fbpx
Menu
A+ A A-

Frosinone, poker alla Carrarese e crescita a vista d’occhio

Mirko Gori in azione 350 mindi Tommaso Cappella* - E’ un Frosinone che cresce e convince quello visto all’opera domenica sera contro la Carrarese, formazione di serie C, nel terzo turno di Tim Cup. I giallazzurri, oltre ad aver sfatato il tabù che si portavano dietro in questa competizione, soprattutto dopo l’eliminazione nella passata stagione da parte del Sudtirol sul neutro di Benevento per la nota squalifica dello “Stirpe”, servono il poker all’undici di Baldini con una prestazione molto convincente e domenica prossima se la vedrà con il Monopoli che ha eliminato a sorpresa il Cosenza.

Tornando alla gara con i toscani il Frosinone parte subito forte e, dopo un’occasione capitata a Trotta, al 10' sblocca il match: Citro ruba palla a Ciancio al limite dell'area e serve Ciano il quale non sbaglia e porta in vantaggio i padroni di casa. Il match si mette in discesa per gli uomini di Nesta i quali a tratti danno prova di grande calcio. Il Frosinone ha in mano il pallino del gioco e dopo aver fallito un paio di occasioni, prima del riposo al 44' raddoppia con Paganini il quale batte a rete con il destro uno dei tanti cross di Beghetto. La ripresa inizia con il gol di Ariaudo al 3’. Batte una punizione Ciano dalla trequarti e colpo di testa vincente del centrale giallazzurro. Girandola di cambi da entrambe le parti che non cambia la sostanza, Frosinone padrone del campo e al 22’ Trotta impegna Forte il quale manda in angolo il pallone. Il poker è però nell'aria e arriva al 36’ quando Citro serve l'accorrente Tribuzzi il quale con il sinistro trafigge Forte e festeggia al meglio il suo esordio con la maglia del Frosinone.AlessandroNesta 350

Archiviata questa gara, in casa giallazzurra si pensa già alla prossima con il Monopoli con il fermo proposito di continuare il cammino nella rassegna tricolore. Ma l’obiettivo primario per il tecnico Nesta e la sua truppa è quello di arrivare al posticipo della prima di campionato lunedì 26 agosto in casa del neo promosso Pordenone nella migliore forma possibile. Quindi anche quella contro i pugliesi in Tim Cup dovrà servire per fare le prove generali in vista dell’esordio nel torneo cadetto.

Intanto in casa giallazzurra si sta completando l’organico a disposizione di Alessandro Nesta. Dopo le ultime partenze di Daniel Ciofani, accasatosi alla Cremonese, e di Raman Chibsah in Turchia, il direttore dell’area tecnica Ernesto Salvini, unitamente al neo ds Alessandro Frara, proprio in queste ultime ore, hanno ingaggiato Marcus Rohden, centrocampista svincolato dal Crotone, mentre dall’Atalanta arrivano l’altro centrocampista Nicolas Haas e il laterale sinistro Fabio Eguelfi. A questo punto manca solo un attaccante per completare la rosa. In pole position ci sono Alberto Paloschi della Spal, e Diego Falcielli del Bologna, entrambi già nel mirino del Frosinone nella passata stagione in serie A.

*giornalista volontario in pensione

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Politica, vacanze e occhio alle elezioni

daBerluaRenzi 350 260 mindi Elia Fiorillo - Elezioni siciliane, prova generale per le Politiche 2018. Vacanze non proprio di riposo per i leader politici nostrani. Le prossime elezioni siciliane hanno turbato il periodo ferragostano, ponendo loro una serie d’interrogativi di non facile soluzione. Certo, le alleanze locali, tenendo conto fino ad un certo punto delle “logiche” nazionali. Ma, soprattutto, il futuro non così lontano delle elezioni politiche. Perché quella è la tenzone da tener sempre a mente e provare a vincere in tutti i modi possibili. E le Regionali siciliane diventano, quindi, la prova generale delle prossime Politiche.

Nei primi posti dei “pensieri” dei capi partito non c’è la legge elettorale, “Germanellum” o “Tedeschellum” che si voglia appellare. Tutto è possibile in politica se ci sono le convenienze, ma pare che tutti - o quasi - si siano rassegnati al “proporzionale” che come si sa nella notte delle elezioni non dà un vincitore al cento per cento. Ma consente dopo, a mente fredda per così dire, di fare alleanze, anche al di là di quello che si è predicato in campagna elettorale. Bisognerà, allora, armonizzare i due “Consultellum” di Camera e Senato. Ovvero l’Italicum del 2015, per la Camera, e la legge Calderoli del 2005, per il Senato. Entrambe le norme finite sotto la lente della Corte Costituzionale che le ha dichiarate parzialmente incostituzionali.

C’è Silvio Berlusconi convinto che il vento di bonaccia finalmente ha ripreso a soffiare dalla sua parte. Da quella di Forza Italia come quando, ai tempi della “gioiosa macchina da guerra” di Achille Occhetto, delle elezioni del 1994, riuscì nell’impresa, appunto, di scassare il congegno occhettiano e diventare presidente del Consiglio. E’ vero che deve fare i conti con il Matteo padano e con la sorella-fratello d’Italia Giorgia, ma la carta vincente dell’ex Cav. è, dal suo punto di vista, la moderazione. L’Italia è la patria dei moderati. Le uscite estremiste di Salvini per Berlusconi non fanno che far spostare verso la sua area i tanti che non accettano l’estremismo politico. Le castrazioni chimiche, l’uscita dall’Europa e dall’euro, la non globalizzazione e via dicendo, sono posizioni salviniane esasperate e senza futuro.

In Sicilia però il presidente di Forza Italia apparentemente ha dovuto cedere al duo Meloni-Salvini. Il candidato a governatore sarà Nello Mussumeci, ex sottosegretario al Lavoro ed ex presidente della provincia di Catania. Suo vice dovrebbe essere Gaetano Armao, docente di diritto amministrativo ed ex assessore regionale della Sicilia. Sempre che quest’ultimo accetti l’ipotesi del ticket. Berlusconi proverà a spiegare ad Armao che l’operazione è strategica per i suoi disegni. Armao per lui è la “differenza” visibile tra la Lega e Fratelli d’Italia. E’ la cartina di tornasole per misurare gl’indici di gradimento del moderatismo forzista, anche per l’appuntamento elettorale più importante, quello delle Politiche del 2018. Certo che se il prof. “indignato” non dovesse accettare, sarebbe un bel pasticcio per FI ed il suo capo. Ma l’ex presidente del Consiglio non poteva fare diversamente. Andare per conto proprio, con il suo candidato, poteva significare la vittoria dei 5Stelle o del Pd. Troppo pericoloso soprattutto per i suoi progetti futuri.

Matteo Salvini, per il momento, incassa la vittoria. Ma anche lui pensa alle prossime Politiche. E’ convinto che la sua Lega, non più nordista, potrà competere e superare FI. Chi prenderà più voti andrà a comandare a Palazzo Chigi. E lui, il nuovissimo Matteo italico, scordatosi del secessionismo e della Padania, pensa di poter surclassare il vecchio Berlusca, appunto, con l’apporto del Sud. Zitta, zitta Giorgia Meloni sta a guardare: “Tra i due litiganti…”.

Anche Beppe Grillo pensa alla Sicilia, ma con molta delusione. E non per il tour che il candidato 5Stelle alla presidenza della Regione, Giancarlo Cancelleri, sta facendo insieme a Luigi Di Maio e ad Alessandro Di Battista. Ma per la pubblicità negativa che Roma, con Virginia Raggi, sta arrecando al MoVimento. Non può mollare donna Virginia, ma l’immagine ne soffre, con tutte le conseguenze elettorali immaginabili.

C’è poi il Pd. Non si è ancora trovato il cemento per legare, per lo meno in Sicilia, i democrat con i bersaniani e con il Campo progressista di Giuliano Pisapia. La pietra dello scandalo è Angelino Alfano. Leoluca Orlando ci ha provato a trovare un’intesa tra il Pd, i movimenti civici e Ap. Niente da fare per Mdp. Berlusconi e compagni sentitamente ringraziano.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

“Occhio ai fasci”

CarloFreccero 350 260CARLO FRECCERO, AUTORE TELEVISIVO, CONSIGLIERE DELLA RAI

«Il Governo vuole oggi “rottamare” la Costituzione. Ma il fatto che non esistano più nel panorama politico parlamentare partiti che possano definirsi ideologici, non significa che la nostra libertà non corra dei rischi. Il fascismo storico è morto. Ma quando Mussolini prese il potere, azzerò i partiti e sostituì i sindacati con le corporazioni, lo fece invocando gli stessi concetti di efficientismo e pragmatismo che autorizzano oggi il fronte del Sì a richiedere il disarmo della nostra Costituzione. Oggi non si tratta più di combattere il fascismo storico, ma lo strapotere delle multinazionali, il TTIP, la militarizzazione che ci ha fatto superare, il divieto esplicito nella nostra Costituzione, a fare la guerra. Oggi più che mai le minoranze parlamentari devono avere diritto di parola». (da ilfattoquotidiano.it)

 

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici