fbpx
Menu
A+ A A-

Coppa Italia, Ceccano anche sfortunato si arrende al Ferentino

Padovani Moriconi 350 minTommaso Cappella-Ufficio Stampa Ceccano calcio 1920 - PROMOZIONE-COPPA ITALIA-32ESIMI ANDATA. CECCANO-FERENTINO 1-2.

CECCANO – Passa al “Popolla” al cospetto di un Ceccano anche sfortunato il Ferentino nella gara di andata dei 32esimi di Coppa Italia riservata alle squadre di Promozione. Continua quindi il periodo negativo dei rossoblù i quali stanno cercando di dare una svolta alla propria stagione, mentre gli amaranto mettono una seria ipoteca al passaggio del turno.

Nel primo tempo la gara è molto bella con soventi capovolgimenti di fronte, anche se gli ospiti fanno registrare una leggera supremazia territoriale. Al 5’ avanza Ferrazzoli che crossa in area e Moriconi anticipa tutti, ma Micheli su supera mandando in angolo. Risposta del Ceccano al 16’ quando Colafrancesco effettua un bel passaggio filtrante verso Mattone, gran tiro e questa volta è Noce a distendersi e mandare in angolo. Dopo la mezz’ora gli ospiti passano: dalla destra D’Arpino crossa rasoterra e dalla parte opposta irrompe Pazienza che insacca. Subito dopo occasionissima per il Ceccano con Alessio Carlini il quale, solo davanti a Noce, si fa respingere il tiro ravvicinato. Al 37’ azione personale di Pazienza, conclusione molto bella ma Micheli si supera ancora. Due minuti dopo il Ferentino raddoppia in modo anche fortunato con Piscopo il cui tiro cross si insacca dalla parte opposta alle spalle di Micheli. Poco prima del riposo è ancora Alessio Carlini ad impensierire Noce con un gran tiro respinto dal portiere ospite.

Anche sfortunato il Ceccano nel corso della ripresa, con il Ferentino che controlla e non si affaccia quasi mai dalle parti di Micheli. Al 21’ batte un angolo Andrea Carlini, stacco di testa di Mamadou con la sfera che arriva a Tiberia solo davanti a Noce, doppia carambola sui difensori amaranto che a fatica allontanano. Accorciano i ragazzi di Mirco Carlini al 27’ con Padovani dopo un batti e ribatti nell’area avversaria. A questo punto i rossoblù ci credono a pressano alla ricerca del pareggio, ma inutilmente perché il Ferentino ribatte colpo su colpo, e dopo dieci minuti di recupero, il direttore di gara mette fine alle ostilità. Il match di ritorno è in programma al Comunale di Ferentino mercoledì 30 ottobre con calcio d’inizio alle ore 14,30, mentre in campionato domenica prossima il Ceccano sarà di scena in casa del Real Cassino Colosseo e il Ferentino renderà visita all’Alatri per un derby alquanto sentito tra le due tifoserie.

CECCANO: Micheli, Mamadou, Pasin (23’ st Bignani), Padovani, Carlini E. (1’ st Cipriani), Tiberia, Pompili, Marcucci (33’ st Carlini L.), Colafrancesco, Mattone (1’ st Carlini An.), Carlini Al. (1’ st Tarquini).

A disposizione: Gilussi, Natalizi, Protani, Consalvo.

Allenatore: Carlini M.

FERENTINO: Noce, Cantagallo, Previterra (10’ st Grandi), Ciocchetti (43’ st Ciocconi), Cestra, Piscopo (30’ st Regoli), D’Arpino, Ferrazzoli (18’ st Villani), Moriconi, Pazienza (23’ st Caligiuri), Orsinetti.

A disposizione: Fiorini, Mariani, Costantini, Ambrifi.

Allenatore: Pippnburg.

Arbitro: Iudicone di Formia.

Marcatori: 33’ pt Pazienza, 39’ pt Piscopo, 27’ st Padovani.

Note: ammoniti Colafrancesco, Tiberia, Padovani, Tarquini, Cipriani, Mamadou, Ciocchetti, Piscopo, D’Arpino e Cestra; spettatori 200 circa; angoli 4-4; recupero: 1’ pt, 10’ st.

(foto Angelo Mattone)

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone anche sfortunato fermato dal Venezia

Ciano Maleh 350 mindi Tommaso Cappella* - Un Frosinone volenteroso e, nel finale, anche sfortunato, non va oltre il pareggio interno con il Venezia nella quarta giornata del campionato di serie B. I lagunari, reduci da due ko interni con Cremonese e Chievo, colgono quindi un ottimo punto esterno dopo il blitz a Trapani nella seconda giornata. Di contro i giallazzurri non riescono a fare valere la legge dello “Stirpe” e si portano a quota quattro in classifica con le prime posizioni che pertanto si allontanano. E chiaro che occorre una vera e propria scossa in un ambiente che ha bisogno di invertire la rotta. I giallazzurri si sono svegliati solo nel finale di gara, sfiorando anche il successo. Troppo poco per una squadra che punta in alto.

Il match contro il Venezia, sin dalle prime battute, vede il Frosinone in avanti. Al 9’ Trotta in area si libera molto bene e tira, respinta di Lezzerini, sulla ribattuta non arriva in tempo Ariaudo. Tre minuti dopo ancora Trotta si smarca bene in area ma questa volta tira alto. Scampati i due pericoli la squadra di Dionisi inizia a giocare dettando ritmi molto bassi e facendo molto possesso palla, mentre il Frosinone si affida alle ripartenze. Proprio in chiusura di tempo bel cross di Beghetto per la testa di Paganini ma la palla termina alta. Nella ripresa, dopo soli nove minuti i lagunari passano in vantaggio: cross di Maleh dalla sinistra sul secondo palo per Bocalon, che fa sponda e mette in mezzo per Capello il quale raccoglie l'invito e in acrobazia manda in rete. Reagisce il Frosinone anche se appare alquanto nervoso. Al 20’ però aggianta il pareggio. Cross perfetto di Beghetto dalla sinistra, Capuano stacca più in alto di tutti e insacca alle spalle di Lezzerini. A questo punto la squadra di Nesta ci crede e cerca la vittoria, ma è anche sfortunata in chiusura di match. Al 42' occasione per Citro, che entra in area e tira da posizione defilata, Lezzerini chiude lo specchio e respinge in angolo. Due minuti dopo ancora occasione per Citro che arriva con il collo del piede sinistro sul pallone servitogli da Ciano, ma indirizza il tiro sopra la traversa. E in pieno recupero Paganini, come accaduto contro l’Ascoli, avrebbe la possibilità di regalare la vittoria ai suoi e invece questa volta il pallone colpito di testa su cross di Ciano prende in pieno la traversa. Un Frosinone quindi che si sveglia troppo tardi e deve accontentarsi del pari.

Ora i giallazzurri, nel turno infrasettimanale, sono attesi dalla trasferta al “Curi” contro un Perugia che, in questo turno ha pareggiato 2-2 in extremis in casa dello Spezia e, quindi, in classifica si è portato al quarto posto. Da parte di Ciano e compagni ci si attende una inversione di rotta, sia per riscattare il mezzo passo falso tra le mura amiche con il Venezia sia per cogliere finalmente il primo successo esterno in attesa del mach interno di sabato prossimo con il Cosenza dell’ex Braglia. Previsto tanto turn over proprio per i tre incontri ravvicinati. E’ chiaro che, al di là di chi scenderà in campo, ci si attende un Frosinone che sappia essere all’altezza delle aspettative di chi ha sottoscritto quasi undici mila abbonamenti e dei tanti supporters sparsi in tutta la Ciociaria e non solo.

*Giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Frosinone anche sfortunato, il Toro vince di misura

CamilloCiano in azione 350 260 min di Tommaso Cappella* - Ancora una sconfitta, la sesta di fila, per il Frosinone che, nell'anticipo dell'ottava giornata di andata del campionato di serie A, cade anche allo Stadio Olimpico “Grande Torino” del capoluogo piemontese al cospetto dei granata che così si rilanciano in classifica. Al contrario la formazione dell'ex Moreno Longo resta in penultima posizione con un solo punto conquistato nella seconda giornata proprio sul neutro di Torino contro il Bologna. Un ko, detto francamente, che poteva essere evitato soprattutto per la bella reazione dopo il doppio svantaggio e che ha portato al momentaneo pareggio. Non è bastato nemmeno il rientro dal primo minuto di bomber Ciofani, anche se, rispetto al passato, più di qualche pericolo alla porta avversaria è stato portato. E ancora una volta il tecnico Longo è a rischio, nonostante si sia vista una certa crescita da parte della squadra.

Tornando alla gara con il Torino, sin dalle prime battute si capisce che sarà un'altra serata di sofferenza. Al 6' entra in area Belotti, gran destro in diagonale e palla che colpisce il palo alla destra di Sportiello. Insiste il Toro e al 20' trova la rete del vantaggio. Avanza al limite dell'area Rincon, gran tiro a fil di palo che sorprende l'estremo difensore giallazzurro. La prima azione degna di nota del Frosinone intorno alla mezz'ora. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina di Ciano, Goldaniga prova lo stacco di testa ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta difesa da Sirigu. Il Frosinone sembra più in partita e lotta. Al 45' avanza Zampano, cross verso Daniel Ciofani, stacco di testa ma non inquadra lo specchio della porta.

Nella ripresa, dopo soli due minuti, il Torino raddoppia. Ola Aina entra in area dal lato destro del campo e mette un pallone a rimorchio per Zaza. La sua conclusione viene respinta di piede da Sportiello ma Baselli è il più lesto ad insaccare. Ma il Frosinone non demorde. Al 13' accorcia con Goldaniga e al 21' trova il gol del pareggio grazie ad un magistrale colpo di testa di Camillo Ciano. Ma il Toro al 26', con un gran tiro da fuori area di Berenguer, si riporta in vantaggio. Il Frosinone non si scoraggia e per due volte Perica, subentrato a Ciofani, si divora il gol del pari. Finisce così 3-2 per il Torino, ma quanta sfortuna.

Ora il campionato osserverà un turno di riposo per il doppio impegno della Nazionale di Mancini, l'amichevole di mercoledì a Genova contro l'Ucrania e la gara in Polonia di domenica 14 ottobre valida per la terza giornata della Uefa Nations League. Alla ripresa il Frosinone riceverà all'ora di pranzo l'Empoli. E quello sarà un appuntamento fondamentale per i giallazzurri in funzione salvezza. Una gara da vincere assolutamente. Ci vorrà però massima concentrazione e determinazione. Ci si augura che il Frosinone giochi finalmente da squadra, come ha fatto vedere a sprazzi a Torino, e possa conquistare i tre punti che darebbero ossigeno e spina per andare avanti.

*giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici