fbpx
Menu
A+ A A-

Storia dell'obesità

corpo obesità 350 mindi Antonio Colasanti - "Obesità", il termine fu coniato dai nostri antenati latini. "Ob" significa: per, a causa di, "edere" significa mangiare.
Obesità è quindi lo stato anormale cui si arriva mangiando troppo. La sostanza del problema che la causa non è cambiata molto nei secoli.
L'obeso è colui che mangia troppo, basterà ridurre la razione di cibo e l'obeso tornerà normale.

Attenzione che un brusco taglio dei viveri non sempre raggiunge lo scopo ed alle volte lo raggiunge provocando conseguenze collaterali ancora piu gravi dell'obesità. Per aiutare a stabilire una misura si considera il sovrappeso quando si supera del 15% il peso normale. Il problema si trascina da migliaia di anni. Ippocrate di Coo o Cos, o Kos 500 prima di Cristo, padre della medicina denunciava l'obesità, "che abbrevia la vita".

Gli spartani consideravano l'obeso un carico negativo per la comunità, che non doveva mantenere chi non potesse rendere al meglio come soldato o lavoratore. La cura degli spartani era spietata, venivano eliminati gli esseri incapaci. Lo stato di salute veniva controllato dagli efori per tutti. Anche nel mondo romano l'obesità era un pericolo, infatti la "obesitas ventris" veniva giudicata negativamente.

Dante Alichieri assegnerà un posto particolare, terzo cerchio infernale, a coloro che hanno peccato di gola. Nel rinascimento il grasso viene beffato quasi per castigo. Leopardi nello "Zibaldone" scrive di essere convinto che in uno uomo obeso non si trova grande talento. Dionisio, il grande tiranno di Siracusa, è un' implacabile forza della natura fino a quando non inizia ad ingrassare. La galleria degli obesi storici è interminabile-
Filosofi: Socrate, Platone
Poeti: Orazio
Santi: S. Tommaso
Papi: Leone 10°, Giovanni 23°
Scienziati: Paracelso
Musicisti: Haendel, Bach, Rossini
Politici: Bismarck, Cavour, Churchill
Tutte immagini serene.
Il conto delle calorie è semplice. non dobbiamo consumare piu di quello che consumiamo, altrimenti mettiamo peso.

Ricordiamo che l'uomo è onnivoro, quindi dobbiamo mangiare tutto con moderazione.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Curare il proprio aspetto fisico

Ragazza 350 minIl seno.

Il seno destinato nella donna alla secrezione lattea è un attributo assai importante dell'estetica femminile. Un bel seno infatti valorizza la figura ed è universalmente ammirato.

Cure rassodanti

Achillea: in 400 grammi di acqua bollente infondere 30 grammi delle foglie,raffreddare 10 minuti bere 2 bicchierini al giorno e fare anche compresse sulla parte con l infuso freddo.

Finocchio: 200 grammi di acqua bollente portare in infusione 50 grammi di semi-lasciare raffreddare. Bere un bicchiere al mattino e applicare compresse fredde;

Galega: estratto secco in polvere, 1 cucchiaino mattino e sera nel latte miele o yogurt. Per uso locale impastare il decotto 50 grammi con argilla verde, fare applicazioni di mezz'ora una volta al di;

Sedano: in 100 grammi di alcool puro macerare per 3 giorni 40 grammi di foglie. Si usa per fare frizioni.
Attenzione: le compresse, le frizioni e le applicazioni devono sempre essere fatte a freddo.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Come alimentarsi per una buona salute

piattiunici 390 minDr. Antonio Colasanti - Pochi si rendono conto della stretta dipendenza della salute dal vitto.

Meno si mangia e meglio ci si nutre. E' un paradosso, ma pure ha un fondo di verita, infatti il grande segreto per mantenersi in salute e per risparmiare è
mangiare poco ed assimilare tutto.
Occorre in primis mantenere in efficenza l'apparato digerente. Solo cosi la macchina digestiva utilizza tutto senza sprecare nulla.
Quando lo stomaco e sovraccarico l'organismo non riesce ad utilizzare tutte le calorie dei cibi ingeriti portando la conseguenza che molte persone se mangiassero di meno si nutrirebbero di piu.

Uccide piu la gola che la spada.
Questo monito che rimonta i secoli conservando intatta la sua tragicita non deve interdersi riferito solo a coloro che muoiono per indigestione, colpo apoplettico post prandium, ma si intende che molte malattie discendono da alimentazione errata.
Ulcere, appendiciti, enterocolite, tutto il corteo dei disturbi intestinali: mal di fegato, nefriti, artritismo, uricemia, gotta, diabete, anemia, nevrastenia e cancro.

Ippocrate sosteneva che gli ammalati vanno curati - in primis et ante omnia- col bastone perché essi sono i responsabili dei loro mali.

Leggi tutto...

Quando conoscemmo il chinino

chinino 350 minDr. Antonio Colasanti - Un terremoto nel Perù precolombiano avrebbe fatto cadere alcune piante in un lago le cui acque acquistarono il potere di combattere una febbre ricorrente. La malaria.

Nel seicento i soldati spagnoli di stanza in sud America si curavano la malaria con una infusione di corteccia peruviana. Intanto il rimedio approda nel vecchio mondo sotto il nome di "polvere della contessa". Stando alla tradizione, la contessa Anna de Chincon, moglie del viceré spagnolo in Perù, lo avrebbe usato contro la malaria guarendo, per cui lo porto con sè in Europa.

Linneo, il grande botanico battezzò la pianta "cincona officinalis" in onore alla nobildonna.
Secondo la storia la contessa non ebbe la malaria e nemmeno tornò in Europa. Il rimedio si diffuse grazie alla sua efficacia. I gesuiti si occuparono attivamente del trasporto e distribuzione della china anche se ci furono nel mondo scientifico diffidenze.

A londra il fitoterapico venne avversato dalla classe medica perche la sua azione contrastava con la teoria degli umori ancora dominante ed inoltre il coinvolgimento dei gesuiti insospettiva molti. Per due secoli la polvere della contessa vivacchiò nei barattoli degli speziali e nelle bisacce dei ciarlatani, finche i suoi principi attivi furono estratti nell'ottocento da due chimici francesi.

Questo successo segnò l'inizio dell'uso razionale del chinino e la sconfitta di un male che fece strage di uomini, cioè la malaria.
Si pensi che l'omeopatia moderna inizia nel momento in cui il suo scopritore Samuel Haenemann beve acqua in un bicchiere dove erano rimaste tracce di chinino avendo gli stessi sintomi che provocava la malaria. Da lì intui che dosi infinitesimali di sostanza possono guarire la malattia stessa. Nacque, quindi l'omeopatia.

Leggi tutto...

Acidosi. Cos'è?

acidosi 350 260 minDr. Antonio Colasanti - Quando un individuo si nutre in modo eccessivo di cibi che lasciano nell'organismo abbondanza di acidi si ha uno stato che viene chiamato acidosi.
Esso non significa, come comunemente si crede, una condizione di acidità del sangue, perche tale condizione sarebbe incompatibile con la vita dovendo il sangue avere caratteristiche alcaline.

Il termine acidosi indica la presenza nel sangue di una certa quantità di acidi tossici che la normale alcalinità del sangue non basta a neutralizzare. Perciò non si tratta di acidita del sangue, ma di una eccessiva diminuzione della sua risereva di alcalinità. L'acidosi può derivare anche da cause diverse dalla nutrizione inadatta, come nel diabete, disturbi renali, avvelenamenti, vomito ripetuto ecc.
Quando tuttavia il regime di alimentazione è troppo acido perche gli alimenti contengono in eccesso elementi generatori di acidi quali fosforico, cloridrico e solforico le riserve alcalinine vengono ridotte perche si consuma per neutralizzare tale acidi.
In tal caso la parte di acidi non neutralizzati viene eliminata nelle urine nel sudore e nella secrezione acida dello stomaco.
Normalmente l'urina è leggermente acida, ma quando ci troviamo in acidosi diventa 1000 volte piu acida delle altre secrezioni del corpo.
I sintomi piu comuni legati all acidosi sono: senso di stanchezza e di debolezza, malessere generale,
nausea-vomiti, insonnia, cefalea, inappetenza parziale e totale. La bocca e la saliva diviengono acide con danno allo smalto dei denti. Lo stomaco inattivo ed acido, i muscoli doloranti e l'urina quanto il sudore fortemente acidi. Talvolta il sudore è talmente acido che intacca gli indumenti e muta il colore dei metalli, dei gioielli portati a contatto con la pelle.

Inoltre ipertensioni, apoplessia, malattie renali, tumori sono le conseguenze dell eccessivo uso di alimenti acidificanti.
Questo è il sunto di un lavoro datato 1941 del dott. August Thomen dove con estrema semplicità si capisce l'importanza del vivere alcalino che otteniamo facilmente con una alimentazione che bilancia gli alimenti acidi con quelli alcalini.
Inoltre si consideri che la vita e di conseguenza la prima forma vivente si sviluppa in concomitanza della formazione dell'ossigeno nell'universo.quindi le nostre cellule vivono in ambiente aerobico e quando viene a mancare tale condizione si sviluppano le cellule tumorali favorite anche dall ambiente acido.

Quindi acidosi metabolica associata ad un ambiente povero di ossigeno sono le componenti che sviluppano le neoplasie e tutte le malattie degenerative.
Questo concetto era chiaro da piu di cento anni, ma la ricerca si e spostata su farmaci che sono dei veri e propri veleni che solo occasionalmente sortiscono benefici.
La ricostruzione del terreno costituzionale inquinato e la via da seguire per avere speranze di guarigione è ossigenare ed alcalinizzare la matrice extracellulare.
Attività aerobica ed alimentazione alcalina con stimolazione delle difese immunitarie sono la chiave di volta.

Leggi tutto...

Espressioni del volto che parlano al medico

espressionivolto 350 minDr Antonio Colasanti - L'espressione del volto o facies richiama sempre l'attenzione del medico che deve rilevare la compostezza dei lineamenti propria dell'individuo non sofferente, cosi da trovare elementi utili per la diagnosi di natura e per il giudizio sulla gravita di molte malattie.
Una descrizione schematica puo discernere alcuni tipi di stati morbosi che andiamo ad analizzare

1 - Facies acromegalica:
allungata con sporgenza delle ossa frontali enorme ingrandimento della mascella con protuberanza del mento. Causa disfunzioni ipofisaria con iperproduzione del gh ormone delle crescita;

2 - Facies addominale:
espressione di grande angoscia-lineamenti contratti, occhi lucenti ed infossati, alone livido, fronte aggrottata. Si osserva nei casi di violenti dolori addominali e di peritonite;

3 - Facies adenoidea:
Espressione di ebetudine, occhi spenti, naso sottile e stretto, bocca semiaperta scoperti i denti incisivi - si osserva nelle vegetazioni adenoidi naso-faringee;

4 - Facies basedowiana:
occhi sporgenti, lucenti, retrazione tonica palpebrale, sguardo rigido, fisso, espressione tra ansioso tragico-mordo tiroideo di basedow;

5 - Facies colerica::
occhiaie infossate, tempie e guance incavate. Tipico del colera;

6 - Facies ippocratica:
immobilità dei lineamenti, sguardo fisso e vago. Occhiaie incavate, tempie depresse, fronte arida coperta di sudore, tinta del volto verdastra. Si osserva negli stati adinamici e nel periodo dell'agonia;

7 - Facies miopatica:
immobilità della maschera facciale, scomparsa rughe, bocca semiaperta. Si osserva nella miopatia;

8 - Facies mixedematosa:
palpebre gonfie, labbra gonfie, cute pallida cerea, espressione stupita. Si osserva nel mixedema;

9 - Facies nefritica:
palpebre gonfie, naso umido, guance gonfie, cute pallida, poca mobilità dei lineamenti. Si osserva nelle nefriti croniche;

10 - Facies ovarica:
emaciazione generale, tinta terrea, fronte con rughe, labbra assotigliate, naso sporgente. Si osserva nelle donne con cisti ovariche;

11 - Facies parkinsoniana o marmorea:
inespressiva, atteggiata a tristezza e terrore occhi sbarrati, atoni. Si osserva nel morbo di parkinson;

12 - Facies sardonica o cinica:
fronte corrugata, bocca contorta, atteggiamento del riso ,contrazione muscoli canini. Si osserva nel tetano da cui facies tetanica;

13 - Facies senile:
lineamenti angolosi, rozzi, massicci, pelle grinzosa, inelastica color cera, vecchia, capelli canuti, secchi, fronte bassa, cranio piccolo. E' propria della sindrome di senilita precoce;

14 - Facies tisica:
emaciazione generale, occhiaie incavate ed alone scuro, occhi lucenti guance infossate. Si osserva nella tisi polmonare;

15 - Facies vultuosa:
tumida, arrossita, guance rosse, occhi sporgenti, iniettati di sangue. Si osserva nei pletorici ed alcolizzati;

16 - Facies acida:
pelle secca, colorito pallido,, senzo di sofferenza occhi spenti. Tale facies si osserva nelle persone che non seguono dieta alcalina cioe abbondano in pietanze proteiche, tale dieta comporta fenomeni infiammatori che nel tempo portano a malattie degenerative-artrosi-fibromialgia-tumori.
Quindi la prima osservazione che il medico fa è guardare con attenzione il viso del paziente da cui si possono trarre utili osservazioni per eventuali patologie.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Rimedi diffusi e convinzioni

erbemedicinali 460 minDr Antonio Colasanti - Da sempre ci sono stati rimedi ed erbe curative per mente corpo e spirito.
La melissa scacciava la malinconia, e presso gli antichi greci si riteneva che l'origano guarisse la ferite. Era noto che le capre quando erano ferite brucavano istintivamente questa pianta.
Era necessario prestare attenzione poichè si diceva che le pozioni a base di origano bandissero dal cervello umano il senso comune e la lungimiranza. Per covincersene basta guardare le formiche che il solo odore dell'origano metteva in rotta.
Si riteneva che la salvia, erba sacra, secondo Dioscoride ed Ippocrate, rendesse le donne feconde.
Gli egiziani dopo una pestilenza che aveva dimezzato la popolazione non esitarono a far assumere la salvia alle loro donne, se necessario anche con la forza, affinchè una accresciuta fecondità compensasse rapidamente le perdite di vite umane inflitte dall epidemia.
Il mondo antico che confondeva spesso antidoti e rimedi attribuiva alle verdure proprietà particolari.
Grandi uomini come Pitagora, Catone e Cicerone le avevano studiate da vicino: il cavolo e la fava possedevano virtu semi magiche in grado di influire sul cervello.
Il primo secondo galeno preveniva l'ubriachezza a condizione di cingersi il capo con le sue foglie.
La fava era un legume molto popolare presso gli antichi romani, sopratutto tra i piu poveri presso il quale sostituiva la patata ancora da scoprire.
Pitagora affermava invece che essendo il legume composto dagli stessi elementi dell'uomo nulla si opponeva al fatto che diventasse per trasposizione la sede dell anima umana.
Quattrocento anni dopo Cicerone attaccava ancora questa sventurata fava accusandola di irritare l'intelletto, di turbare la tranquillita dell anima e di impedire la manifestazione dei sogni divinatori.
L'olivo al contrario catalizzava tutti i consensi, il decotto delle sue foglie garantiva vita lunga e tranquilla a coloro che ne bevevano mentre il suo olio serviva ad una molteplice varieta di us. Uno dei piu singolari è il commercio che ne facevano i gladiatori.
Questi atleti per mantenere elastici i muscoli si cospargevano abbondantemente di olio prima di inziare i loro esercizi. Concluso l'allenamento toglievano l'olio ed il sudore con dei raschietti e tale impiastro veniva venduto a caro prezzo a qualche farmacista che le trasformava il pillole e le vendeva a prezzi vertiginosi a coloro che pensavano di divenire forti come i gladiatori.
Certi gladiatori famosi vendevano tale preparato chiamato strigmenta ogni anno per 80.000 sesterzi, una somma pari a sei milioni di euro attuali.
Gli strigmenta soddisfava i capricci di una clientela ricca che sperava grazie a questa cura di allontanare vecchiaia e malattia.

Leggi tutto...

Senape, gustosa e anche salutare

senape 350 260Dr. Antonio Colasanti - La senape proviene da diverse piante della famiglia delle brassicacee, è un potente eccitatore delle ghiandole gastriche e puo rendere piacevole la digestione a chi l'avesse lenta.
L'irritazione prodotta dalla senape puo diffondersi ad altri apparati gastrici, ed anche il grande Ippocrate lasciò scritto che essa puo produrre difficoltà urinarie.
Fin dai tempi di Pitagora si credeva che essa aumentasse la memoria ed eccitasse l'allegria e questa tradizione antica fu ribattezzata da Andy Murrey il quale ribadi alla senape questa virtù.
Clemente 7° era ghiottissimo di questo granello pizzicante e ricompensava spendidamente chi gli ne acconciava la miglior salsa per cui era una gara di molti per essere il mostardiere di sua santità.
Il piu moderno titolo di gloria di cui possa vantarsi la senape e quello di essere stato uno degli elementi principali dell'insalata di Rossini.
Il cigno di Pesaro in una sua lettera alla cugina Angelica ci dava questa preziosa ricetta gastronomica:
olio di provenza, senape inglese, aceto francese, un po di sugo di limone, pepe, sale e mescolate il tutto aggiunugendo origano e rosmarino.
Il cardinale segretario premio la ricetta con una apostolica benedizione.
La salsa di senape si prepara in vari modi. Si fa macerare il grano di senape nell'aceto, dopo 24 ore si macina, vi si aggiungono aromi diversi: limone, dragoncello, origano.
I nomi moutarde, mustard, mostarda derivano dalle parole latine "mustum ardens" perche un tempo si fabbricava la salsa di senape colla farina del seme ed il mosto d uva.
La mostarda e gloria di Romagna e Lombardia.
La senape è una brassicacea dal celtico brasi-cavolo e come tutte le altre verdure: cavolo, broccolo, broccoletti, rucola è un alimento dalle proprieta antitumorali in quanto il suo principio attivo sulforafano o indolo-5 carbinolo ci proteggono da tale patologia.
Quindi ben facevano i nostri nonni che facevano incetta di broccoli e broccoletti in quanto oltre ad essere buoni sono estremamente salutari.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

La mano, un organo straordinario

lemani 350 minDr. Antonio Colasanti - La mano ha affascinato fin dagli albori della storia. Testimonianze dello studio sulla mano risalgono a piu di 5000 anni fa.
La medicina cinese studiava la forma, le linee ed il colore fin dal 3000 a.c con una scienza dal nome siang cheo. In india lo studio della mano era una parte di scienza che prediceva la natura umana ed il destino dell uomo esaminando fronte, viso, mani, petto e piedi.
I caldei tibetani, sumeri e babilonesi studiarono la mano come pure egiziani e persiani.
Nel medio oriente oggi la lettura della mano è un attivita considerata e rispettata.
I greci erano studiosi della simbologia della mano e il termine chirosofia ("χειρο sophia", composto da "χείρ ", "mano" e "sophia" scienza), aristotile scrisse numerosi trattati sullo studio della mano compreso un testo scritto appositamente per Alessandro il Grande.
Scrisse: le linee non sono scritte sulla mano senza alcun motivo, derivano dall influenze divine e dall individualità propria di ogni uomo. Anche Ippocrate e Galeno furono grandi studiosi di chirosofia medica come pure di chiromanzia, l'arte di predirre il futuro dalle linee della mano.
Quando la gente va a farsi leggere la mano desidera sapere quanto vivrà, quanto danaro avrà, quando si sposera e quanti figli avrà.
Nei secoli infatti l'occupazione primaria dei lettori della mano è consistita nel predire la buona sorte e la curiosità.
All eta di 12 anni le nostre mani imparano ad esprimere e comunicare sentimenti di gioia, rabbia, dolore, sorpresa, affetto.
Le mani rilevano il cambiamento degli stati di salute nella stabilita emotiva, dal momento che le linee della mano possono cambiare cosi cambiano gli stati d animo.
Da piccoli tocchiamo tutto quello che ci capita nell'urgenza di percepire e sperimentare. Le mani sono lo strumento piu indicato.
L'atto di toccare e essenziale nello stabilire relazioni primarie, da bambini le nostre mani si aggrappano alla madre alla ricerca di sostegno calore e sicurezza. Una semplice stretta di mano puo fornire una gran quantita di dati sul nostro interlocutore se persona calda, paurosa, ostile, forte, amichevole, il tutto in una frazione di secondo.
E, siccome le mani esprimono il nostro cuore, possono dare aiuto protezione tranquillita affetto.
Senza le mani le relazioni umane sarebbero limitate ed univoche.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Per dormire bene

sonno 350 260Dr. Antonio Colasanti - Il codice rituale giudaico 'datato i primi anni dell era cristiana prescriveva di volgere i letti da nord verso sud e vietava di porli in .direzione ovest-est-
Molti secoli dovevano trascorre prima che nel 1845 Reichenbach rilevasse come molte persone rilevavano un incredibile malessere allorquando giacciono coricati colla testa a levante ed i piedi a ponente e prima che nel 1865 Klarick attenuasse le penose odontalgie rivolgendo verso nord il gonfio volto dei sofferenti infermi e toccando il dente colpito con un polo sud di un asta magnetica.
Nell'800 Leprince additava gli influssi magnetici sugli elettroni cellulari del corpo umano. Le ragioni scientifiche del miglior sonno sono offerte dalla posizione nord-sud del letto ristoratore - ne deriva quindi un facile rimedio per tribolati insonni ove peraltro malgrado l'accorto orientamento del mobile notturno giusta l'oscillante ago della bussola persistessero immutati i disturbi onirici con un cucchiaino o una compressa di valeriana potranno procurare sonno confortevole.
Quindi attenzione alla disposizione del letto e ricordarsi di evitare letture serali, guardare troppo il televisore, spengnere i cellulari dopo le 20, fare pasti leggeri, evitare alcolici, fumo, caffe e non fare attivita fisica. Importante prima di dormire una buona tisana calda con biancospino, passiflora, tiglio ed un cucchiaio di miele concilia il riposo notturno.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici