fbpx
Menu
A+ A A-

Trampolino elastico, Rachele Compagnone punta all’Europeo

RacheleCompagnone 350 mindi Tommaso Cappella, Ufficio stampa - Prima volta per una ginnasta ciociara in nazionale. E’ toccato infatti a Rachele Compagnone, allenata dal Tiziana Cerroni, dell’Acrobatyc Sport di Ceccano, partecipare dal 31 gennaio al 2 febbraio scorsi, al collegiale che si è tenuto a Fano, presso la palestra dell’Asd Alma Juventus, in vista degli Europei Juniores di Trampolino Elastico che si terranno nel mese di maggio in Svezia. Insieme a Rachele Compagnone hanno fatto patte della comitiva azzurra anche Silvia Coluzzi della Busen Nettuno, Giorgia Giampieri della Ginnastica Chiaravalle, Costanza Michelini delll’Alma Juventus Fano, Chiara Cecchi dell’Etruria, Isabella Murgio della Milano 2000, Sima Papone della Riviera dei Fiori e Sofia Pellissier della Bentegodi Verona. In campo maschile hanno risposto alla chiamata invece Dario Aloi, Samuele Patisso Colonna e Andrea Radaelli della Milano 2000, Flavio Cannone del G.S.Esercito Italiano, Marco Lavino della Ginnastica Brindisi e Marco Tonelli dell’Alma Juventus Fano. Tutti gli atleti sono stati seguiti dai responsabili Matteo Martinelli, Luigi Meda e dalla stessa Tiziana Cerroni.

Proprio quest’ultima, attraverso il proprio profilo Facebook, ha voluto rivolgere un grosso in bocca al lupo e un incoraggiamento alla sua Rachele: “Hai lavorato tanto e duramente, sempre a testa bassa come ti ho insegnato – si legge - anche quando il tuo percorso sembrava avere una battuta di arresto dopo l'infortunio. Per la prima volta, nella storia della nostra Provincia, nessun atleta della Federazione Ginnastica fino ad oggi, era arrivato alla convocazione per la selezione di un Europeo in maglia azzurra. Adesso bisogna lavorare tantissimo per arrivare alla mèta mantenendo i piedi per terra. Io, Jacopo, Riccardo, Loredana e la società tutta ti sosterremo in questa avventura. Il grande sforzo che ci accingiamo a intraprendere con una nuova palestra e nuove attrezzature, che permettano a te e ai tuoi compagni di allenarvi per l'alto livello, non è più un sogno ma una realtà. Abbiamo contato sempre sulle nostre forze. Non dimentichiamo chi ci ha sostenuto sempre a Ceccano ma l'esigenza di un nuovo impianto porterà necessariamente alcuni cambiamenti. Forza e coraggio”.

 

Leggi tutto...

"Felice di essere in una squadra che punta in alto e già vince in solidarietà”

MamadouìSeko 350 minTommaso Cappella, Ufficio stampa Ceccano calcio 1920 - CALCIO PROMOZIONE / Intervista al giovane di lega Sekou Mamado, tra i migliori in campo nelle prime due giornate di campionato disputate dal Ceccano.

CECCANO – Nel giorno dell’esordio casalingo del Ceccano nel campionato di Promozione, coinciso con un pareggio 2-2 nel derby con il Monte San Giovanni Campano grazie alle reti di Bignani e Alessio Carlini, sono da rimarcare ed evidenziare due aspetti che hanno destato interesse e ammirazione sia tra gli addetti ai lavori che nella tifoseria rossoblù: la prova maiuscola del “colored” Sekou Mamadou e il rinnovato protocollo benefico da parte della società presieduta da Thomas Iannotta con l’associazione “Altre…Menti” alla quale, dall’anno scorso, viene devoluto il 40% degli incassi. Proprio per questo Marco Massa, presidente dell’associazione, ha voluto ringraziare il Ceccano Calcio 1920 per il rinnovato connubio tra le due realtà: “Vorrei ringraziare il Ceccano Calcio 1920, in particolare il presidente Thomas Iannotta e il direttore generale Sergio Milo - si limita a dire Marco Massa – per aver rinnovato il protocollo d’intesa con la nostra associazione. Naturalmente il ringraziamento va anche agli sponsor e ai tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento, oltre a quelli che acquisteranno ogni domenica il biglietto d’ingresso allo stadio. Un contributo che continuerà ad essere utile nel prosieguo delle attività ludiche e di integrazione rivolte ai nostri ragazzi”.

Tornando alla prova di Sekou Mamadou contro il Monte San Giovanni Campano, il giovane di lega classe 2000 è felice per la sua prova e per il calore e gli attestati di stima che sta ricevendo in questo momento. “In effetti sono molto contento delle due prove sin qui fornite - esordisce l’attaccante rossoblù – Domenica ho fornito l’assist per il gol di Bignani e, per ben due volte, sono andato vicino al gol. Pazienza sarà per un’altra volta, l’importante è che vinca la squadra, anche se ci siamo andati vicini. Ma soprattutto sono felicissimo per gli attestati di stima che sto ricevendo in questi giorni, soprattutto dai piccoli tifosi rossoblù. Ho trovato un ambiente splendido dove mi trovo a mio agio”.

Nato in Gambia, e più precisamente a Salikenie, il primo gennaio del 2000, è arrivato in Italia nel 2018 e, dopo tre mesi al Cassino, è finito nel Sora in Eccellenza ed ora al Ceccano. “Debbo ringraziare Gianluigi Del Vescovo, titolare della Pizzeria “Penelope” di Frosinone dove lavoro, per avermi segnalato alla dirigenza rossoblù, in particolare al direttore sportivo Livio Pizzuti. Ho accetto con entusiasmo di venire qui, anche se sono sceso di categoria. Voglio ripartire dalla Promozione per contribuire a portare più in alto possibile il Ceccano e magari emulare il mio connazionale Barrow, anche se il mio idolo è Ronaldo”.

Un giudizio sui tuoi compagni, staff, società e, soprattutto tifoseria? “Come ho già detto sono capitato in un ambiente splendido, composto da giocatori magnifici, uno staff tecnico molto professionale e una società come poche e che non ti fa mancare proprio nulla. Ma soprattutto sono rimasto favorevolmente impressionato dall’affetto che mi hanno riservato i tifosi rossoblù, Voglio promettere massimo impegno e tanto lavoro per regalare loro le soddisfazioni che meritano e magari raggiungere tutti insieme qualche obiettivo che ci siamo prefissati”.

Infine ci tiene ad esternare una considerazione sull’impegno sociale del Ceccano. “E’ raro trovare società che si dedicano al sociale – conclude Sekou Mamadou – Qui a Ceccano so che si sta aiutando un’associazione che si dedica ai ragazzi autistici. Anche questo aspetto rappresenta per me un onore nel difendere i colori rossoblù e nel regalare tante gioie a chi soffre e ha bisogno quindi di tutto il sostegno possibile”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici