei lavoratori. Sarà "un primo passo in avanti"? Speriamo.
Se così sarà dovrebbe ripercuotersi sull’azione di tutte le istituzioni. Sperare, però, non basta.
Le attuali politiche economiche puntano a precarizzare tutto il mercato del lavoro. Questo richiede di attrezzarsi per fronteggiare e combattere disoccupazione e precarietà senza precedenti. Il primo pensiero va ai Sindacati che dovrebbero strutturarsi per questa terribile novità che va cronicizzandosi.
Non solo, anche le Istituzioni dovrebbero creare sedi e strumenti legislativi per fronteggiare questa emergenza.
Il ricordo degli anni più recenti produce tanti brutti pensieri. Disoccupati prima negati e poi minimizzati. Qui in provincia senza Vertenza Frusinate dal 2014, forse non si sarebbe arrivati ai primi timidi passi del 2016-2017. Nessun argine alla disoccupazione, rappresenta un vuoto senza precedenti del sindacalismo italiano. Qui in provincia, a parte un solo intervento della Cisl di Frosinone per estendere l'8ª salvaguardia agli ex Videocon, la conquista vera, come spesso ha ricordato Romeo Caruso, i disoccupati ciociari se la sono fatta da soli il 9 maggio 2017, quando ottennero, al Ministero del Lavoro, un accordo utile a tutti i disoccupati delle Aree di crisi complessa in Italia. Ciociari alla ribalta.

Nuovo quadro politico e quale iniziativa sindacale?Disocccupati_4lug18disoccupati

Anche oggi, questa assemblea del 5 suona … non bene. Vengono invitati i dirigenti sindacali a quella del 4 luglio convocata dai disoccupati e senza motivazione essi ne indicono una per il giorno dopo, il 5. Perché questo gesto poco garbato. Anziché tentare di recuperare tempo che loro, con la Regione, hanno perso, che fanno? Si preoccupano di dividere chi si è organizzato? Ma così non si risolve il problema che si è creato: un deficit di fiducia. I lavoratori hanno bisogno di un sindacato combattivo e il sindacato, tutto, ha bisogno di ogni lavoratore, con e senza lavoro.

Una domanda: ora come intendono regolarsi con questo governo giallo-verde (anzi giallo-nero)? Bisognerebbe che ci fosse tanta tanta iniziativa di massa.
Si può partire da un censimento serio dei disoccupati? Si può pensare ad una nuova fase di dialogo e di movimento che strutture, ad hoc create dal sindacato, abbiano intenzione di promuovere e guidare?
Sarebbe solo un’altra faccia della lotta per la piena occupazione. L’art 4 della Costituzione afferma: "La repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere secondo le proprie possibilità e la proprio scelta, una attività o una funzione che concorra al progresso materiale e spirituale della società." E’ troppo chiedere l’applicazione della Nostra Costituzione?
4 luglio ‘18

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici