fbpx
Menu
A+ A A-

Iscrizioni al liceo Pietrobono ancora in crescita

liceocontigentili 350 mindi Maria Scerrato - Iscrizioni scuola: liceo Pietrobono sempre in crescita.
In linea con il dato nazionale le iscrizioni al Liceo Pietrobono, che quest’anno ha raccolto la sfida di un nuovo indirizzo che va ad affiancare quelli storici.

L’ istituto di Alatri diventa così l’unico nella provincia ad offrire la proposta liceale più ampia del territorio. Il ventaglio comprendente il Liceo classico, lo Scientifico, il Linguistico e il Liceo delle scienze umane, si è infatti arricchito del corso di studi del Liceo delle Scienze Applicate, piuttosto gettonato dagli alunni che si sono scritti e che avranno la possibilità di optare per questo indirizzo fino al 20 febbraio.

Sorridono la dirigente prof.ssa Simona Scarsella e la prof.ssa Angela Flori responsabile dell’orientamento che con una dinamica equipe formata dai docenti hanno conseguito l’importante successo.
Sembrano infatti molto lontani gli anni di crisi del Liceo classico con lo spettro della sparizione dell’importante indirizzo di studi per la storia culturale della città ernica. Malgrado l’evidente crollo demografico gli studenti di terza media, provenienti da ben ampio bacino, continuano a preferire il Pietrobono.

Leggi tutto...

Il 17, Notte del Liceo Classico Pietrobono di Alatri

di Maria Scerrato - La bAlatri Liceo by night 350 minellezza del Classico. Chi segue la moda lo sa: una tendenza ha il sapore della novità ma è effimera e passeggera, dura una stagione o due. Il classico invece è intramontabile, adatto ad ogni circostanza e fa sempre la sua bella figura.

È così anche con gli studi: il Liceo Classico, nato quasi duecento anni fa e pur rimodellato dalle Riforme Gentili e Gelmini, a tutt’oggi mantiene intatto il suo fascino discreto, di successi ottenuti con l’impegno e l’approfondimento delle materie umanistiche i cui insegnamenti formano l’adolescente e non lo abbandonano per tutta la vita: un indubbio vantaggio rispetto ad un’istruzione tecnica e tecnologica che diventa rapidamente obsoleta nei cinque anni che concludono il corso di studi della scuola secondaria superiore.

Il Liceo Classico è un sentiero luminoso di bellezza, di conoscenza dell’uomo e di esplorazione del suo rapporto con il mondo. Educa ed affina il senso estetico e morale, sostiene lo sviluppo dell’identità culturale, in continuità con la tradizione, apre all’integrazione e all’interazione con le altre culture.
Per questo il 17 gennaio viene celebrato in tutta Italia nella Notte Nazionale del Liceo Classico.

Il Liceo Pietrobono di Alatri si svela, apre le porte del maestoso palazzo Conti-Gentili, della Biblioteca storica, dell’antico laboratorio di Fisica e ospita la cittadinanza e i ragazzi che vorranno iscriversi e le loro famiglie.
Il programma è nutrito è coinvolgente: si parte alle ore 18:30 con la performance dedicata ai classici greci del poeta, attore e regista teatrale Amedeo Di Sora, seguita dalle interpretazioni che alle ore 19:45 e ripetute alle ore 21:15 gli studenti del liceo classico del Pietrobono daranno del Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, di Eco e Narciso di Ovidio, di Lisistrata di Aristofane, dell’Alcesti di Euripide. Seguirà una visita guidata drammatizzata del palazzo, dal titolo Storytelling - Conti Gentili: una storia tutta di ri-vivere.

In evento itinerante MIT – Instagram stories : il mito ai tempi dei social si muoverà tra le postazioni fisse dedicate alla cucina e cosmesi dell’antica Roma, alle riflessioni sull’ambiente Eco et non ego, alla drammatizzazione del tè con il Bianconiglio di Alice nel paese delle meraviglie.

Nella prima parte del pomeriggio, sempre nel palazzo Conti-Gentili, a partire dalle 15.30 fino alle 18.30, per tutti gli alunni di scuola media interessati, si terranno i laboratori didattici di tutti gli altri indirizzi di studio della sede, ovvero Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico e Liceo Classico.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

La lotta alla droga entra a scuola nel Liceo di Ceccano

angelolange cocaina 350 260di Alessia Lambazzi - Ha avuto luogo sabato 7 novembre alle ore 9,15 presso il Liceo Scientifico di Ceccano l’evento di presentazione del libro “Vite in polvere, la droga ti fotte” organizzato dall’Associazione Famiglia Futura.
Angelo Langè, autore del libro e poliziotto in servizio alla narcotici di Milano, ha incontrato gli studenti per fare luce su un mondo oscuro certo, ma ormai sin troppo frequentato, mettendo in campo la sua esperienza professionale che lo vede scendere quotidianamente nelle strade del suo paese per combattere lo spaccio.
Langè ha trattato questioni oggetto di frequenti discussioni come la distinzione tra droghe pesanti e droghe leggere, informando i suoi ascoltatori dell’esistenza di una tabella nella quale sono elencate tutte le sostanze stupefacenti, annoverando tra queste la marijuana, oggetto di dispute sull’ancora scottante e irrisolta questione della legalizzazione. Ma ha sciolto anche i dubbi su situazioni meno chiare come la detenzione e lo spaccio e le conseguenti sanzioni amministrative e penali a cui si va incontro, dando al suo giovane pubblico un’unica certezza: non si può tenere droga senza risponderne in qualche modo.
Il poliziotto si è rivolto al suo pubblico di giovanissimi in modo schietto, dipingendo una realtà per niente edulcorata, visibile tra le altre cose attraverso alcune immagini tratte dal documentario “Cocaina” andato in onda su rai tre il 19 dicembre 2007, nel quale vengono mostrate alcune delle indagini eseguite da Angelo Langè e la sua squadra. Citato anche “Sbirri”, film con il quale lo “sbirro di strada” è approdato al cinema nel ruolo di se stesso insieme a Raoul Bova, giornalista che perde il figlio appena sedicenne a causa dell’ecstasy.
Tra domande e racconti di vita vissuta non sono certo mancate le sorprese, presente all’incontro Andrea Bullano, attore di cinema teatro e televisione, conosciuto al pubblico per aver recitato nella serie tv “Centovetrine” il quale si è rivolto in particolar modo ai giovani con un semplice consiglio “Vogliatevi bene”.

 

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...

Lara Giovannangelo: come insegno la storia

LaraGiovannangelodi Ignazio Mazzoli - Lara Giovannangelo è una giovane docente di storia e filosofia del Liceo Scientifico "Luigi Pietrobono" di Alatri.
unoetre.it l'ha conosciuta in occasione della celebrazione della Giornata delle memoria che si è svolta nel Liceo Conti Gentili di Alatri il 29 gennaio 2015.
Si è trattato di un evento davvero importante. Non solo ricordi attraverso i discorsi, ma una ricostruzione storica realizzata dagli studenti delle classi quinte del Liceo scientifico "Luigi Pietrobono" con appropriate ricerche di testi e filmati. Gli studenti hanno elaborato loro racconti e poesie lette anche con commento musicale di uno degli allievi. Ci è parso davvero unico, questo modo di rievocare, partecipare e comunicare valori.
La professoressa Lara Giovannangelo è stata la guida di questo lavoro e la regista della sua rappresentazione pubblica.
unoetre.it l'ha voluta intervistare perchè il suo impegno fosse da lei descritto apparendoci anche un modo intelligente di rapporto con i giovani per trasmettere efficacemente un insegnamento.

unoetre.it ha registrato in video l'evento (sarà disponibile nei prossimi giorni)

Il video dell'intervista

Leggi tutto...

I 50anni del Liceo Artistico

RitaMeledi Fausta L'Insognata Dumano - Oggi per gli studenti del liceo artistico e i prof è stata una giornata emozionante, che vale come tre mesi o forse più di lezioni, ascoltare nella sala del Nestor un pezzo della storia del liceo e contemporaneamente protagonisti nel presentare la loro attività, i progetti, le loro iniziative. All'appello hanno risposto artisti, intellettuali, ex prof che hanno fatto la storia del liceo. Totalmente assenti i ''politici''. Coinvolta emotivamente racconto la giornata con le emozioni dell'Insognata. La giornata è iniziata con un grande applauso ad Adriana, la collaboratrice scolastica, che per problemi di salute, quest'anno fa sentire fortemente la sua mancanza. E' lei la memoria storica del Liceo Artistico.
Un cinquantesimo, che ha visto già diversi appuntamenti, dalla mostra alla Villa comunale, all'iniziativa all'Amministrazione provinciale. Oggi il filo conduttore degli interventi è stato il ricordo dello scomparso preside Adolfo Loreti, un mito nella storia del liceo. Voci impegnate della città si sono alternate da Marcello Carlino a Loredana Rea , da Gianni Fontana a Rita Mele, che emozionatissima, con qualche lacrima ha conquistato tutta la platea. Una lezione di storia con grande passione, ha ripercorso le tappe salienti di una storia lontana per i giovanissimi. La famosa occupazione del 68, gli scontri con la destra, gli striscioni di pregio artistico.
Il Liceo Artistico era una scuola libertaria, con una didattica piuttosto avanzata, guardata con qualche sospetto e imbarazzo dall'opinione pubblica benpensante. Docenti impegnati che diedero vita al GRUPPO 5, l'arte entrò nelle fabbriche occupate. Mentre narra la storia collettiva di quegli anni, narra la passione di quel preside tanto amato, senti la sua forte emozione di donna innamorata, che parla di quel preside al presente, consapevole che chi segna con passione la vita resta sempre presente. Nell'ascoltarla sembrava che in un angolo nella sala ci fosse lui, che sarebbe intervenuto dopo i video delle nuove generazioni, a concludere la celebrazione. Un impegno da artista vitale a colorare questa grigia città è il saluto finale di Rita Mele.

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro.

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici