fbpx
Menu
A+ A A-

Volley, alla Mosaic Olimpia Sora il titolo territoriale Under 14 femminile

Premiazioni Volleydonne febbraio20 350 minVolley

E’ andato alla Mosaic Olimpia Volley Sora il titolo di campione territoriale Under 14 femminile di volley. La final four si è svolta domenica scorsa presso il palazzetto dello sport di Alatri ed ha visto impegnate le ragazze delle società Mosaic Olimpia, Volley Sora, GLM Boville Volley Asd, Pallavolo Ceprano, Real Piedimonte Volley Club. Tutte le ragazze hanno vissuto con grande emozione la giornata di sport e di sana competizione. In palio c'era la qualificazione alla fase regionale, dove le due compagini che hanno disputato la finale vanno a rappresentare la Ciociaria. Come detto ad imporsi è stata la Mosaic Olimpia Volley Sora che ha superato in finale per 3-0 la GLM Boville Volley Asd.

La finalina per terzo e quarto posto si è disputata tra le squadre della Pallavolo Ceprano e del Real Piedimonte Volley Club e, ha visto vincenti le ragazze della Pallavolo Ceprano. Grande soddisfazione del comitato Fipav di Frosinone, in particolare la responsabile Luciana Mantua, che, avendo organizzato l'evento, ha riscontrato un'ampia affluenza di pubblico durante tutto l'arco della giornata.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

L'Under 16 maschile dell'Argos conquista la finale territoriale

Sora Under16M 350 260 mindi Roberta Velocci, Ufficio Stampa Settore Giovanile Argos Volley - I ragazzi di Giacchetti e Ottaviani superano l'Olimpia Sora.
Altra finale territoriale conquistata in casa Argos Volley. Dopo l'Under 14 femminile è la volta dell'Under 16 maschile che annientando in semifinale, sia all’andata che al ritorno, l'Olimpia Volley Sora, accede all'ultimo atto della kermesse. Ad attenderla al traguardo, la vincente dell’altra semifinale tra Victoria Volley e Pallavolo Olevano. Doppia vittoria e doppio 3-0 dunque per i ragazzi dei coach Giacchetti e Ottaviani ai danni dei cugini allenati da Anna Fabrizio. Nella giornata di giovedì 14 febbraio, infatti, le due formazioni si sono sfidate sul taraflex del PalaGlobo “Luca Polsinelli” di via Ruscitto per la gara di andata. I padroni di casa, in poco più di 40 minuti di gioco, sono riusciti ad archiviare la pratica con un netto 3-0 (25-12; 25-13; 25-19), frutto del gioco di squadra e della tenacia delle forze bianconere. E' cambiato poi il campo per la gara di ritorno, ma non la voglia di vincere. Così Di Gasparro e compagni, hanno battuto l'Olimpia Volley Sora nella palestra della scuola media “Giuseppe Rosati” con un altro imperioso 0-3 (21-25; 19-25; 16-55).

Qualche concessione di troppo, in questo caso per gli uomini di Giacchetti, ma non abbastanza. Il match fila liscio e senza intoppi, e le giovani leve possono esultare per la conquista della finale. “Il risultato delle due semifinali è dipeso dal fatto che, per la prima volta, nelle due partite, ho avuto tutti gli effettivi - spiega coach Giacchetti -. In tutto il campionato infatti, non c'è mai stata una gara in cui ho avuto la rosa al completo, comprese le due contro l'Olimpia. Ho un ottimo gruppo e sono straconvinto che possa fare molto bene. Sicuramente la finale ce la giocheremo alla grande, anche se non dovessimo partire da favoriti. I ragazzi hanno giocato molto molto bene la prima semifinale, un po’ meno la seconda, ma il divario tra le due squadre è tanto, e infatti la partita è stata facile, sia all'andata che al ritorno. Tutto nella norma, e ne è la dimostrazione il fatto che, giocare in quella palestra e vincere 3-0 è durissima per chiunque, soprattutto per ragazzini di 13-14 anni".

"Menzione particolare per il palleggiatore e capitano Di Gasparro che ha raggiunto un livello tecnico molto molto elevato per l'età che ha, considerando che ha sempre fatto il secondo di Cocco, giocando quindi pochissimo. Grande merito per questi risultati è anche di Piergiorgio Ciardi, che ha fatto due ottime gare, così come tutto il campionato. Altra prestazione degna di nota nella semifinale di ritorno è stata quella di Andrea Neroni, e non bisogna tralasciare Sili, che sta raggiungendo livelli impensabili a inizio stagione. Ha raggiunto una grande maturità ed è conscio dei propri mezzi e soprattutto del fatto che può migliorare tanto. E' molto autocritico, e quindi raramente soddisfatto per le sue prestazioni, ma questo lo agevola e lo rende un elemento su cui poter lavorare molto bene. Ora incrociamo le dita per la finale, noi ce la metteremo tutta”.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Volley. Under 14 femminile Globo Sora campione territoriale

Under 14 coppa 350 minRoberta Velocci* - Si archivia nel migliore dei modi la fase territoriale dell'Under 14 femminile. Le ragazze di coach Salvatore Pica, conquistano lo scettro di campionesse territoriali e quindi l'accesso di diritto alla fase regionale di categoria. Domenica a Supino, sede della Final Four, le quote rosa della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora hanno battuto prima l'Olimpia Volley nella gara valida per la semifinale, per poi annientare le coetanee della Pallavolo Olevano in finale. Nel primo match di giornata, quindi, Silani e compagne affrontano le cugine guidate da coach Pugliesi. Semifinale al cardiopalma, con le giovani dell'Argos che fanno e disfano. Qualche errore di troppo infatti, regala i primi due set all'Olimpia. Poi però, esce fuori la vera Globo, combattiva e tenace, e non ce n'è per nessuno, è 3-2 (23-25; 23-25; 25-17; 25-16; 15-10).

Partono subito bene le ragazze di marca Globo, portandosi avanti fino al 14-7. Poi qualche concessione di troppo, e le avversarie si rifanno sotto fino a pattarla. Testa a testa, ma Sora spreca ed è 0-1 (23-25).

Il secondo set si gioca sul filo dell'equilibrio. Le ragazze di Pica fanno e disfano la partita, così l'Olimpia ne approfitta, ed è 0-2 con lo stesso parziale (23-25). Nella terza frazione scendono invece in campo con il piglio giusto, limando le disattenzioni e concedendo ben poco. Così, un punto dopo l'altro, tra ace e attacchi a tutto braccio, è 1-2 (25-17).

Le ragazze della Globo affrontano il quarto tempo con grinta e, consapevoli delle loro qualità, si portano subito in vantaggio staccando le avversarie e sigillando il 2-2 (25-16).

Tutto più che facile poi nel tie break. Sora scappa subito, è 8-4 al cambio campo. Ci prova l'Olimpia a rifarsi sotto, ma nulla può contro le giovani bianconere che macinano punti e conquistano la finale con il risultato di 3-2 (15-10). Ad attendere le atlete della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora in finale ci sono le coetanee della Pallavolo Olevano, vincitrici della semifinale contro il GLM Volley. Per Silani e socie, tutto facile nella gara decisiva che portano a casa, in poco più di 40 minuti di gioco, con un netto 3-0 (25-14; 25-8; 25-15) salendo così sul gradino più alto del podio.

Nel primo set in gioco sono più agguerrite che mai. Qualche piccola concessione, ma niente di preoccupante, ed è subito 1-0 (25-14).

Al cambio campo la situazione non cambia, con la panchina bianconera che mischia le carte in tavola, ma Sora non regala alcunché ed è 2-0 (25-8). Le ragazze di coach Pica sono a un soffio dalla coppa, ma continuano a giocare la loro migliore pallavolo senza distrazioni. Ancora qualche cambio ma tutto fila liscio ed è 3-0 (25-15).

Queste le componenti della Globo Banca Popolare del Frusinte Sora: Arena Sofia, Certa Giorgia, Conte Giulia, De Vecchis Clarissa, Ferrera Letizia, Giona Valentina, Marconi Beatrice, Martino Giulia, Matera Silvia, Mulattieri Alessia, Silani Giulia (K). Allenatori: Salvatore Pica, Luca Vermiglio, Martina Cancelli. Dirigente Accompagnatore: Mario Pica.

*Ufficio Stampa Settore Giovanile Argos Volley

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Mobilità territoriale volontaria delle Poste vada all'attenzione del Mise

poste 350 260 minComunicato. Dipendenti di Poste italiane S.p.A. sul piede di guerra, gli accordi per sbloccare mobilità territoriale volontaria non soddisfano le richieste. La Senatrice Spilabotte raccoglie la protesta e coinvolge il Mise. «Il problema nasce dal fatto che questo tipo di mobilita è disciplinata da un apposito accordo collettivo - spiega Spilabotte - .

Il “meccanismo”, in teoria, è molto semplice: ogni anno i lavoratori che intendono cambiare sede di lavoro sono chiamati a presentare una domanda – da inoltrarsi per via telematica ed utilizzando l’intranet aziendale – nella quale devono indicare l’ambito provinciale entro cui anelano ad essere trasferiti.

Tutte le domande raccolte, vengono quindi esaminate ed “elaborate” (alla luce di una serie di criteri declinati in seno al predetto accordo collettivo) al fine di formare apposite graduatorie degli aspiranti trasferendi. In buona sostanza per ciascun ambito territoriale e per ciascun livello di inquadramento viene stilata una graduatoria.

Questo meccanismo si e' inceppato nello scorrere quelle graduatorie, che consentono di accordare il trasferimento agli aventi diritto. Sebbene in considerazione dell'accordo Poste Italiane sia obbligata a concedere il trasferimento in presenza di “caselle” scoperte nell’organigramma aziendale, il sistema si e' bloccato. Da qui una serie di trattative lunghe e ferraginose che ad oggi non hanno minimamente trovato l'accoglimento dei dipendenti in ragione della esiguita' del numero dei trasferimenti concessi, poche centinaia, a fronte di 1400 richieste. Ritengo si debba chiarire questa vicenda e rimuovere i blocchi. Pertanto porterò questa vertenza all'attenzione del Mise».

Leggi tutto...

Prima assemblea territoriale di Sinistra Italiana

  • Pubblicato in Partiti

Sinistra Italiana Logo Rosso Bianco 350 260da Sinistra Italiana - Domenica 5 febbraio presso il ristorante Memmina a Frosinone, si terrà la prima assemblea territoriale per l’elezione dei delegati al congresso costituente di Sinistra Italiana che si terrà a Rimini dal 17 al 19 Febbraio 2017. Sono invitati a partecipare tutti gli iscritti e i simpatizzanti. Abbiamo il compito di restituire una sinistra rinnovata al suo popolo, fuori da torsioni politiciste, con una grande discussione su quelle idee e quelle proposte che servono al paese per combattere la diseguaglianza, l’umiliazione del lavoro, lo sfruttamento irragionevole delle risorse naturali, la riduzione degli spazi di libertà. La nostra è una sinistra del riscatto e delle dignità.

3/2/2017

 

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Leggi tutto...

Laboratorio territoriale per i giovani NEET

NEET 350 260dall'Ufficio Stampa della CCIAA - Un laboratorio territoriale per i giovani Neet che hanno ultimato il corso di formazione on line e le imprese (disposte ad ospitare un tirocinio) delle province di Frosinone, Bologna, Reggio Emilia, Pordenone, Rieti, Cagliari, Nuoro, Oristano e Sassari.
La Camera di Commercio di Frosinone è naturalmente in prima fila e il 17 maggio verrà organizzato questo laboratorio.
Va detto che tra le province sopra citate, quella di Frosinone ha il numero più alto di adesioni tra i giovani (27), mentre le imprese interessate potrebbero arrivare a 21.
La Camera di Commercio ospiterà i giovani e le aziende e le sessioni formative si svolgeranno in videoconferenza. A livello logistico l’incontro sarà organizzato da Unioncamere, con il supporto dell’Istituto Tagliacarne.
Naturalmente, però, sarà la Camera di Commercio di Frosinone ad essere protagonista, in virtù anche e soprattutto dell’esperienza di Crescere in Digitale, che ha fatto registrare un successo straordinario. Ricordiamo che il progetto “Made in Italy: Eccellenze in Digitale” ha coinvolto più di 150 imprese nella provincia di Frosinone, in 18 appuntamenti sparsi sul territorio che hanno centrato l’obiettivo di trasmettere agli imprenditori le competenze digitali per migliorare la propria attività. Molte delle aziende presenti hanno avviato una strategia personalizzata con i due consulenti digitali sviluppando la propria attività online secondo le specifiche esigenze.
La Camera di Commercio di Frosinone ha creduto immediatamente nell’operazione, senza se e senza ma e la certificazione rilasciata, unitamente a Google e Unioncamere, ha rappresentato il raggiungimento di un grande traguardo.
Il presidente dell’ente camerale Marcello Pigliacelli (che introdurrà l’appuntamento del 17 maggio), dice: “La Camera di Commercio continua a stare in prima fila con progetti concreti che guardano ai giovani”.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo UNOeTRE.it

regime-attività

Leggi tutto...

Violenza donne: a Frosinone nasce prima rete territoriale

onebillionrising 350 260Dichiarazioni di Daniela Bianchi e di Fiorenza Taricone

BIANCHI (PD): Violenza donne: a Frosinone nasce prima rete territoriale. Firmato protocollo tra soggetti locali e Regione Lazio. Portati da 500 mila a 4 milioni i fondi regionali per contrastare il fenomeno.

La violenza sulle donne può essere sconfitta - dichiara Daniela Bianchi, Consigliera regionale PD e vice-presidente della Commissione Cultura - solo mettendo insieme risorse, esperienze e competenze di un territorio. Da questa idea nasce proprio a Frosinone la prima rete provinciale antiviolenza, composta da Comuni,Provincia, Regione, associazioni, sindacati, Prefetto, Questura, Comando dei carabinieri, ASL, Università di Cassino e il mondo della scuola.

Il protocollo sottoscritto stamattina presso la Prefettura di Frosinone dall'Assessore regionale alle Politiche Sociali Rita Visini e da tutti gli altri soggetti coinvolti è un punto di svolta per prevenire atti di violenza e per tutelare le vittime. Per troppi anni enti diversi, pur lavorando bene, avevano difficoltà nel collaborare. Questo significava sovrapposizione di servizi e competenze, lentezza nella presa in carico delle vittime.

Oggi, grazie al grande impegno di tutti, le cose sono cambiate: una donna potrà denunciare un abuso e potrà subito avere una rete di servizi locale e nazionale: dalla protezione ,all'accoglienza, alla tutela legale fino all'inserimento lavorativo. Con il protocollo saranno studiate anche le cause di un simile fenomeno con un piano annuale che raccoglierà dati, farà ricerche e avvierà campagne di sensibilizzazione e informazione, a partire dalle scuole.

Tutto questo nasce sia dalla legge regionale n. 4 del 2014, di cui sono stata firmataria, che ha istituito proprio le reti locali, e sia dal forte impegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali che ha portato da 500 mila euro e 4 milioni di euro i fondi per contrastare la violenza di genere.

Rivolgo un particolare ringraziamento ai tanti volontari e operatori del territorio per questo impegno costante. Ho avuto modo di lavorare con loro durante la stesura della legge. In quell'occasione aprimmo un tavolo provinciale con la consapevolezza che solo unendo le forze si poteva combattere efficacemente la violenza di genere. Da quel primo passo, ne sono stati compiuti tanti altri, che oggi fanno del Lazio una regione più sicura e capace di contrastare le discriminazioni di genere.-

FIORENZA TARICONE

La firma del Protocollo d'intesa per la rete provinciale anti violenza, di cui sono stata stamattina una delle firmatarie, come Rappresentante dell'Università di Cassino e Lazio Meridionale, con delega del Rettore Ciro Attaianese, e come Consigliera di parità della provincia di Frosinone, ha rappresentato un ottimo esempio di come lavorare in rete sinergicamente sia possibile.
Dopo almeno due anni di lavoro, - dcihiara ancora Firoenza Taricone Presidente del Cudari (Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione)Università di Cassino e Lazio Meridionale
Consigliera parità provincia di Frosinone - dopo la conclusione del Progetto Astrid contro la violenza di genere, presso l'ASL di Frosinone, con la caparbia volontà di non sprecare tutte le competenze acquisite, si è deciso di continuare ad incontrarci e lavorare, gratuitamente. La firma del Protocollo non rappresenta certo un annullamento delle differenze di tutti i soggetti del territorio coinvolti, semmai la loro composizione e valorizzazione. Il confronto, e anche scontro di posizioni diverse fra istituzioni, forze politiche, sindacali e associazioni, si è svolto sempre in maniera rispettosa, come una palestra di democrazia, esempio oggi raro.
La presenza femminile nei posti di vertice, con il Prefetto Emilia Zarrilli, la Direttrice ASL, Isabella Mastrobuono, l'Assessora Rita Visini, credo abbia fatto e continui a fare la differenza, non solo perché le donne hanno dalla loro una maggiore sensibilità, con il rischio di diventare pietiste, ma perché il percorso per giungere a posti di responsabilità è stato certamente difficile e una volta arrivate non hanno dimenticato il proprio genere. Rappresentano quindi un valore aggiunto.
Le associazioni soprattutto, che si scontrano ogni giorno con realtà tutt'altro che romantiche, sono l'espressione più alta di una società civile che non si piange addosso e critica solo senza fare nulla personalmente.
Il Protocollo è un punto di arrivo di tutto questo lavoro e un punto di partenza per quel che verrà, di concreto e pratico da attuare mediante i tavoli tecnici.
Un augurio per noi tutte e tutti.

Leggi tutto...

Occupazione: Ciociaria maglia nera. Urge vertenza territoriale

bandiere pcdi 350 260dal PCdI Frosinone - I dati relativi all'anno 2014 della disoccupazione nel Lazio sono drammatici: 329.000 cittadini senza lavoro, con un aumento dell' 8,7% rispetto al 2013, ovvero, in numeri assoluti, 26.300. La provincia di Frosinone riporta un 27,5% di rispetto al 2013. E' la maglia nera del Lazio. La nostra provincia vanta il triste primato nel Lazio anche per quel che riguarda l'occupazione femminile. Se a ciò si aggiunge che i redditi delle famiglie non tengono il passo con l'inflazione, allora è inequivocabile constatare che la provincia si sta impoverendo. Gli ultimi dati dimostrano che, nel 2014, il reddito delle famiglie è diminuito dello 0,9%, provocando la perdita del potere d'acquisto in modo consistente. Siamo in presenza di un crollo economico della nostra provincia rispetto ad altri territori del Lazio. Noi comunisti vogliamo mettere al centro del dibattito politico la crisi del nostro territorio che è drammatica. Solo l'intervento pubblico può dare una scossa per ripartire. In questo quadro è importante costituire una vertenza territoriale che possa ridare una speranza ai giovani che, con la disoccupazione giovanile al 50,2%, è stata loro tolta la speranza del futuro.

Le politiche del governo si sono dimostrate errate, profondamente ingiuste e totalmente inefficaci. Noi comunisti proponiamo che la Regione Lazio metta la centro del suo programma di sviluppo economico la nostra provincia, con un piano provinciale che dia slancio al turismo e all'ambiente. Che sappia agevolare l'accesso al credito, favorire lo sviluppo nell'agricoltura attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici, della ricerca tecnologica per nuovi prodotti per i nuovi mercati. Le risorse si possono e si devono trovare nella riduzione della spesa regionale attraverso la creazione di una struttura regionale molto più snella ed efficiente.

Il segretario provinciale del Pcdi, Oreste Della Posta

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Leggi tutto...

Cisl. La riunione del Consiglio Generale Territoriale Frusinate

cisl logo 350 260di Donato Galeone* - I tempi di lunga durata della politica sociale e del lavoro. Dopo 7 anni di crisi c'è bisogno di risposte certe, immediate e concrete verificato che i tempi della politca non sono compatibili con l'aumento dei disoccupati, dei giovani esclusi dal lavoro e dei nuovi poveri. 

La CISL ritiene - lo ha ribadito nel suo Consiglio Generale Territoriale Frusinate dell'11 marzo 2015 svoltosi a Cassino - che se non riparte un vigoroso ciclo di crescita la lacerazione sociale, ormai giunta a livello di guardia, può fare crescere il conflitto sociale e la crisi della stessa democrazia. Necessario - per la CISL - superare i tempi dei decreti delegati Jobs Act con una partecipata INIZIATIVA POPOLARE sottoscrivendo un progetto di legge (almeno un milione di firme) che spinga il Governo essenzialmente:

1 - ad adottare una concreta "RIFORMA DEL SISTEMA FISCALE" con la introduzione di un BONUS di 1.000 (mille euro) annui per tutti i contribuenti italiani con un reddito individuale fino a 40.000 (quarantamila) euro e via via decrescente per chi ha redditi compresi fra 40.000 e 50.000 euro;

2 - a ripensare e dare un sostegno vero alla famiglia mediante un NUOVO ASSEGNO FAMIGLIARE di effettiva ed equa misura crescente rapportata al carico familiare e che si riduca all'aumentare del reddito familiare;

3 - a realizzare una REDISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA NETTA a favore dei lavoratori, dei pensionati e di tutte quelle aree sociali medio-basse per ridurre e correggere la crescita delle DISUGUAGLIANZE realizzate nell'ultimo quarto di secolo (riferita alla ricchezza mobiliare e immobiliare, con esclusione delle prime case e dei titoli di Stato);

4 – a rivedere la REGOLAZIONE DELLE IMPOSTE E TASSE LOCALI che preveda un tetto equo e complessivo di tassazione sia collegato chiaramente a ciò che il cittadino paga e rapportata alla fruizione effettiva dei servizi sul territorio e sia che ogni aumento della fiscalità locale possa prevedere una corrispondente riduzione del prelievo fiscale nazionale;

5 – a rendere esigibile, controllata e fortemente sanzionatoria la EVASIONE FISCALE che registra minori entrate per oltre 180 miliardi di euro e che rende pesante il carico fiscale su lavoratori e pensionati che le tasse le pagano.

Sono stati questi - in sintesi - i 5 punti essenziali richiamati e argomentati dal Segretario della CISL di Fronsinone Pietro Maceroni davanti al Consiglio Generale Provinciale, presenti il Segretario Confederale Nazionale Maurizio Petruccioli e Regionale Lazio Andrea Cuccello. Gli interventi di condivisione sul "progetto di legge di iniziativa popolare nazionale CISL" sono stati unanimi e impegnati da tutta la dirigenza sindacale territoriale ciociara già pronta nei prossimi giorni a presentare e divulgarne i contenuti della proposta di legge popolare e richiederne la sottoscrizione formale.
L'iniziativa della CISL – è stato detto e ripetuto più volte - rappresenterà le volontà vere e verificate di lavoratori, pensionati e cittadini, proveniente sia dai luoghi di lavoro che dai territori, promossa dal Sindacato Democratico dei lavoratori italiani.

Con la proposta popolare si manifestano - responsabilmente con la CISL - volontà politiche e sociali purtroppo ritardate di anni dai Parlamenti e Governi, producendo aumenti crescenti di mancato lavoro per oltre tre milioni di persone in Italia e di 115 mila in ciociaria disattendendo - ad oggi - quel doveroso dettato costituzionale di "rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana".

Il Consiglio Generale della CISL Provinciale di Cassinoi, ieri 11 marzo, ha anche ascoltato e preso atto con soddisfazione di altra significativa manifestazione di partecipazione democratica di oltre l'80% degli operatori della scuola ciociara e della pubblica amministrazioine impegnati nel rinnovo triennale delle RSU (Rappresentanze Sindacali Unitarie). Partecipazione democratica di base che con i suoi 250 candidati la Cisl Scuola, guidata dal Segretario Michele Sorge, ha rafforzato la rappresntanza di oltre 6 punti percentuali in più rispetto alle elezioni RSU del 2012 con 2.488 voti preferenziali pari a oltre 600 voti in più rispetto alla Flc Cgil e di 365 voti sulla Uil Scuola.

Ma il significato politico elettivo ed operativo condiviso dall'ampia partecipazione al voto sindacale in un settore di primaria rilevanza nel rapporto "scuola-lavoro" è stato argomentato dall'intervento dello stesso Michele Sorge pur sintetizzato nell'ambito di un "impegno professionale e in un contesto sociale di lavoro diversificato, complesso e innovativo" che non potrà non esplicitarsi con e nella la scuola di ogni ordine e grado anche ed efficacemente verso una formazione propedeutica al lavoro nei suoi contenuti di alfabetizzazione giovanile rapportata alle innovazioni tecnologiche dell'informatica e telematica e, conseguentemente, orientata oltre il leggere e scrivere già richiesto nella conduzione delle macchine nella prima rivoluzione industriale.
Anche perchè - oggi - il nuovo modello di organizzazione del "lavoro contrattato e partecipato" richiede nelle imprese medio-grandi (FCA ex Fiat di Cassino) la partecipazione dei lavoratori nell'organizzare il luogo di lavoro con la massima sicurezza e salvaguardia della loro salute nei turni di lavoro in gruppi operatiivi quantificando – con gli investimenti annunciati per l'Italia da Fca multinazionale – non solo i rientri di tutti i pluruiennali cassintegrati ma anche di nuove assunzioni, preferibilmente giovani, incentivate, convenientemente, dalle recenti agevolazioni pubbliche derivanti dagli impegni contrattuali triennali a tutele crescenti.
E anche in tema di politiche attive del lavoro - nel contesto di una mirata e adeguata formazione verso maggiori conoscenze e competenze – si debba accedere al normato"contratto di ricollocazione"(titolo IV art.17 del dlgs n. 22 del 4 marzo 2015) che è stato richiamato da Pietro Maceroni ma ascoltato – a mio avviso – con scarsa attenzione, giustificabile, dalla complessità operativa di quella norma che dovrebbe essere cogente perchè coinvolge molti capoifamiglia cinquantenni sostenuti, ancora per altri pochi mesi, dalle indennità di mobilità in scadenza (ex Videocon ed altre fabbriche dell'area di Anagni e del basso Lazio).

Il Consiglio Genrerale della CISL frusinate è stato concluso con l'intervento del Segretario Confederale Petruccioli che ha riproposto anche altre specifiche e qualifcanti questioni previdenziali e che coivolgeranno CGIL-CISL-UIL col Governo per risolvere sia l'insostenibile condizione degli "esodati" prodotta dalla legge Fornero e sia il definire, essenzialmente, le modalità:

1 - di una scelta libera di uscita dal lavoro, flessibile, al raggiungimento dell'età pensionabile;
2 - di tutelare sia il potere di acquisto delle pensioni al costo della vita e sia la riduzione fiscale sulle pensioni in essere;
3 – di favorire e rendere obbligatoria la previdenza complementare, con un nuovo patto, per i lavoratori giovani.

(*) ex Segretario Provinciale di Frosinone e Regionale CISL Lazio
12 MARZO 2015

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici